PROGETTO FM- Pizzuti nel pallone d’oro

Buonasera lettori di Free Kick, oggi andremo ad intervistare il pallone d’oro di Serie A S6: Mariano Pizzuti

Giornalista: Buongiorno può illustrarci com’è venuto a conoscenza di Progetto FM?

Pizzuti: Buongiorno sig. giornalista, sono venuto a conoscenza di questo progetto per COLPA del Clownz, poiché mio amico in real ( si ho detto amico) che per mesi mi ha parlato di questa realtà, dove vi erano calciatori, presidenti e tutto quello inerente al mondo del calcio.

Giornalista: Come mai la scelta di diventare un bomber più fuori che dentro il campo? Scelta casuale o si ispira a qualcuno in particolare?  

Pizzuti: Diciamo che il mio obiettivo non era quello di fare così schifo, nemmeno se mi fossi impegnato probabilmente avrei fatto così schifo! Però cosa le posso dire… Il mio idolo è CRISANTEMI del film L’allenatore del pallone. Fuori dal campo sono un professionista assoluto.

Giornalista: Al inizio della sua avventura avrebbe pensato di vincere il premio più importante per un giocatore e di essere un personaggio chiave nel progetto?

Pizzuti: Allora le racconto un aneddoto della mia esperienza. Ho iniziato la mia avventura nel baratro del Lecce (allenato da quel disgraziato di D’Alessandro) che mi preferiva ad un inattivo 4 mesi(lo ucciderei). Poi venne Pironti che mi acquisto e mi disse: entro S7 diventerai il pallone d’oro. Io ridevo perché vedevo giocatori nettamente più forti di me però ho detto, se mi impegno guadagno di più e posso migliorare la mia scheda. Poi mi è stato dato il “controllo” del drive dei bilanci e credo che la mia “fama” derivi da Lì. Infatti la vincita del “Pelatone DeDonatis D’oro” credo sia derivata dal fatto che sia abbastanza conosciuto nella community.

Giornalista: Come risponde a quelle persone che associano al suo pallone d’oro più un fatto di ironia che merito sul campo?

Pizzuti: Che stanno a rosica’ di direbbe a Roma … però effettivamente sul campo mi impegno molto per fare schifo … e do grandissime soddisfazioni nel farlo. Il problema è uno solo: che il pallone d’oro per la scheda lo assegna il già il gioco (in questa stagione ha vinto Messi, con Marchi secondo). Il pallone d’oro della community invece va a premiare l’attività nella community … non piace ma è così. Se non piace non è più un gioco di ruolo ma un semplice simulatore.

Giornalista: Ha usato i termini GDR e community … è riuscito a creare delle amicizie che vanno al di fuori del gioco oltre al sopra già citato Monti?

Pizzuti: Direi tantissime conoscenze, amicizie è un termine importante, comunque si sono moltissime le persone a partire da Pier Gaetano, Daniele Fulco, Nicola Filippone (con il suo voto mi ha fatto vincere), gli admin e founder che credo non mi sopportino più (sai chi sono non li scrivo tutti), tutto il team Triestina, il PG, tutti i carissimi DS che presto tornerò a planare e tutte le persone che sono passate nel mio cammino, che ora per vari motivi non ci sono più. In più vorrei ringraziare Grassadonia (vincitore del pallone di C) e Lenny (non ha vinto una mazza) per l’aiuto che mi danno nella commissione bilanci.

Giornalista: Che consigli da a quei utenti che stanno vagliando l’ipotesi di divenire DS o lo fanno da poco?

Pizzuti: Leggere, per risolvere il 90% delle criticità basterebbe leggere i vari pdf che vengono creati dalle varie funzioni del progetto, poi comunque ognuno di noi è sempre a disposizione per aiutare se hanno domande.

Giornalista: Come mai ha deciso di scendere in C, in particolare alla Casertana?

Pizzuti: Bella domanda, me l’aspettavo (ironicamente le direi che sono sceso in C perché prossima stagione volevo far vincere il pallone d’oro a qualcun altro), la realtà è che volevo “sfruttare” il fatto che il giocatore sia un “ragazzo prodigio” e cercavo una società che avesse le strutture e gli allenatori per potermi potenziare durante il Game e non a fine season con i soldi, ho espresso al presidente del PG questo mio interesse e mi ha accontentato nel trovare una squadra con questi requisiti.

Giornalista: Com’è il suo rapporto con Mister Di Caccamo? Non è che scappa dai suoi aneddoti sul Palermo?

Pizzuti: ll mio rapporto con mister Di Caccamo è come un rapporto tra fidanzati, tranne che lui non ha i capelli lunghi.

Giornalista: Hai un film preferito? Se sì fammi un paragone tra il tuo giocatore e il protagonista! In caso contrario va bene anche una serie tv

Pizzuti: Il film paragonabile al mio calciatore direi: Scemo e più scemo. Ancora non ho capito qualche dei 2 sono ma faccio ridere tanto. Il mio film preferito per il ruolo da Capo revisore? Sono indeciso tra Braveheart oppure Armageddon

Articolo di Davyd Andriyesh

Grafica di Pierpaolo Palladino

Revisione di Giuseppe Staniscia

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento