Progetto FM – Akragas Vs. Spezia: nuovo connubio

Un nuovo connubio si staglia all’orizzonte del Progetto FM, quello tra l’Akragas del Vulcanico Paolo Di Gaetano e lo Spezia dell’attivissimo Gabriele Di Leo.

Noi di Progetto X abbiamo fatto alcune domande ai due artefici della fusione, su come sia nata l’idea dell’affiliazione delle due squadre e quali siano i progetti delle due compagini.

I fatti si sono svolti rapidamente, data la scelta di Pier Gaetano Fulco, dettata dal cuore, di abbracciare la causa Entella, l’Akragas si ritrovò priva di DS, di lì la scintilla, Di Leo prende il patentino da DS e accetta di diventare DS anche dell’Akragas.

Dato il grande hype su social, generato dall’acquisto di Kun Dispa e dalla sua campagna social in favore dell’Akragas, che si è trasformato in tanta nuova utenza che voleva entrare in game per giocare con il suo beniamino, i presidenti Di Gaetano, Gismondi e Lucatelli hanno pensato, insieme al buon Di Leo, che lo Spezia potesse essere il posto giusto per far crescere tutta questa nuova utenza e diventare a tutti gli effetti la cantera della squadra Agrigentina.

Animati da questa convinzione, allo Spezia il nuovo staff ha puntato su un allenatore giovane, in linea con quello che si era fatto ai tempi della scelta di Di Leo all’Akragas, Florind Lucas considerato ideale per gestire e invogliare i nuovi utenti data la sua grande attività all’interno del progetto.

Per non snaturare lo Spezia e cercare di farne una squadra competitiva, che punti ai play-off di categoria, l’unico movimento di mercato sin ora fatto è quello di Izzo che si accasa alla squadra madre, in quel di Agrigento.

Lo Spezia, punterà in S6 a massimizzare l’attività e sul reinvestire gli introiti sugli stipendi dei giocatori, per garantirgli uno sviluppo veloce e sostanzioso. L’Academy avrà comunque la sua identità e non si tirerà indietro a una possibile promozione, onorerà il campo come lo hanno fatto altre affiliate prima di loro, queste le parole di Di Gaetano.

In Linea con le parole di Di Gaetano quelle di Di Leo:

“La scelta di affiliare lo Spezia all’Akragas può comportare solo che vantaggi per tutte e due le squadre visto che così facendo si possono rinforzare al meglio entrambe. Secondo me, un’affiliata ha il dovere di sognare la serie B, del resto abbiamo appena assistito ad una finale playoff S5 tra due affiliate, quindi non vedo perché non dovremmo provarci anche noi”

Il ruolo delle affiliate, da sempre è terreno di discussione, abbiamo voluto lasciare il particolare per il generale chiedendo a Di Leo quale dovrebbe essere il ruolo di una squadra affiliata e se varierebbe qualcosa nel regolamento in merito alle affiliate, questa la sua risposta:

“L’affiliata deve avere un ruolo di supporto alla squadra madre e deve garantire l’esplosione di giovani promesse, ha il compito di valorizzare il più possibile il proprio organico contribuendo al processo di crescita del giocatore all’interno del progetto. Se dovessi esprimere una critica sul regolamento delle affiliate lo farei nei confronti dell’obbligo dello scioglimento dell’affiliazione, una volta che l’affiliata riesca a raggiungere la serie B. A quel punto farei un distinguo, se la squadra madre fosse una squadra di serie A, non vedo perché si debba sciogliere l’affiliazione.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento