Gloomhaven

Gloomhaven

Avete voglia di avventure sempre diverse e dalla grande struttura cooperativa? Gloomhaven fa decisamente al caso vostro!

Gloomhaven è un gioco cooperativo da uno a quattro giocatori, che impersonano dei mercenari in una serie di scenari. Ogni sessione di gioco dura circa tre ore, incluso il tempo di tirare fuori i pezzi necessari dall’enorme scatola (10 Kg!).

Uno degli aspetti fondamentali di Gloomhaven è che si tratta di un gioco Legacy: le decisioni che prenderemo oggi avranno un impatto su quali scenari avremo a disposizione in futuro, la loro difficoltà, e sulla prosperità della cittadina di Gloomhaven (da cui prende il nome il gioco).

All’inizio, i giocatori possono scegliere il proprio mercenario fra sei classi disponibili. Ogni mercenario riceve anche un Obiettivo Personale (uccidere un drago, completare uno scenario specifico, etc); quando questo viene completato, il mercenario depone le armi e il giocatore dovrà creare un nuovo personaggio. Ci sono un totale di diciassette classi, che vengono sbloccate progredendo nella storia.

Penserete già che Gloomhaven sia una sorta di gioco di ruolo, un Dungeons & Dragons rivisitato in formato gioco da tavolo. Certamente Gloomhaven condivide molti aspetti con i classici giochi di ruolo: sconfiggere mostri, prendere decisioni difficili, aumentare di livello, comprare equipaggiamento, etc. La grande differenza si trova nel modo in cui gli scenari vengono condotti.

Gli scenari

Nel corso di uno scenario, ogni classe ha a disposizione fra le 8 e le 15 carte, ognuna con un’azione sopra ed un’azione sotto. I giocatori scelgono contemporaneamente due carte da giocare ogni turno, ma dovranno usare il sopra di una carta e il sotto dell’altra. Le carte vengono poi scartate e non potranno essere riutilizzate per un certo numero di turni. Questo rende Gloomhaven un puzzle dove i giocatori dovranno coordinarsi per sconfiggere demoni, orsi, e vipere giganti.

Chiaramente, non è possibile mostrare le proprie carte agli altri giocatori o descrivere esattamente cosa farà il proprio personaggio durante un turno. Tipicamente, è accettabile dire “Io attacco questo Demone ma non riesco a finirlo. Tu ci riesci?”. È meno accettabile dire “Farò 3 danni a questo Demone con una carta da Iniziativa 10”, ma tutto dipende da come il tuo gruppo decide di giocare.

Con i suoi 95 scenari, questo gioco include centinaia di ore di divertimento. Grazie all’enorme quantità di contenuti, finire la storia principale non è abbastanza per vedere tutto e spesso i giocatori si ritrovano ad iniziare subito una nuova campagna, magari utilizzando delle classi non sfruttate precedentemente.

Sviluppo e costo

Al prezzo di 140€, Gloomhaven non è certamente uno dei giochi più economici sul mercato. Non è sicuramente adatto a chi trova complicato ogni gioco che non sia Monopoly o Risiko, ma fra i giocatori più navigati Gloomhaven è stato un grande successo sin dal lancio nel 2017, con più di quarantamila sottoscrizioni alla campagna di crowdfunding sulla piattaforma Kickstarter. Ha vinto tantissimi premi, fra cui l’italiano Goblin Magnifico dedicato ai giochi più avanzati.

Se siete tre persone che si vedono regolarmente per giocare a giochi da tavolo per qualche ora la settimana, Gloomhaven è perfetto per voi! Se siete interessati ma non convinti, esiste una versione ridotta chiamata Gloomhaven: Jaws of the Lion che costa “solo” 40€ ed è decisamente più semplice del gioco originale.

Articolo di Riccardo Ugolini

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento