Come nasce Crash Bandicoot, il marsupiale dei videogiochi?

Crash Bandicoot è uno degli animali più famosi e amati del mondo dei videogiochi. Qualcuno dirà che sembra un cane, qualcun altro penserà ad una volpe, ma la verità è che Crash è un marsupiale. Nello specifico è un Bandicoot, appunto.

Con il termine Marsupiali si vanno a racchiudere molte specie. Purtroppo molti di questi (tra cui la specie del nostro caro amico Crash ) sono ormai estinti o in via di estinzione. Tuttavia essendo marsupiali condividono con alcuni loro “cugini” (ad esempio i canguri, gli opossum o le echidne) moltissime caratteristiche. I marsupiali sono una classe di animali che merita qualche approfondimento, hanno caratteristiche molto particolari degne di attenzione!

Come nascono i marsupiali?

La caratteristica principale dei marsupiali è proprio il famoso marsupio. Non è una semplice tasca dentro cui tenere comodamente i cuccioli, è molto di più!

Infatti questi animali non partoriscono nel modo più tradizionale. Le femmine non producono una placenta nel loro utero. L’embrione viene quasi “espulso” più che partorito. Infatti, a differenza dei mammiferi, questo non si impianta nell’utero ma finisce direttamente nel marsupio della madre e rimarrà protetto da una sostanza mucillaginosa di cui è ricco questo ambiente. Il piccolo, nelle varie fasi di crescita, si nutrirà grazie ad un particolare capezzolo. A differenza dei più classici è dotato di una specie di pompa che ha il compito di “spruzzare” il latte in bocca al cucciolo che, soprattutto nelle prime settimane, non ha la forza necessaria per nutrirsi attraverso la suzione.

Le curiosità anatomiche non finiscono qua …

Alcuni marsupiali hanno molte altre caratteristiche bizzarre. In qualche specie le femmine non possiedono soltanto il marsupio ma presentano anche delle ovaie collegate a più uteri! Più uteri significa anche più canali vaginali ( possono essere due, tre o anche quattro )! Naturalmente l’anatomia della femmina rende prevedibile anche l’anatomia del maschio che, per rendere funzionale l’accoppiamento, avrà un organo riproduttivo con più punte (può essere biforcuto, quindi con due punte, ma può averne fino a quattro a seconda della specie).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento