Playstation 5 – Riassunto completo dell’evento dedicato

Come volevasi dimostrare, Sony ha giocato bene la sua mano e tirato fuori le sue carte migliori nell’evento che era uno dei più attesi dell’anno. Sony ha presentato la sua nuova console con una carrellata di titoli, e molti di questi sono produzioni esclusive (con tanto di logo dei Playstation Studios). Molti dei titoli che vedremo a breve usciranno tra il lancio della console ed il 2021.

Alcuni dei titoli presentati, però, erano stati “previsti” già dai numerosi rumor circolati nuovamente in questi ultimi giorni. Per questo, è stata confermata una buona line-up di presentazione, riuscendo ad intrattenere per quasi un’ora e mezza.

Jim Ryan, presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment ha dichiarato:
Con PlayStation 5, stiamo compiendo un grande passo in avanti nell’offrire una generazione di esperienze di gioco veramente rivoluzionarie, che andranno a ridefinire le aspettative su ciò che un videogioco è in grado di fare. I mondi di gioco saranno più belli e dettagliati, per coinvolgere i sensi in modi finora sconosciuti. Inoltre, grazie ai caricamenti ultra rapidi, l’esperienza risulterà incredibilmente fluida. La presentazione di oggi non è che un assaggio di ciò che la nuova generazione ha in serbo per i giocatori. Vogliamo ringraziare la nostra community per averci accompagnati nel viaggio che porta al lancio di PS5.

Ora andiamo a guardare tutte le novità che si sono susseguite durante la conferenza (attualmente) più attesa dell’anno.

Grand Theft Auto V

Sony parte subito con cautela. GTA V arriverà anche su Playstation 5, ma più espanso e migliorato. Un avvenimento che, tutto sommato, era abbastanza prevedibile. Parliamo comunque del penultimo canto del cigno di Rockstar Games, il titolo che ha venduto oltre 110 milioni di copie. Inoltre, l’attesa per GTA VI continuerà ancora per molto.

Marvel’s Spider-man: Miles Morales

Si prosegue con la prima delle bombe lanciate da Sony. Marvel’s Spider-man: Miles Morales sarà il seguito del primo titolo uscito qualche anno fa, e sarà incentrata sulle vicende di Miles Morales, come suggerisce il titolo. Probabilmente si tratterà più di uno spin-off, in attesa di novità riguardo il vero sequel. Questo, comunque, sarà uno dei titoli di lancio della nuova console, ed uscirà durante la fine di quest’anno.

Gran Turismo 7

Lo sgancio di bombe continua con Kazunori Yamauchi, mente dietro la serie di Gran Turismo, che annuncia il settimo capitolo del brand. In questo trailer, Gran Turismo 7 mostra il menu di gioco, presentazioni delle auto (dall’interno e dall’esterno) ed una sezione di guida all’interno dell’abitacolo. Molti rumor accennavano ad un ritorno alla ribalta della serie, e questa è solo la conferma. Ora, tutti gli appassionati di auto e delle corse potranno gioire per tutto ciò.

Ratchet & Clank: Rift Apart

La carrellata continua con un grande ritorno della serie, ma questa volta non si tratta di un altro remake. Ratchet & Clank: Rift Apart sarà un capitolo inedito della saga, che continuerà le vicende lasciate in sospeso dall’ultimo capitolo uscito nel 2013 (Ratchet & Clank: Into the Nexus). Esso si mostra con un iniziale video in cinematic, per poi proseguire subito con il gameplay. Proprio qui mostra il vero potenziale della console, cioè la potenza di caricamento del suo SSD. Qui, infatti, i due protagonisti potranno passare da una dimensione all’altra instantaneamente attraverso l’utilizzo di portali, senza alcun tempo di caricamento.

Project Athia

Square Enix e Luminous Project hanno introdotto il primo trailer di Project Athia, un fantasy molto interessante, di cui si sa poco, a parte il video. Quest’ultimo, però, mostra un mondo vasto e affascinante, ricco di dettagli e mozzafiato. Il progetto sarà un’esclusiva PS5, ma per ora non abbiamo ulteriori informazioni. Che si tratti del prossimo capitolo di Final Fantasy?

Stray

Qui viene mostrato un trailer tanto intrigante quanto misterioso. Nel mondo di Stray, un gatto con uno strano gingillo sulla schiena si aggira in queste strade pullulanti di robot che sembrano controllare gli umani. Ad ora sappiamo molto poco del titolo, ma di sicuro ha un concept da tenere d’occhio.

DualSense Wireless Controller

Dopo la prima parte dei giochi presentati, bisognava avere uno stacco per introdurre i componenti hardware. Tra questi, viene presentato il controller della nuova console. Questo, infatti, ha le caratteristiche perfette per permettere maggiore immersività nei giochi PS5. Per prima cosa il maggiore controllo tattile, ovvero la possibilità utilizzare il touchpad per effettuare azioni di gioco. Anche l’udito non sarà ignorato, infatti viene citato il tentativo da parte degli sviluppatori di utilizzare la propria voce per controllare delle interazioni nel gioco. Oltretutto, sarà compreso di audio 3D. Infine è meglio ricordare che recentemente è emerso come non tutti i titoli PS4 che saranno compatibili con PS5 riceveranno dei miglioramenti effettivi. Ma di questo, è meglio parlarne più tardi.

Returnal

Housemarque, l’azienda sviluppatrice dietro Resogun, ha rilasciato il trailer del loro nuovo progetto, denominato Returnal. Il titolo è uno sparatutto in terza persona ambientato in un pianeta alieno, con la protagonista bloccata in un loop spazio-temporale. In un certo senso, il tutto ricorda vagamente Dead Space, ma molto differente. Sicuramente è un gioco da tenere d’occhio.

Sackboy: A Big Adventure

Dopodichè è stato mostrato il trailer di Sackboy: A Big Adventure, un platform 2,5D che continua la serie di LittleBigPlanet, ma con un gameplay differente. Sicuramente non ci saranno meccaniche di editor viste nei giochi precedenti, ma di sicuro ha un gameplay molto familiare ad una serie Nintendo molto nota a tutti. Forse, ora, Sony fa sul serio e vuole far rivaleggiare il loro pupazzo di pezza con l’idraulico più famoso nel panorama videoludico.

Destruction All Stars

Lucid Games, dopo aver abbandonato le atmosfere “calme” di Need For Speed: Payback, ritorna con Destruction All Stars, un gioco per molti definito “un Rocket League più arrabbiato”. In realtà, secondo me, è molto simile all’iconica serie di Destruction Derby, ma con la differenza che sembra avere lo stile artistico di Sunset Overdrive, piccolo pregio non indifferente.

Kena: Bridge of Spirits

Se, da un lato, abbiamo il pupazzo che vuole rivaleggiare con Mario, dall’altro abbiamo questa giovane fanciulla che vuole mettersi faccia a faccia contro un colosso come The Legend of Zelda (nonostante nel trailer ci siano diversi riferimenti a quest’ultimo). Un po’ dominatrice degli elementi, un po’ maga, un po’ apprendista Jedi, Kena è un’eroina combattiva e determinata, dotata di incredibili abilità (non ancora definite), ma ancora impegnata in un percorso di crescita interiore. Sony ha ufficialmente lanciato il guanto di sfida ai due grandi classici Nintendo, dove ne uscirà quasi sicuramente sconfitta, ma mai dire mai.

Goodbye Volcano High

Il gioco è esattamente ciò che sembra. La prima cosa che vi sarà venuta in mente in quel momento è “Life is Strange con i dinosauri”, ma c’è un “ma”. Questo titolo, con uno stile di disegno a dir poco accattivante, segue le vicende della protagonista “non-binaria” Fang e della sua migliore amica Trish durante l’ultimo anno delle scuole superiori. Ovviamente la trama avrà risvolti multipli e le situazioni di scelta saranno più immersive grazie alle caratteristiche del controller. Come se non bastasse, solo il titolo “Goodbye Volcano High” potrebbe avere molteplici significati: la fine dell’attuale generazione console, la fine dell’ultimo anno delle superiori delle protagoniste ma anche l’estinzione di massa del Cretaceo-Paleocene.

Oddworld: Soulstorm

Molti nostalgici, me compreso, aspettavano anche quest’altro ritorno della saga. Dopo il remake di “Abe’s Oddysee”, Oddworld: New ‘n’ Tasty, arriva quello del seguito “Abe’s Exoddus”, Oddworld: Soulstorm. Il gioco, oltre a ciò, avrà un nuovo sistema di inventario e crafting, caratteristiche non presenti nei capitoli precedenti. A differenza di tutti gli altri, questo nuovo capitolo avrà un tono più serio e cupo, ma non ci sarà da preoccuparsi: i momenti di black humour saranno presenti anche qui.

GhostWire: Tokyo

Dopo Resident Evil, Dino Crisis e The Evil Within, Shinji Mikami ci delizierà con un altro gioco horror dei suoi. GhostWire: Tokyo, infatti, sarà in prima persona e dai toni molto frenetici, dove noi esorcisti esploreremo le strade di una Tokyo piena di spiriti e misteriose minacce ultraterrene. Le immagini parlano da sole.

Jett: The Far Shore

In questo nuovo titolo nel quale si sanno pochi dettagli, la protagonista, con il suo co-pilota, verranno inviati su un pianeta oceanico ai confini di un mare di stelle, per cercare un potenziale rifugio per un popolo a un passo dall’estinzione. Jett: The Far Shore sarà un indie caratterizzato, soprattutto, da una colonna sonora mozzafiato firmata Scntfc, noto compositore nel mondo del gaming.

Godfall

Il momento che tutti aspettavano dai The Game Awards 2019 è finalmente arrivato. Godfall si è mostrato con un corposo gameplay trailer. Noi siamo l’ultimo dei Valorian Knights, semidei guerrieri in grado di usare le Valorplates, armature leggendarie che trasformano chi le indossa in invincibili maestri di combattimenti corpo a corpo. Il gioco sarà disponibile subito su PS5 e lo diventerà a fine anno su PC.

Solar Ash

Subito dopo c’è l’introduzione di un gioco singolare, ma dalle fattezze abbastanza simili a Journey. Secondo Heart Machine, la casa sviluppatrice del pluripremiato Hyper Light Drifter, Solar Ash è “un viaggio attraverso un mondo surreale e vivace pieno di misteri, personaggi accattivanti e grandiosi scontri con i nemici in un vasto mondo aperto”.

Hitman III

La carrellata continua con l’annuncio di Hitman III, il capitolo conclusivo della “World of Assassination Trilogy”. Per l’ultima volta, vestiremo i panni dell’Agente 47, l’elegante assassino che tutti conosciamo in questo drammatico epilogo. “Only death awaits”.

Astro’s Playroom

Dopo Astro Bot Rescue Mission, un titolo presente su PS4, passato in sordina da molti, Sony Interactive Entertainment Japan Studio continua a scommettere sul robottino bianco protagonista de The Playroom. Piccola postilla: il gioco sarà completamente gratuito e pre-caricato su tutti i dispositivi PS5. Uscirà entro la fine del 2020.

Little Devil Inside

In molti non se l’aspettavano, ma gli stessi sono rimasti piacevolmente sorpresi. Progetto nato qualche anno fa, ma mostrato solo a novembre scorso, questo survival narra l’avventura di questo ragazzo che dà l’idea di essere stato assoldato dal vecchio professore per agire in sua vece. Le atmosfere di Little Devil Inside ricordano i racconti di Jules Verne, con quel sapore vittoriano mescolato ai colori del fantasy. C’è davvero molto da approfondire solo in questi due minuti di trailer, ma forse è meglio far parlare le immagini.

NBA 2K21

Si sa davvero pochissimo del nuova edizione dello sportivo dedicato alla pallacanestro, in quanto questo è un trailer di poco più di un minuto ed il gioco è in pre-alpha. Ma una cosa è certa: animazioni a parte, il dettaglio nel sudore del giocatore è impressionante.

Bugsnax

Tutti conoscono la fama che ha raggiunto Octodad: Deadliest Catch su internet. Young Horses, i creatori dietro quel titolo, proprio per questo, hanno preso la palla al balzo per tornare alla ribalta con un gioco completamente opposto a tutti gli altri che abbiamo visto finora. Molto singolare ed a tratti volutamente infantile, Bugsnax è ambientato a Snaktooth Island, un mondo che pullula di leggendarie creature mezzo-insetto mezzo-snack, i “bugsnax”, appunto.

Demon’s Souls

Da troppo tempo questo clamoroso progetto era un rumor di una rilevanza non indifferente. Si parlava da troppo tempo del remake del padre di tutti i “Souls”, il capitolo che ha dato il via alla leggenda. Mancava solo la conferma ed il primo trailer. Il momento è arrivato. Il remake di Demon’s Souls si farà, ed il risultato sembra anche sbalorditivo.

Deathloop

Gli Arkane Studios, si sa, sono molto citazionisti. Appena un gioco viene presentato, la loro impronta è troppo evidente per non essere notata, quasi ripetitiva. Non che questo sia un male, alla fine. Deathloop viaggia su questa linea, infatti. Contrariamente a quanto accennavano molti, questo nuovo sparatutto in terza persona sarà un’esclusiva PS5. Piccola conferma avuta solo ieri: il gioco presenterà anche le invasioni PvP “alla Dark Souls”.

Resident Evil 8: Village

Un’altra bomba è stata sganciata senza preavviso. A sorpresa (ma neanche tanto), dopo i vari remake della serie, gli incubi di Ethan Winters continueranno a seguirlo dopo le vicende avvenute nel settimo capitolo. Come il predecessore, ancora una volta, Capcom lascia alle spalle il passato, ma senza dimenticare le sue orme che l’hanno reso vincente. La paura di ciò che si cela dietro gli angoli bui è stata sostituita dall’ansia dell’ignoto. Il villaggio stesso sarà importante quanto tutti gli altri personaggi: è un luogo con vita propria che, man mano che si scoprono i suoi segreti, tutto diventerà sempre più angosciante.

Pragmata

Un altro titolo marchiato Capcom, ma questa volta come nuova IP. Di Pragmata non si può dire assolutamente niente, a parte l’ambientazione in un futuro distopico, a metà tra Terra e Luna ed il protagonista in tuta è un umano. Tutto il resto sono solo mille mila ipotesi.

Horizon Forbidden West

La bomba finale è stata lanciata senza pretese. Come un fulmine a ciel sereno, arriva il seguito di uno dei titoli più amati della scorsa generazione di console, esclusiva Sony. Il trailer mostra Aloy alle prese con un paesaggio molto simile presente al predecessore, ma con una “fauna” più variegata e sicuramente molto poco amichevole.

Playstation 5

In chiusura di conferenza, contrariamente a quanto tutti si aspettavano, viene finalmente presentata anche la console che reggerà tutti i titoli presentati in precedenza. Il design è sicuramente futuristico, come quanto avevano accennato molti mesi prima. Le due parti bianche “esterne” della console saranno ruvide, mentre la parte nera centrale è completamente liscia. Al lancio, la console sarà disponibile in due modelli differenti: uno standard con un drive Ultra HD Blu-ray Disc ed uno digitale che non lo presenta, offrendo agli appassionati una scelta senza precedenti. E, come notizia che farà contenti molti, la GPU di PS5 sarà capace di far girare i giochi della precedente generazione di console ed i giochi di PlayStation 4 e PS4 Pro potranno girare con frequenze maggiorate. La differenza estetica che contraddistigue le due è che, quella senza il lettore Blu-Ray, è perfettamente simmetrica.

In conclusione, la conferenza ha colmato le mie aspettative ed è promossa a pieni voti. Pimpante, con tanta carne al fuoco ed ha alimentato tanta, tanta curiosità (ed hype). Certo, non si è avvicinata alla perfezione raggiunta (e superata) dalla conferenza Sony nell’E3 del 2016, ma è comunque riuscita ad incollare me e molti allo schermo, mentre venivano sparati titoli di ogni spessore. Personalmente, mi sono divertito mentre guardavo l’evento e mi sono divertito tutt’ora che l’ho “scritto”. E voi?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento