Progetto Cosplay presenta: mrc.player!

Dal cosplay al costuming: questo è il percorso che Progetto Cosplay ci presenta oggi: è la storia di mrc.player, al secolo Marco Soprana!


Il mese di Maggio, per me e per tutti i fans di Star Wars ha un sapore particolare: è in questo mese, infatti, che cade il 4 di Maggio che, in inglese suona “May the Fourth“. Vi ricorda nulla? Proprio in questo giorno, infatti, si celebra la giornata dedicata alla saga di George Lucas. Con annessi e connessi.

L’intervistato della nostra rubrica di oggi è uno dei fan di Star Wars più dedicati che conosciamo, tanto da aver realizzato e stare ancora realizzando, tanti costumi a tema. Non solo cosplay, in realtà, ma una vera e propria passione per il… ‘Costuming’. Non sapete di cosa si tratta? Seguiteci in quest’intervista, che ci porterà verso una galassia lontana lontana dove ad aspettarci troveremeo… mrc.player!

Anakin e Padme - mrc.player

Ciao Marco e benvenuto nella nostra rubrica! Grazie di partecipare a questa intervista per Progetto Cosplay!

Darth Vader - mrc.player

Partiamo subito con la nostra prima, irrinunciabile, domanda: qual è il tuo nome e/o nome d’arte nel mondo cosplay?

Ciao! Mi chiamo Marco Soprana ma nel mondo del cosplay utilizzo lo pseudonimo di mrc.player.

Com’è nata la tua passione per il cosplay?

Ho avuto il desiderio di vestirmi ed interpretare quanto possibile gli eroi della mia infanzia fin da piccolo. Come la maggior parte di noi, ero e sono affascinato dai film della Disney e delle grandi saghe del passato. Sono entrato effettivamente nel mondo del cosplay solamente 4 anni fa, dando il via alla realizzazione di qualsiasi sfizio e costume mi piacesse (o che mi affascinasse).

Tra tutti i tuoi cosplay abbiamo notato che ci sono parecchi personaggi provenienti dall’universo di Star Wars! Da dove nasce questa tua scelta?

Arthas Menethil - mrc.player

Star Wars è, in un certo senso, l’ultimo capitolo delle mie esperienze nel mondo del cosplay. Anche grazie a costumi della saga di Harry Potter, Signore degli Anelli e Pirati dei Carabi, ho sviluppato un interesse verso quello che è il mondo del costuming. In sostanza è cosplay, ma si cerca il dettaglio (ad esempio nelle stoffe o nei calchi) più fedele a quello che si vede nelle pellicole cinematografiche. Una sorta di gioco al “copiare”. Star Wars offre una vasta gamma di opzioni, dal sartoriale puro, alla lavorazione della pelle, delle termoplastiche, calchi, resine, maschere in lattice etc etc. Sostanzialmente è un vasto calderone di tecniche che possono far divertire, e scoprire almeno in parte il mondo del cinema (talvolta anche vintage e cadute in disuso).

Fai per caso parte di qualche associazione /gruppo a tema costuming / cosplay?

Si: faccio parte di vari gruppi cosplay proprio perchè è inevitabile stringere legami con altre persone che hanno la stessa passione per film, videogame, anime/manga etc. Principalmente sono fiero di far parte del gruppo Blizzard Cosplayers Italy (che è la mia valvola di sfogo per tutte le armature in foam grazie a World of Warcraft e Overwatch), e di alcuni gruppi di Star Wars (in realtà 3-4) ma cito quello composto da pochi amici stretti, che si chiama Rogue One Squadron e che stiamo vedendo crescere pian pianino.

Non passano certo inosservate le armature dei personaggi di World of Warcraft che hai creato. Ci racconti un pò della loro lavorazione e di come hai imparato le tecniche di produzione?

Warcraft è stato il gioco che ha assorbito più tempo della mia vita. Per me, l’idea di poter vestire i panni di Arthas (nello specifico), è stata per lungo tempo un sogno da raggiungere. Non a caso è stata l’armatura che ho realizzato per prima e che ha visto più modifiche di tutte. Poter essere Arthas è stata la motivazione che mi spronava a rifare tre o quattro volte ogni singolo pezzo, fino a quando questi non cominciava ad assomigliare a quello visto nel gioco. Inevitabilmente questo mi ha insegnato alcuni piccoli trucchetti per la realizzazione delle armature successive e mi ha anche permesso di conoscere tanti altri bravissimi cosmaker che mi han mostrato alcuni dei loro “segreti”.

Hai mai partecipato a qualche gara di cosplay? Se sì, quali sono le motivazioni che ti spingono a parteciparvi?

Si, ho partecipato a varie gare, ma le motivazioni sono cambiate nel tempo. Inizialmente, quando il mondo del cosplay era una novità per me, le gare mi facevano sentire, pur per pochi minuti, quasi come un attore al cinema (ero giovane ed inesperto :D). Poi quando ho iniziato a costruirmi le armature ha assunto un aspetto più competitivo, ovviamente. Non tanto per sentirmi dire quanto sono bravo, ma per mettermi in gioco e mostrare il frutto del mio lavoro e dei miei sforzi.

Parlando del futuro, c’è qualche nuovo cosplay a tema Star Wars in cantiere?

Facciamo una premessa: è una malattia. Quindi si, anche troppi. Per il momento sto lavorando a Boba Fett da episodio 6 (Return of the Jedi) che sta per vedere il suo completamento dopo alcuni mesi di ricerca e altri tre o quattro mesi di realizzazione. Poi ovviamente ci sono tante altre idee ma non voglio ancora iniziare a pensarci (altrimenti rischio di iniziarle e non ho più spazio in casa per nuovi costumi :D)

In ultimo, per porgere un saluto ai nostri lettori, cosa desideri dire al pubblico della community?

Intanto vi ringrazio per questo spazio che mi avete concesso. Spero vivamente di tornare al più preso a frequentare le fiere e incontrare nuovamente tutte quelle persone a cui mi sono affezionato in questi anni e conoscerne di nuove per stringere nuove amicizie.

Intervista a cura di Matteo Lovecchio


– Contatti Social –

Pagina FB

Pagina IG


Credit Fotografi

Anakin & PadmePH Marco Soprana

Anduin WrynnPH Marco Soprana

Arthas PH Andrea Gas

Darth Vader ANHPH Marco Soprana

Genji BaihuPH Andrea De Paoli

Obi WanPH Marco Sprana

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento