Copertina The Witcher 3 GOTY

The Witcher – La serie in sconto!

Periodo di vacche grasse questo per i videogiocatori! Dopo gli ultimi super sconti e le moltissime offerte di giochi gratis da parte di molti sviluppatori, CD Projekt Red va a festeggiare il primo lustro di vita del suo prodotto di punta: The Witcher 3.

La serie, basata sui racconti di Andrzej Sapkowskj (metà del tempo di scrittura dell’articolo l’ho impiegato solo per lo spelling del nome), ha ottenuto grandissimi successi sin dal primo episodio ma è con questa terza incarnazione che si è consacrata come “classico”.

Ora… Molti di voi conosceranno la piattaforma GOG, fu Good Old Games, specialmente se avrete avuto modo di leggere articoli che parlano di retrogaming su questo blog. Qui potrete trovare una moltitudine di giochi senza alcun genere di protezione, giocabili offline, e ad un prezzo assolutamente onesto.

Bene: su questa piattaforma, di proprietà della CD Projekt stessa, potrete trovare TUTTA LA SERIE DI THE WITCHER in super offerta. Spin-off ed espansioni inclusi.

Si parte da poco più di 1€ per il primo gioco della serie, in Enhanced Edition, ai 15€ che vi costerà prendere The Witcher 3 in versione GOTY (Gioco dell’anno).

L’offerta è a tempo limitato, per cui l’invito è quello di andare il prima possibile a procurarvi la vostra copia. Anche se si vocifera sia possibile che Epic Games rilasci gratuitamente il titolo sulla sua piattaforma.

UNA PRECE

Mi sento in dovere, da videogiocatore di vecchia data, di lanciare una specie d’appello a petto di ciò. Quando uno sviluppatore si comporta in maniera corretta, quando il prodotto è valido ed il prezzo è onesto soprattutto, viene offerto in maniera tale da essere fruibile senza dover essere connessi a nulla… Premiatelo. In un mondo dominato dai launcher, dai client, da ogni sorta di trappola per potersi sedere due minuti in santa pace e giocare, fate la vostra scelta come consuamatori.

Ha un costo, e mi rendo conto che specialmente per i più giovani possa rappresentare un ostacolo, ma promuovere un sistema che pensa al videogiocatore come persona anzichè come prodotto è una scelta morale. Una scelta che, possiamo solo sperarlo, potrà portare ad un futuro migliore per tutti noi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento