Baldur's Gate 3

Baldur’s Gate 3 – Early Access dal 30 Settembre

Ci siamo. L’accesso anticipato di Baldur’s Gate 3 è stato finalmente annunciato per il 30 Settembre dell’anno corrente. Durante la diretta, dove gli sviluppatori della Larian hanno presentato spezzoni di gioco e parlato dei progetti futuri, la data è stata finalmente svelata nel giubilo generale.

Ottima notizia per tutti gli appassionati del genere. Dopo anni di snervante attesa per questo gioco, più volte paventato e sui cui avevamo cominciato a nutrire gli stessi dubbi che nutriamo su Half-Life 3, la nostra fede pare essere stata ricompensata.

In particolare è immenso lo sforzo per rendere ogni scelta del nostro personaggio significativa, oltre che per far sì che le relazioni siano un punto chiave del gioco. Ogni interazione, ogni scelta nei dialoghi ha un effetto specifico e diverso dagli altri e può portare a situazioni decisamente diverse e spesso particolari.

Questo, perlomeno, stando a quanto promesso durante lo show in diretta. Ci saranno molti meno personaggi rispetto ai precedenti capitoli, ma la promessa di una maggiore interattività e profondità relazionale pare essere il contrappeso proposto dallo studio.

La parte più interessante, se vogliamo, è proprio la cura che gli sviluppatori stanno mettendo nel rendere Baldur’s Gate 3 un’esperienza di D&D 5.0 il più prossima possibile a quella che avremmo stando ad un tavolo con i nostri amici. Sempre secondo quanto emerso dalla diretta, questo potrebbe avere ramificazioni interessanti anche nell’ambito del multiplayer.

DALL’ISOMETRICA AL 3D

Cambio radicale anche per l’interfaccia: si passa dalla classica visuale in isometrica proposta finora nella serie ad una più moderna visuale in 3D. Personalmente non sono particolarmente entusiasta della decisione, ma se ha funzionato con Dragon Age…

Diciamo che nelle parti di gameplay che abbiamo potuto visionare, sicuramente l’aspetto grafico è risultato convincente e curato, ma toccherà aspettare di poter provare il prodotto per vedere fino a che punto saprà farsi amare anche dai fan più esigenti.

Dal canto loro, i Larian Studios si sono detti aperti (e finora hanno sempre tenuto fede a questa affermazione) rispetto al feedback degli utenti. Anzi, il loro auspicio è proprio quello di ricevere quanto più feedback possibile ed in particolare dagli appassionati della serie e di D&D.

Il prodotto non è stato (ancora) testato sugli animali

Ovviamente la proposta di Larian è quella di mettere subito le mani sul gioco, al momento del rilascio in accesso anticipato. Più saranno i giocatori che acquisteranno e proveranno il gioco da subito (che sarà più o meno completo, ma subirà ancora moltissime modifiche), maggiore e migliore si prospetterà il risultato finale. Questo, come già detto, sia grazie al feedback diretto derivante dalle nostre interazioni col gioco (potremo scegliere di mandare i nostri dati di gioco alla casa madre), sia da quello derivante da forum, social media, Twitch e soprattutto Reddit.

Insomma, pare che le lezioni apprese con Divinity: Original Sin e Divinity: Original Sin 2 siano state ampiamente messe in pratica anche in questo caso. Vedremo quale sarà la risposta da parte dei videogiocatori: se già il nome dello studio è una garanzia, la prospettiva di poter contribuire attivamente allo sviluppo dell’opera potrebbe far drizzare qualche antenna in più del solito.

Per maggiori informazioni, vi invito a visitare il sito internet di Baldur’s Gate 3 ed il relativo link al Panel from Hell, l’evento live di cui sopra.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento