PROGETTO FM – E’ uno sporco lavoro

Buongiorno oggi per proseguire la nostra rubrica abbiamo l’estremo difensore del Frosinone Lorenzo Castagnoli.

Giornalista: Ciao Lorenzo cosa ti ha spinto a entrare nel progetto? Cos’è per te Progetto Gaming?

Castagnoli: In verità un mio amico in un gruppo di retrogaming mi ha proposto di entrare a far parte di questa community. Non pensavo di appassionarmi non essendo un fan di FM. In realtà a Frosinone ho trovato un bel gruppo e ho preso parte attiva al gruppo.

Giornalista: Come mai la scelta di fare proprio il portiere? Casuale o vuoi seguire le orme di qualche tuo beniamino?

Castagnoli: Ho sempre amato il ruolo del portiere. È spesso considerato un ruolo secondario. Ma gestire la pressione che esercita essere responsabile di ogni tiro in porta non è da tutti. Amando le sfide, ed avendo un fisico adatto, ho sempre giocato in porta. Se poi consideriamo che ho i piedi storti, la scelta non poteva che essere questa.

Giornalista: Come rispondi a quelle persone che reputano il portiere il ruolo più noioso o comunque quello che da meno gioie?

Castagnoli: Rispondo che non hanno compreso la vera essenza di essere portiere. E comunque anche quelli che considerano il ruolo di portiere noioso, quando l’attaccante avversario tira rivolgono il loro sguardo al portiere pregando che tocchi la palla abbastanza da non farla entrare in porta.

Giornalista: Come ti fa sentire il fatto che sei il padre fondatore del Frosinone dove sei stato il primo DS ciociaro, una delle squadre più attive del progetto?

Castagnoli: In realtà non sono stato il primissimo DS. Ma mi ritengo il DS che ha costruito la squadra attuale. Sono molto contento dei risultati ottenuti a livello di attività e sono sicuro che saranno presto seguiti da quelli sul campo. Purtroppo ho dovuto lasciare perché il mio lavoro non mi permetteva più di seguire la squadra come avrei voluto. Ora, dopo l’ottimo lavoro di Emilio Ivaldi, abbiamo Giorgio Sciubba in quel ruolo. Una garanzia dal punto di vista dell’esperienza.

Giornalista: C’è rivalità tra te e Pier Gaetano visto che entrambi siete attivissimi e meritate di giocare tanto?

Castagnoli: No no, con Pier non ci sarà mai rivalità. Abbiamo a cuore il bene del Frosinone e sappiamo che chiunque sarà titolare quel giorno sarà una garanzia. Anche se, fosse per me, lo terrei in panchina ahahah.

Giornalista: Che consigli daresti a un nuovo utente che decide di fare il portiere, visto che è un ruolo complesso e non molto valorizzato dalle videocamere durante le partite?

Castagnoli: Oserei dire che il ruolo più odiato da FM che si accanisce contro di noi mostrando solo le papere. Ad un portiere nuovo non direi nulla. Portiere si nasce, non ci si diventa. Quindi saprà già tutto.

Giornalista: Raccontaci come ti trovi nello spogliatoio Ciociaro e se giuri fedeltà alla squadra laziale?

Castagnoli: Sono il nonno della squadra. Per la maggior parte non capisco di cosa parlano. Trap, Instagram, giocano a Fifa 20 mentre io faccio i tornei online di PES 2001. Non sapevo cosa fosse Twitch prima di entrare nel gruppo. Però è un grande spogliatoio. Sempre attivissimo. Rimarrò a Frosinone finché sarò utile. Speriamo di esserlo ancora per molto tempo.

Ringrazio Lorenzo per il tempo concessomi e speriamo di rivederci presto in A.

Articolo scritto da Davyd Andriyesh

Grafiche e revisione realizzate da Stefano Santoro

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento