PROGETTO FM – Eroe per un giorno

Buongiorno a tutti i lettori, oggi siamo qui per presentarvi la nuova rubrica di Free kick: eroe per un giorno. In che senso eroe per un giorno?

L’eroe per un giorno è quel giocatore che ti salva una partita inaspettata, l’utente che nella sfida Davide contro Golia fa la parte del proiettile che stende a sorpresa Golia.

Può essere il classico attaccante, come il terzino che ti salva un tiro sulla linea all’ultimo respiro, o il tenace mediano che da solo ferma la squadra avversaria lanciata in contropiede. Insomma, tutti possono diventare eroi per la loro squadra.

Oggi parleremo di un risultato che ha certamente sorpreso, visto l’andamento in campionato delle due squadre: andremo a scoprire l’eroe del sorprendente pareggio tra Triestina e Como.

Esatto, proprio lui. Il nostro protagonista oggi è Riccardo Ruggeri, giocatore offensivo della squadra lombarda.

Nella partita, sulla carta proibitiva, contro la squadra friulana Riccardo si è reso protagonista assoluto, sia da terminale offensivo che da trascinatore per la squadra.

Il giovane attaccante ha infatti portato a termine la bellezza di 21 passaggi riusciti su 25, di cui 2 chiave per i compagni in fase offensiva. Ma Riccardo non si è limitato solo a smistare palloni, infatti ha anche vinto tutti i contrasti (3) tentati, quasi come un medianaccio d’altri tempi. Il riferimento offensivo del Como si è fatto notare anche per i dribbling riusciti, ben 4, che hanno fatto ammattire la difesa della Triestina, che è dovuta ricorrere più volte al fallo per fermarlo.

Infine, si è dimostrato anche freddo sotto porta impegnando il portiere in quasi tutte le conclusioni tentate (2 tiri su 3 nello specchio) e calciando un rigore imparabile che ha permesso ai suoi compagni di uscire dal campo con un risultato positivo. Ruggeri è un giocatore imprescindibile per il Como, che non lo scopre certo per la partita contro gli uomini di Evil Pizzuti; titolarissimo per la squadra comasca, il giovane giocatore offensivo viene apprezzato soprattutto per la sua duttilità.

Nel corso del campionato, infatti, ha avuto modo di farsi notare sia come centrocampista offensivo (ruolo nel quale ha giocato la maggior parte delle gare finora, mettendo a segno 6 gol, 5 assist e con una invidiabile media voto di 7.6) sia come terminale offensivo, ruolo nel quale ha segnato meno (solo 2 gol come punta, e 0 assist) ma si è dimostrato comunque prezioso, come dimostra la sua media voto di 7.1 a fronte di 7 gare giocate in quel ruolo.

Quello contro la Triestina è il secondo rigore calciato da Ruggeri, anche questo andato a segno come il precedente. Come sappiamo, il Como è da poco diventata l’affiliata del Milan, perciò a questo punto ci si può aspettare quanto prima di vedere la stella emergente fare il salto di qualità approdando nel glorioso stadio Meazza.

Che dire, sembra proprio che il Como abbia trovato la gloria (e un punto utile per la classifica) grazie al suo… Eroe per un giorno!

Articolo scritto da Valerio Arnone

Revisione e grafica Stefano Santoro

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento