“10 Years Challenge” su Football Manager

Nei primi mesi del 2019 è “esplosa” la “10 Years Challenge”, una pratica che metteva a rapporto le immagini attuali di una persona a quelle di dieci anni prima.

Noi oggi faremo lo stesso, su Football Manager!

MARCELO

Partiamo dal terzino sinistro dei “Galacticos“, Marcelo Vieira da Silva Júnior, vincitore di ben 4 Champions League!

Football manager 10 years challenge 01

Nel 2010 come scheda saltavano sicuramente all’occhio le straordinarie qualità fisiche che gli permettevano di non sfigurare nemmeno come ala.

In quel Real Madrid veniva già considerato il “futuro Roberto Carlos“.

Football manager 10 years challenge 02

Classico “excursus” di Football Manager, a ben 31 anni Marcelo ha visto “calare” le sue doti fisiche e salire vertiginosamente quelle tecniche!

Nel 2020 è diventato seppur più lento, molto più difficile da contrastare nel uno contro uno.

KEVIN DE BRUYNE

Oramai diventato una colonna portante della squadra guidata da “Pep” Guardiola il Manchester City, il belga è ritenuto uno dei centrocampisti più forti del Pianeta.

Football manager 10 years challenge 03

Nel 2010 l’allora regista si trovava nella madrepatria in Belgio e vestiva i colori del KRC Genk.

Nel gioco era definito come “ragazzo prodigio” dato che possedeva seppur a soli 18 anni, altissime qualità mentali che gli permettevano di ottimizzare le basse fisiche e le discrete tecniche.

Dopo 10 anni è secondo a pochi come regista di centrocampo, inoltre è uno dei rarissimi casi del gioco della Sports Interactive che possiede il valore massimo in Visione di gioco (20/20).

EDINSON CAVANI

Concludiamo infine con un “bomber di razza“, appena trasferitosi in Premier League alla corte di Ole Gunnar Solskjaer al Manchester United.

Dieci anni fa lo trovavamo alla sua ultima stagione al Palermo, dove siglerà in quella fenomenale squadra piena di sudamericani 13 gol in 34 partite.

A 22 anni aveva straordinarie qualità fisiche, ottime mentali e discrete tecniche, seppur con una eccellente Finalizzazione che gli permetteva oltre ad essere rapido palla al piede di essere anche abbastanza bravo a calciare in porta.

Nel corso di dieci anni, le tecniche si sono notevolmente affinate e le fisiche sono leggermente calate, ma l’alta resistenza gli ha permesso di sopperire ciò che perde in velocità o agilità, con la tenuta fisica nei 90 minuti.

Per la squadra di Parigi è sicuramente diventato uno dei migliori attaccanti mai acquistati!

Si conclude qui il nostro appuntamento!

Spero l’articolo vi sia piaciuto, in questo caso condividetelo sui vostri social per farlo vedere ai vostri amici!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento