Gameplay of Scorn: l’arte di H.R. Giger in azione

Scorn torna finalmente a farsi vedere con un lungo video gameplay. L’ambientazione in puro stile di H.R. Giger, il disigner di Alien, ha generato grande hype intorno all’intrigante titolo di Ebb Software.

Umanoidi di Scorn

Sono passati più di cinque mesi dall’ultima volta che Scorn, il survival horror di Ebb Software, si è mostrato con un trailer a dir poco affascinante durante l’Inside XBOX. Scorn è un videogioco nato ben sei anni fa, il primo trailer della versione pre-alpha fu pubblicato addirittura nel 2014. Soltanto negli ultimi mesi, grazie alla nuova partnership con Microsoft, gli sviluppatori della Ebb Software sono riusciti ad accelerare i lavori per la realizzazione del progetto e ormai il gioco sembra in dirittura d’arrivo. L’uscita in esclusiva per XBOX Series X/S e PC è prevista nel 2021.

Ciò che crea enormi aspettative per questo titolo, è senza dubbio l’ambientazione basata sull’inconfondibile folle stile dell’artista svizzero Hans Ruedi Giger, disegnatore e creatore delle scenografie della saga di Alien e non solo…

L’eredità di H.R. Giger, dal cinema ai videogiochi

H.R. Giger è morto nel 2014, guarda caso proprio l’anno in cui è iniziato lo svilippo di Scorn, ciononostante la sua eredità artistica è ancora viva. Tutti noi conosciamo Giger per aver creato il famoso Xenomorfo di Alien, ma i sui meriti vanno ben oltre. L’artista svizzero ha creato un vero e proprio stile in cui l’uomo, l’alieno e le macchina si sono fusi creando un mondo organico, vivente, a tratti anche disturbante.

Il primo Alien di Ridley Scott lo ha consacrato artista di livello internazionale nel mondo del cinema e, dopo una decina d’anni, è riuscito ad entrare prepotentemente anche nel mondo videoludico.

Mike Dawson rapito dagli alieni
Mike Dawson, lo scrittore protagonista di Dark Seed, vittima degli esperimenti alieni nel Mondo Oscuro.

All’inizio degli anni Novanta, infatti, partecipò alla realizzazione di Dark Seed, l’avventura grafica di genere horror di Cyberdreams, uscita nel 1992 per MS-DOS, Amiga, Macintosh e successivamente per Sega Saturn e PlayStation. Il design del “Mondo Oscuro” e degli alieni chiamati “Antichi” rispecchiava perfettamente lo stile inconfondibile dell’artista. Il successo di Dark Seed, che proprio in quell’anno rivaleggeva con lo storico Alone in the Dark, portò Cyberdreams e Giger a creare Dark Seed II.

Anche in altri giochi l’impronta del designer si è sentita notevolmente: dalle ambientazioni di Axiom Verge a quelle di Streets of Rage 2, dalle creature di Contra a quelle di Abuse fino ad arrivare addirittura a Metroid e Silent Hill. Scorn è soltanto l’ultimo di una lunga serie di videogiochi che traggono ispirazione dalle opere geniali di H.R. Giger.

Un survival horror in un inferno alieno organico

Scorn si presenta come survival horror in prima persona in cui il personaggio principale è un umanoide. Il vero protagonista, però, è sicuramente lo scenario grottesco ispirato alle opere di Giger.

L'umanoide di Scorn

Dal gameplay trailer si nota un ambiente alieno vivo e ostile in cui muoversi, dove ogni angolo nasconde pericoli letali, enigmi da risolvere od oggetti con cui interagire. Ci sono dei terminali organici con cui interagire tramite le proprie armi, organiche anch’esse e tutte rigorosamente “alien style”.

Si vedono già alcune armi, dalla pistola al lanciagrantate, tuttavia la componente sparatutto è ridotta al minimo. E’ possibile uccidere soltanto pochi nemici scegliendo le armi giuste, dosando le munizioni e calcolando bene i tempi di ricarica… e comunque scappare rimane sempre una buona alternativa.

Graficamente il gioco ha fatto enormi passi in avanti rispetto ai primi trailer, la cura dei dettagli sembra ottima, tuttavia è ancora troppo presto per dare giudizi definitivi. Non ci resta che guardare il video e aspettare pazientemente altre novità da parte di Ebb Software e Microsoft su questo piccolo capolavoro artistico erede di H.R. Giger.

Ora che avete finito di vedere il trailer e avete ancora con la bavetta alla bocca, vi vorrei fare una domanda: in Dark Seed vi ricordate il nome dell’alieno che Mike Dawson incontra nelle prigioni del Mondo Oscuro?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento