Xbox Civil War: Series X vs Series S

E’ iniziata ufficialmente l’era della nuove console di Microsoft: Xbox Series X e Xbox Series S, sorelle con somiglianze (poche) e differenze (molte). Quali sono le loro caratteristiche e quale sarà la più adatta alle nostre esigenze?

Eccole, Xbox Series X e Xbox Series S sono realtà. Il 10 novembre è i giorno del grande debutto sul mercato delle console next-gen di casa Microsoft. Da fine settembre erano partiti i preordini e i dati di vendita hanno premiato la sorella maggiore Series X, andata letteralmente a ruba ovunque. L’ analista Daniel Ahmad con un tweet ha dichiarato che il rapporto tra le console vendute è di 70 (Series X) a 30 (Series S).

Bundle Xbox Series X/S

Il motivo per Ahmad è semplice: i primi acquirenti a ordinare le console di next-gen sono sempre gli hardcore gamers, attirati dalla macchina più potente che in questo caso è senza dubbio Xbox Series X; Series S, invece, è una console dalle prestazioni inferiori, ma più economica, concepita per i casual gamers che probabilmente aspetteranno le festività e dei possibili sconti per acquistare una nuova console. Ora andremo a vedere le tutte le caratteristiche delle due Xbox per guidarvi al vostro prossimo acquisto.

Caratteristiche tecniche

Dati tecnici Series X/S

Le differenze tra Series X e Series S sono notevoli, vediamole nel dettaglio.

Design
Xbox Series X/S

Le dimensioni di Series X che sono di 151 x 151 x 301 mm per 4,45 kg di peso, mentre il volume di Series S è inferiore del 60% con dimensioni 65x151x275 mm e poco meno di 2 kg di peso. L’aspetto della prima ricorda quello di un mini frigorifero, la seconda invece ricorda una lavatrice con un oblò nero (in realtà una griglia per la ventilazione). Entrambe possono stare anche in orizzontale, ma nella Series X il piatto di supporto sulla base non può essere rimosso.

CPU, GPU

Le due Xbox montano la stessa CPU Zen 2 con configurazioni quasi identiche (solo 200Mhz di clock a favore di Series X con 3,8GHz contro 3,6GHz della Series S).

Xbox Series X
Xbox Series S

Anche la scheda grafica è basata in entrambe le console sulla stessa architettura: la RDNA di seconda generazione. La GPU su Series X è da 52 unità di calcolo che lavorano a 1,825 GHz, sulla Series S, invece, una GPU da 20 CUs a 1,565 GHz. Tanto Xbox Series S quanto Xbox Series X godono dei benefici della Xbox Velocity Architecture, l’accelerazione hardware per il DirectX Ray Tracing, il Variable Refresh Rate, il Dynamic Latency Input.

Quello che cambia e che fa sentire la differenza tra le console è la potenza delle GPU: Xbox Series X con una GPU RDNA2 da 12,15 TFLOPs supporta il 4K nativo raggiungendo stabilmente 60 fps sui titoli next-gen. Xbox Series S con una GPU RDNA2 da 4 TFLOPs raggiunge al massimo1440p nativi, usando un upscaling in caso di di output a 4K. Visti gli standard dei televisori attuali, Series X è chiaramente pensata per chi ha a disposizione una TV con risoluzione 4K, mentre Series S per i possessori di TV Full HD.

RAM

La RAM GDDR6 è uno dei fattori principali che distinguono maggiormente le console, sia per capacità (16 vs 10GB) sia, soprattutto, per velocità. Su Xbox Series S, infatti, sono installate delle memorie meno veloci di quelle presenti su Series X (560 GB/s vs 224 GB/s per quella più rapida, 336 GB/s vs 56 GB/s per quella più lenta). La memoria più lenta di Series X è comunque molto più veloce della migliore presente su Series S. Ciononostante, in Series S, i 224 GB/s degli 8GB dedicati ai giochi non dovrebbero essere un problema perchè gli asset per il 1080p e il 1440p hanno un peso molto inferiore rispetto a quelli dedicati al 4K, risoluzione nativa solo di Series X.

SSD e drive ottico

Le Xbox hanno degli SSD di fattura identica, ma con diverse capacità: Series X offre ben 1TB (802GB di spazio utilizzabile) contro i 512GB (solo 364GB di spazio effettivo) di Series S. Per i giochi attuali 360GB sembrano veramente pochi, tuttavia Jason Ronald, director of program management di Xbox, ha garantito che le dimensioni dei giochi su Xbox Series S saranno inferiori del 30% rispetto ai titoli per Series X. A questo serve Smart Delivery, una tecnologia che consente agli utenti di giocare la migliore versione disponibile dei videogiochi installati su qualsiasi console Xbox. Sfruttando questa tecnologia Microsoft porterà in ogni titolo su Series S soltanto gli asset delle risoluzioni supportate, tralasciando così il 4K e alleggerendo notevolmente il peso dei giochi.

Slot di espansione memoria

Nel caso ci fosse bisogno di più spazio, entrambe le console supportano l’espansione tramite lo slot dedicato alle schede proprietarie (prodotte da Seagate). Le schede di memoria con capacità di 1TB sono vendute alla modica cifra di 259 euro.

Altra differenza sostanziale è quella del lettore ottico: Series X ha un lettore Blu-ray; Series S, essendo una console all-digital, non ha drive. I possessori di Series S dovranno avere quindi un’ottima connessione per poter installare i propri giochi e non potranno scambiarsi copie fisiche dei titoli o rivolgersi al mercato dell’usato.

2 Girls 1 Game Pass

Xbox game pass ultimate

Xbox Game Pass è il punto in comune tra le due console e non solo. E’ il servizio di punta di Microsoft con cui è possibile giocare a centinaia di titoli tra esclusive e multipiattaforma su Xbox e PC Windows. Esistono tre tipi di abbonamento:

  • Xbox Game Pass Console, la versione originale dell’abbonamento per Xbox One, Series X/S in cui sono sono disponibili tutti i giochi del catalogo a 9,99€ al mese, senza contare eventuali sconti.
  • Xbox Game Pass PC con cui è possibile giocare alla maggior parte dei titoli disponibili sempre ad un prezzo base di 9,99€ mensili.
  • La versione completa Xbox Game Pass Ultimate che comprende tutte le funzionalità per PC e console, oltre ad all’abbonamento Xbox Live Gold e l’accesso a Project xCloud, il tutto a 12,99€.
Xbox Game Pass e EA Play

Microsoft ha investito molto per ampliare il suo servizio di abbonamento. In quest’ottica deve essere vista la fusione con EA Play, grazie alla quale, a partire da 10 novembre, sarà possibile giocare senza costi aggiuntivi a tutti i titoli di EA su Game Pass. Anche la recente fantascientifica acquisizione di Bethesda fa parte del grande piano dell’azienda di Redmond per primeggiare anche nel settore videoludico. Xbox Game Pass sta diventando una realtà sempre più ampia e solida, sarà veramente il futuro del gaming? Il tempo ce lo dirà…

200 euro: spenderli o non spenderli… questo è il problema

Come abbiamo visto Microsoft offre due versioni molto diverse di Xbox. La versione migliore sul mercato è indiscutibilmente Xbox Series X, però il suo prezzo ufficiale è di ben 499€, invece la meno performante Xbox Series S costa soltanto 299€. Un’altra grande differenza tra le due console. 200 euro in più per l’acquisto di Series X si fanno sentire, ma è pur vero che la sorella maggiore sarà destinata ad “invecchiare” meglio: il 4K sarà lo standard dei prossimi anni e i giochi, per quanto ottimizzati, saranno sempre più dispendiosi in termini di potenza grafica e di spazio. La vera console next-gen è Xbox Series X; Xbox Series S è un ibrido tra vecchia e nuova generazione con cui potremo soddisfare la nostra voglia di provare nuovi titoli accettando diversi compromessi, ma senza spendere troppo. Ricapitolando…

SERIES X consigliata a:
  • Hardcore gamers che vogliono giocare in 4K e hanno bisogno di GB aggiuntivi su SSD per installare più giochi
  • Collezionisti di videogiochi fisici e Blu-ray
  • Chi non ha una connessione veloce con la fibra per fare download rapidi 
SERIES S consigliata a:
  • Casual gamers che giocano occasionalmente e fanno pochi giochi contemporaneamente
  • Chi si vuole avvicinare alla next-gen e non vuole spendere troppo per il gaming
  • Giocatori che usano TV Full HD per giocare e non hanno intenzione di passare al 4K a breve
  • Chi ha a disposizione una buona connessione per scaricare i giochi
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento