Survival on Ice

Molly Gear Solid: Survival on Ice!

Si avvicinano le grandi mangiate natalizie, ma anche il rigido freddo invernale. Ma che correlazione c’è tra grasso e temperatura corporea?

Arrivano il Natale, le feste, i regali ed il freddo! Come abbiamo potuto imparare in molti videogiochi (nei survival specialmente) il freddo può essere un grande nemico del corpo umano. È necessario, infatti, coprirsi bene per evitare spiacevoli conseguenze. E allora oggi parliamo di survival on Ice! Quando il freddo è nemico del corpo umano!

Erroneamente tendiamo ad associare il grasso corporeo ad una buona protezione contro le basse temperature invernali: niente di così sbagliato! Infatti la termoregolazione corporea è gestita per lo più dal muscolo. I famosi brividi lungo la schiena non sono altro che tantissime piccole contrazioni muscolari, che proprio grazie alla loro attività determinano il mantenimento della temperatura.

Ma gli animali che vivono nei luoghi più freddi, oltre ad essere molto pelosi, sono anche cicciottelli. Come si spiega questo? A differenza delle riserve di grasso di altri mammiferi (tra cui l’uomo) negli animali che vanno in letargo queste hanno una funzione e una struttura un po’ diversa.

Negli animali come l’uomo i lipidi (le molecole che compongono il grasso) hanno la funzione di riserva energetica, cioè vengono utilizzati in caso di necessità per produrre energia. Il processo attraverso il quale il lipide viene “smontato” e “spezzetato” per produrre energia (che sarà sfruttata dalla cellula per svolgere le normali attività fisiologiche) prende il nome di “beta ossidazione”. La cosa triste per chi vuole perdere peso è che, purtroppo, le riserve di lipidi sono le ultime a cui l’organismo fa ricorso per ricavare energia.

Il grasso bruno non produce energia ma combatte il freddo!

Però negli animali come gli orsi, i piccoli roditori, e tutti gli altri che vanno in letargo le riserve di lipidi prendono il nome di grasso bruno, che oltre ad avere un nome ed un colore diverso hanno anche un ruolo differente. Infatti questo grasso bruno non ha il compito di produrre energia. Il grasso bruno produce calore. Ed è l’unico caso in cui il grasso è capace di produrre calore!

Nell’uomo si può trovare del grasso bruno soltanto vicino ad alcuni organi (qua svolge una funzione più strutturale) come ad esempio nel surrene. Anche i neonati sono caratterizzati da una abbondanza di grasso bruno, oltre che da una abbondanza di ossa rispetto all’uomo adulto, perché per regolare la temperatura corporea la loro massa magra (e quindi il muscolo) non è sufficientemente sviluppato.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento