Mgs: Insetti e Grounded

Molly Gear Solid: Molly Gear Solid: parliamo di insetti e di dimensioni con Grounded!

In “Grounded” un adolescente viene ridotto alle dimensioni di una formica. Parliamo allora di DIMENSIONI (ma degli insetti)!

In “Grounded”, videogioco di sopravvivenza ambientato negli anni ’80, un adolescente viene ridotto alle dimensioni di una formica. Introduciamo quindi l’argomento del giorno: le DIMENSIONI! Ma niente paura, parleremo delle dimensioni dei nostri cari amici insetti!

Una caratteristica tipica degli insetti è sicuramente la loro dimensione ridotta. Sono molto, molto piccoli rispetto ad altri animali, ma… Perché??

È tutta una questione di ossigeno

Abbiamo parlato di testa e torace degli insetti ma non abbiamo mai parlato in dettaglio di organi, apparati o sistemi. Per capire il motivo delle loro ridotte dimensioni sarà necessario parlare del loro apparato respiratorio, ben diverso dal nostro! Loro non inspirano aria attraverso gli gnatiti (che come ricordate sono le strutture dell’apparato boccale) perché non hanno i polmoni. Nei mammiferi, infatti, gli scambi gassosi avvengono tra il sangue carico di anidride carbonica (ma scarico di ossigeno) e gli alveoli polmonari in cui l’ossigeno abbonda!

E allora come respirano i nostri piccoli amici?

Sull’esoscheletro degli insetti sono presenti dei micro forellini che si invaginano fino all’interno del corpo. Sono forellini molto molto piccini, attraverso i quali però l’ossigeno riesce a passare. Gli scambi gassosi, quindi, avvengono proprio così! Per i più pignoli possiamo anche aggiungere un’ulteriore informazione: il sangue negli insetti prende il nome di emolinfa. L’emolinfa ha funzioni molto simili a quelle del sangue ma è priva di globuli rossi!

E cosa c’entrano le dimensioni, allora?

La percentuale di ossigeno presente nell’atmosfera (circa 21%) non consente un apporto sufficiente a soddisfare la richiesta di un corpo troppo grande. C’è stato un periodo, però, in cui la percentuale di ossigeno era molto più alta. Nel paleozoico la percentuale di ossigeno nell’aria si aggirava attorno al 35%. In quegli anni negli stagni o sui ruscelli avremmo potuto osservare bellissime libellule con apertura alare di circa 70 cm… affascinantissimo!

Ad oggi il più grande scarabeo al mondo è lungo circa 16 cm.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento