Football Manager 2021: guida a Inter e Milan

Nell’articolo precedente abbiamo analizzato su Football Manager 2021 la Juventus ed il Napoli, stavolta rapportiamo invece due delle squadre più iconiche della Lombardia: l’Inter ed il Milan.

Maldini contro Zanetti, Shevchenko contro Ronaldo, Baresi contro Bergomi.

La squadra neroazzurra nei tempi recenti ha affrontato una finale di Europa League, con l’arrivo di Antonio Conte ha anche cambiato il suo modo di giocare, abituata in precedenza a tecnici che utilizzavano la difesa a 4 è passata ad un “integralista” della difesa a 3.

Il picco di successi però lo ebbe dal 2006 al 2010 in cui “portò a casa” 5 Scudetti, 3 Coppe Italia, 3 Supercoppe Italiane, 1 Champions League ed 1 Mondiale per Club.

Il Milan invece sta recuperando pian piano la fama perduta, che aveva grazie agli svariati successi di fine anni 80′, fino alla metà degli anni 90′ con 5 Scudetti, 4 Supercoppe Italiane, 3 Champions League, 3 Supercoppe Europee e 3 Coppe Intercontinentali.

In questa guida per Football Manager 2021, abbiamo domandato quale sarebbe l’undici titolare ed il modo di giocare di Inter e Milan a quattro persone del nostro “Progetto Football Manager

Per la sponda “interista”: Alberto De Donatis, attuale presidente dell’Inter ed ex-ct della Nazionale Italiana e Mariolina Pisaturo, giocatrice del Milan ma tifosissima dell’Inter.

Per quella “milanista”: all’Amministratore del “Progetto Football Manager” Filippo Ballarini ed Alessandro Terzo, giocatore del Bologna.

Guida all’Inter in Football Manager 2021

Football Manager 2021 Pisaturo
L’Inter di Pisaturo

Partiamo dall’idea di Mariolina Pisaturo: “una Pazza Inter”

“Lo stile tattico che prediligo è quello del “Gegenpress” con passaggi diretti senza forzature sul giro palla e senza passaggi corti continui e sterili, utilizzando un ritmo intenso di pressing e ripartenze veloci.

In difesa i titolari sono De Vrij e Skriniar al centro e con Bastoni terzino sinistro poiché non può essere titolare ancora a lungo Young.

A destra abbiamo l’imbarazzo della scelta con Hakimi, Darmian e D’Ambrosio, la precedenza ovvio che è per il giocatore del Marocco. Con lui in campo, basta davvero lanciargli la palla in avanti in velocità sfruttando al meglio le sue caratteristiche.

A centrocampo la nostra miglior qualità con Eriksen e molta corsa ed inserimenti con Barella, dietro Brozovic a fare regia. In attacco Sanchez come “Falso Nueve” a sfruttare la sua abilità nello stretto ed i suoi inserimenti senza palla. Outsider dalla panchina ovviamente vi sono Young in quelle partite in cui serve esperienza e Sensi (se tiene fisicamente) per dare un po’ di ricambio a Barella e Brozovic per inserimenti e regia.

Fuori da questo 11 titolare con poche possibilità di entrarci c’è Arturo Vidal, troppo “testa calda” e non mi intriga personalmente il suo modo di giocare.”

Football Manager 2021 ADD
L’Inter di De Donatis

Passiamo all’attuale Presidente dell’Inter – Progetto FM, Alberto De Donatis: “Qualità e Quantità”

“I giocatori dell’Inter vorrei che giocassero veloci in ripartenza dopo aver riconquistato la palla.

Di fatto avremmo tre registi su tre livelli diversi: De Vrij, Sensi (o Brozovic) ed Eriksen.

In fase di ripartenza, Hakimi sale e allarga il campo, in modo tale che i registi hanno la possibilità di verticalizzare sul centrosinistra o allargare sulla destra, lanciando in corsa il marocchino.

Ovviamente metterei il centrocampista più di corsa e fresco dal lato di Hakimi, per garantire una copertura omogenea.

In “non possesso” saremmo pieni di “rompiscatole”con Barella e Brozovic (o Vidal) più i tre difensori “puri” dietro, per cercare di riconquistare il possesso e verticalizzare subito.

Per quanto riguarda la disposizione in campo, difesa a 4 senza dubbio. A sinistra il gioco mi mette meglio Kolarov, ma probabilmente giocherei con D’Ambrosio per coprire un po’ le sgroppate di Hakimi sulla destra, esterno completo.

Eriksen a illuminare le due punte, con un centrocampo di corsa: Barella e Brozovic ai lati di Sensi, con possibile inserimento di Vidal e spostamento di Brozovic come play basso.

Lukaku fulcro del gioco su cui appoggiarsi e Lautaro attaccante che pressa. Qui senza dubbi, è proprio il loro pane.”
LEGGIMI, ANTONIO CONTE, E DIMETTITI

Guida all’AC Milan in FM21

Il Milan di Terzo

Diamo la parola al giocatore del Bologna, Alessandro Terzo: “Ordinati e Cinici”

“L’idea di gioco che ho voluto dare è quella di un 4141 con un mediano.

Non ho impostato ruoli di impostazione a difesa poiché sarà il quest’ultimo impostato come Regista arretrato che difende a scendere sulla linea dei difensori per recuperare palla e avviare l’azione.

Ruolo fondamentale lo ricopre il terzino fluidificante sinistro, con compiti prettamente offensivi: sarà la zona principale di campo dove si svolgerà l’azione.

In seguito, altro ruolo importante è il Regista Mobile a centrocampo, con compito di allargare il gioco sulla sinistra e provare a creare superiorità.

La punta è impostata come Punta Completa dato che sia Ibrahomovic che Leao hanno caratteristiche fisiche, tecniche e mentali importanti.

La difesa è impostata un po’ alta per aumentare il pressing e provare a far scattare la trappola del fuorigioco.”

Infine passiamo al Milan dell’Amministratore del Progetto FM, Filippo Ballarini: “Pressing e Controllo del possesso”

Il Milan di Ballarini in Football Manager 2021
Il Milan di Ballarini

Il gioco del Milan si basa specialmente su un continuo giro-palla e pressing, senza però sbilanciarsi esageratamente.

Pedina fondamentale di ogni partenza e ripartenza è Bennacer. È lui che prende il controllo del centrocampo, servendo i compagni meglio posizionati sulle fasce.

Dalla trequarti in su è invece Çalhanoğlu a gestire il pallone e scegliere le migliori soluzioni.
Giocando particolarmente sulle fasce, è importante che le ali siano veloci e brave col dribbling. Per questo motivo Leao è più che adatto al gioco, come in futuro Hauge.

Saelemaekers ottimo per bilanciare la squadra e avere un giocatore pronto ad aiutare anche in difesa.
Stesso discorso per i terzini, da una parte Theo Hernandez che ha compiti più offensivi e dall’altra, Calabria che rimane più dietro a supportare i due centrali.
Ovviamente in avanti Ibrahimovic ha la totale libertà di inventare e chiedere il pallone quando è ben posizionato in area.
Un problema del Milan però è la mancanza di alternative in alcuni ruoli.

Di Kessie ce n’è solo uno ed insostituibile per il suo lavoro sporco.

Sulle fasce già molte più soluzioni, con Rebic, Diaz, Castillejo e il già nominato Hauge.

Concludiamo qui il nostro appuntamento sulle guide sulle squadre su Football Manager 2021!

Se vi è piaciuto condividetelo con i vostri amici!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento