#Sigiocapoveri – Streghe ed acchiappafantasmi

Eccoci all’ultimo #sigiocapoveri di Ottobre! Questa settimana abbiamo tre titoli, incluso un piatto forte anni ’80 tutto da gustare! Pronti a scoprirli?


Ognissanti è ormai alle porte, e tra un Rosario per i defunti ed una visita al cimitero c’è sempre spazio per un #sigiocapoveri. Questa settimana vedremo scendere in campo nientemeno che i Ghostbusters, icona degli anni ’80, in una veste rimasterizzata. A seguire, un’avventura horror ispirata ad una delle serie più spaventose degli anni ’90: Blair Witch.

A chiudere l’immancabile gioco offerto dagli amici di IndieGala, che ormai abbiamo imparato ad amare. Non tanto per la qualità dei giochi offerti, quanto per l’incredibile capacità di proporci titoli così bizzarri da superare concetti quali ‘bello’ o ‘brutto’. Stavolta andremo a gestire un ristorante vegano per zombie in un gioco che si descrive da solo. O quantomeno vorrei lo facesse. Stiamo parlando di Dead Hungry Diner.

Siete pronti a sapere qualcosa in più su questa infornata? Spero per voi di sì, perché è quello che sta per succedere.


Ghostbusters Remastered

Epic Store (29 Ottobre / 5 Novembre 2020)

Azione – Shooter in terza persona

Diamo inizio alle danze con Ghostbusters, la versione rimasterizzata del gioco del 2009. A petto di un successo non eccezionale ai tempi nonostante l’IP sia tra i più amati di tutti i tempi, il recente reboot della serie ci ha portato ad amare qualsiasi cosa rimetta sullo schermo i nostri eroi d’infanzia. Se anche si trattasse di un gioco pensato per Commodore 64 che va a scatti su un Ryzen 5950X, probabilmente sarei in grado di spacciarvelo come capolavoro.

Al netto di tutto questo, parliamo di un classico gioco d’azione in terza persona dove vestiremo i panni di una recluta di ACCHIAPPAFANTASMI! Essenzialmente il sogno di ogni bambino nato tra la metà degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’90. Insieme ai nostri eori andremo ad affrontare avversari tratti direttamente dai film (come l’omino della pubblicità dei marshmallows) così come nuovi ed improbabili nemici. Parecchie le licenze che il gameplay andrà a prendersi sui film, soprattutto nel comparto armi, per ragioni piuttosto ovvie.

Il cast dei Ghostbusters sarà quello originale con Dan Aykroyd, Bill Murray, la buon’anima di Harold Ramis ed Ernie Hudson. Questo, da solo, vale l’intera esperienza di gioco che è, tutto sommato, piuttosto divertente. Non stiamo parlando del nuovo Half-Life, ma diciamo che mantenendo le aspettative sul piano della ragionevolezza, Ghostbusters ci può regalare qualche ora di onesto divertimento.

L’unico neo davvero fastidioso è l’assenza del doppiaggio originale in italiano, presente, invece, nella versione del 2009.

Vale la pena scaricarlo?

Ok, forse non sono stato abbastanza chiaro al primo giro, quindi cercherò di essere più sintetico.

Si tratta di un gioco in cui sarete un tizio che passa il suo tempo CON I QUATTRO GHOSTBUSTERS ORIGINALI. Facendo cosa? ACCHIAPPANDO FANTASMI.

GRATIS peraltro. Il solo fatto che stiate ponendovi il dubbio è gravissimo. Unica avvertenza: ricordatevi di non incrociare i flussi. Mai.

Scarica Ghostbusters Remastered qui!


Blair Witch

Epic Store (29 Ottobre / 5 Novembre 2020)

Avventura in prima persona – Survival Horror

Survival horror basato sull’ononima serie di film degli anni ’90, Blair Witch ci metterà nei panni di un tizio che ha la pessima idea di andare a passeggio col cane durante un lockdown. In una foresta. Facendo jogging. Senza mascherina. Il tutto vissuto in prima persona, con l’ausilio di una telecamera portatile che non funziona benissimo.

Atmosfera e resa generale sono convincenti, ed il gioco riprende in maniera piuttosto fedele gli elementi chiave dei film. Tuttavia, quando andiamo a parlare del gioco in sé, non bisogna aspettarsi nulla di eccezionale o anche solo memorabile. Può essere una buona scelta per un amante del genere horror, suppongo, ma a prezzo pieno esisterebbe alternative ben più interessanti.

Tuttavia stiamo parlando di un gioco gratis, e nella versione a noi proposta sono inclusi comandi e reazioni che il nostro amico peloso non avrebbe di base. Se la possibilità di passeggiare nel bosco col cane fosse il fulcro del gioco, chiaramente lo starei già proponendo per una riedizione GOTY. Pare invece sia la nostra sopravvivenza (dubbia) e quella del cane stesso (fondamentale) a farla da padrone, proponendoci situazioni che variano dalla tensione leggera al salto sulla sedia.

La presenza di elementi puzzle tenderà a rendere più longevo il gioco rispetto a quanto avrebbe potuto essere, ma non aspettatevi né un novello Amnesia, né un Resident Evil. Qui è l’atmosfera a farla da padrona su tutto: è abbastanza per voi?

Vale la pena scaricarlo?

Si tratta di un titolo un po’ particolare, che rimane un po’ in bilico tra diversi generi. La componente puzzle può mettere in difficoltà gli appassionati dei giochi di azione pura, mentre l’atmosfera cupa e pesante lo rende più adatto agli appassionati di horror e tensione che non al giocatore casuale. Parlando del cane, non ho avuto il coraggio d’investigare troppo su ciò che può o meno accadergli.

Diciamo che può valere la pena provarlo se siete appassionati di horror, o se cercate disperatamente un’avventura in prima persona in stile Amnesia ma da vivere con un cane. Che potrebbe anche morire.

Tenendo questo a mente, chiaramente va consigliato ad un solo pubblico adulto. Pubblico che, d’altra parte, potrebbe benissimo essere impegnato con il succitato Ghostbusters.

Scarica Blair Witch qui!


Dead Hungry Diner

IndieGala (Freebie)

Gestionale – Timer

Ultimo nominato in questo #sigiocapoveri, e sappiamo che non sarebbe un vero #sigiocapoveri senza, Dead Hungry Diner è offerto da IndieGala come freebie. Questi giochi sono generalmente un po’… Particolari, diciamo, ed il titolo di oggi non fa eccezione. Nei panni di un improbabile oste per mostri, dovremo nutrire orde di Zombie, Vampiri, Lupi Mannari ed altre creature dell’orrore.

Ognuna delle nostre categorie avrà problemi più o meno marcati con le altre, e toccherà praticare il distanziamento sociale tra loro. A nostra disposizione avremo tutta la nostra capacità gestionale, un mercato per acquistare bonus e potenziamenti, ed incantesimi per guadagnare tempo. O per risolvere le situazioni più spinose. Non tutti i mostri avranno lo stesso grado di pazienza nell’aspettare di essere serviti, ad esempio. In compenso, tutti mangeranno le nostre ottime cerebacche.

Ora… Come già detto altre volte, potrà sembrarvi un paradosso ma questo giochino è terribilmente divertente. Diviso in livelli di difficoltà crescente, e con la possibilità di seguire la storia o far per conto proprio, Dead Hungry Diner non si prende troppo sul serio. Fa il suo lavoro e lo fa bene, regalandoci una sfida tutto sommato piacevole ed un passatempo più che dignitoso.

Spesso dovremo anche usare un minimo di acume per gestire bene i nostri tavoli, cercando di inanellare quante più combo possibile per massimizzare i nostri profitti. La parte migliore, o peggiore secondo come, è che il tutto è studiato straordinariamente bene. Vorrei sinceramente che un simile livello di cura fosse presente in giochi molto più blasonati. Oltretutto, pare che gli sviluppatori si siano presi la briga di curare una traduzione in Italiano decente. Non perfetta, ma decente. Per dire.

Vale la pena scaricarlo?

Assolutamente sì. Non si tratta di un gioco violento o con scene particolarmente grafiche, per cui è adatto tanto ad un pubblico adulto quanto ad uno più giovane, che magari voglia sentirsi “grande” giocando coi mostri. Sicuramente è un gioco indirizzato primariamente ad un pubblico di giocatori casuali e senza pretese, ma anche un utente più smaliziato potrebbe trovare pane per i suoi denti al progredire dei livelli.

Volendo essere del tutto onesti, è ancora una volta questo outsider a sorprendermi per il rapporto tra qualità e prezzo di listino. Non è un gioco recentissimo, non è un gioco tripla A, ma onestamente credo valga assolutamente la pena di essere, quantomeno, provato.

Scarica Dead Hungry Diner qui!


Anche Ottobre è finito, e con lui questa edizione del #sigiocapoveri. Augurandoci di avervi fatto cosa gradita nel segnalarvi queste offerte, ci teniamo a ricordarvi che, capitasse mai che qualcuno vi chiedesse siete un dio, la risposta corretta è ‘sì’. Ce lo ha confermato anche Gozer, il Gozeriano. Ricordate, però, chi stesse cercando il guardiano di porta? Ditecelo nei commenti. I più fortunati potrebbero ricevere un dolcetto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento