sigiocapoveri ark

#Sigiocapoveri: Ark Survival Evolved

Ormai il giovedì è un giorno speciale. Il giovedì è quel giorno in cui noi tutti, alle 17:00, ci colleghiamo all’Epic Store per reclamarne i doni, ignari della loro portata. O forse no ? Bentornati all’appuntamento che vi permette di giocare senza spendere un solo, singolo, centesimo. Questa settimana si chiude il cerchio dei grandi titoli che già tanti leak avevano anticipato e lo si fa con un gioco che conosciamo bene qui su Progetto Gaming. Stiamo parlando di Ark: Survival Evolved. Perché dite? Andiamo con ordine!

Ark: Survival Evolved

Adorate quelle esperienze dove poter costruire, attraverso una buona dose di pazienza e di crafting, la vostra ” vita ” virtuale? Vi piace accumulare risorse utili e necessarie alla costruzione di un giaciglio o di un equipaggiamento adatto? Siete portati per delle meccaniche di sopravvivenza che vi porteranno inevitabilmente a formare delle “tribù”? Se tutto questo fa per voi, allora Ark: Survival Evolved è ciò che stavate cercando. Il titolo di Studio Wildcard vede ufficialmente la luce nell’Agosto del 2017, dopo una gestazione in Early Access durata 2 anni. Da allora il gioco ha ottenuto l’apprezzamento di tanti giocatori e un supporto costante che lo ha portato ad essere ampliato con moltissime espansioni.

Uh guarda mamma, un dinosauro!

Ma in cosa consiste realmente il gioco ? All’inizio della nostra sessione, una volta scelto il server sul quale giocare, dovremo innanzitutto creare il nostro personaggio, scegliendone il sesso e impostandone alcuni parametri estetici attraverso l’editor. Saremo dunque catapultati su di un’isola molto ostile, inizialmente semi nudi e con un impianto cibernetico nel polso, mossi dal solo istinto di sopravvivenza. Come ogni buon survival game che si rispetti, inizialmente dovremmo fare i conti con la necessità di trovare un minimo di equipaggiamento atto ad accumulare altre risorse. Il tutto stando attenti alle svariate minacce ravvisabili nell’isola, popolata tra l’altro da numerosi dinosauri. Adottando una visuale in prima persona, il gioco ci concede piena libertà di scelta circa il nostro percorso, libero da una qualsiasi narrativa obbligata.

Come citato in precedenza, il nostro personaggio si ritroverà con un impianto cibernetico fissato sul polso. Questo accessorio ci darà accesso a tutte le informazioni relative al nostro avatar, compreso l’inventario. Qui si andranno a collocare gli oggetti e le risorse che raccoglieremo, l’equipaggiamento o gli artefatti che creeremo e tutte le opzioni di gestione che ci competono. Va specificato che molte delle risorse che faremo nostre avranno un loro decadimento nel tempo, obbligandoci a pensare attentamente a cosa collezionare e come sfruttarlo al meglio. Sarà solo proseguendo nella partita e svolgendo varie azioni che riusciremo ad accumulare esperienza e sbloccare vari progetti in grado di risolvere molti dei nostri problemi. Con un sistema di crescita basato sul livello, avremo infatti la possibilità di ottenere dei punti da spendere in abilità e caratteristiche. Potremo così riuscire a personalizzare ancora di più le nostre strutture, così come imparare ad addestrare le creature che incontreremo sul nostro cammino.

PVP e PVE

Come dicevamo all’inizio, nostra sarà la scelta del server sul quale giocare. Avremo la possibilità infatti di provare svariati tipi di esperienza in base alle nostre preferenze. Potremo infatti decidere di giocare in ambienti in cui è la modalità PVP a fare da padrone, oppure prediligere un’esperienza PVE di più ampio respiro collaborativo. Oltre ai canali ufficiali inoltre, vedrete anche tutta una serie di partite dalle variabili particolarmente personalizzate. Inutile dirvi come ad oggi su molti server si possano ritrovare numerosi giocatori esperti e sadici, capaci nelle modalità di confronto, di rendervi la vita un vero inferno. Potreste all’inizio decidere di affrontare l’avventura in solitaria o con degli amici con i quali formare una vera e propria tribù, magari andando alla scoperta della storia del gioco. Questa infatti, sebbene non palesata, è racchiusa all’interno degli Ark, dei pilastri sollevati dal terreno attraverso i quali potremo scoprire i retroscena legati all’isola.

Ark Of Thrones

Si ma insomma, perché questo gioco sarebbe legato a Progetto Gaming? Presto detto. Da alcuni mesi ci siamo impegnati nell’acquisto di un server di gioco che abbiamo organizzato riproponendo idealmente l’ambientazione della famosa serie Game Of Thrones. Sfruttando la versione base del gioco, ovvero quella data in regalo da Epic, abbiamo perciò creato vari collettivi che rispecchiassero le casate presenti nei romanzi di George R. R. Martin. Con queste potrete giocare e accrescere il vostro potenziale, interpretando come in un vero e proprio GDR le caratteristiche fondanti di ognuna. Partecipando al gioco, in diretta streaming durante la settimana sul nostro canale Twitch, si avrà dunque la possibilità di vivere con la community un’esperienza divertente nella quale interagire in vari modi, non ultimo quello del muoversi guerra attraverso delle precise dichiarazione belliche.

Più nel dettaglio di Ark of Thrones

Per poter godere appieno del gioco, abbiamo inoltre impostato una serie di regole interne atte a non rendere estenuante la partita, come il non poter distruggere le basi avversarie e il potersi combattere solo quando entrambe le famiglie contendenti sono online. Vi stuzzica l’idea? Vorreste partecipare? Allora non dovrete far altro che iscrivervi al nostro gruppo Facebook Friendly Fire e fare richiesta di accesso al server specificando le eventuale ore di gioco già accumulate in precedenti partite. Sarete dunque informati circa le possibilità di entrare a far parte di una delle famiglie, assegnate tenendo conto dell’equilibrio di gioco. Una volta effettuata la scelta avrete dunque la password del server, utile per cominciare a giocare con noi!

La verrsione qui in offerta, tuttavia, non permette l’installazione di mod proprie dello Steam Workshop. Mod che sono necessarie per poter giocare ad Ark of Thrones e che, quindi, ne precludono l’accesso a chi scaricasse il gioco. Stiamo comunque lavorando per capire se sia possibile applicare le stesse mod anche senza un accesso diretto al Workshop, rimanete con noi per ulteriori aggiornamenti.

Offerta

Sarà possibile scaricare Ark: Survival Evolved dalle fino alla stessa a giovedì 18 Giugno. Come sempre, tutto ciò che dovrete fare sarà solamente collegarvi alla relativa pagina dell’Epic Games Store ed eseguire ” l’acquisto “. Vi ricordiamo che la versione data in regalo è quella base, priva delle numerose espansioni uscite nel corso degli anni.

Nei prossimi giorni anche alcuni membri della redazione accederanno ad Ark of Thrones per partecipare e provare il titolo. Che ne direste se lo facessimo assieme?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento