#Sigiocapoveri: Amnesia & Crashlands

Il giovedì è tempo di regali. Questa è una verità consolidata ormai, lo sappiamo bene noi che attendiamo con tanta curiosità l’ennesima occasione per giocare senza spendere. Che poi spendiamo il doppio, il triplo, proprio in virtù del fatto che ” bhe dai, ho risparmiato questo mese “. Non è vero, è un’illusione, è ora di ammetterlo. Comunque anche questa settimana Epic ci viene in aiuto con una duplice scelta, che accontenterà palati sicuramente diversi. Dopo averci regalato For The King, ecco due esperienze completamente diverse: Amnesia The Dark Descent e Crashlands! #Sigiocapoveri

Amnesia The Dark Descent

Epic Games Store ( 30 Aprile / 7 Maggio )

Horror

Il titolo di Frictional Games rappresenta una pietra miliare del genere horror. Ambientato nel castello prussiano di Brennemberg, ci ritroveremo al suo interno privi di memoria alcuna. Giocando l’esperienza in prima persona, dovremo attraversare il castello andando a dipanare mano a mano il mistero che avvolge la struttura. Dovremo fare i conti però con un’entità che sembra volerla distruggere, privi della possibilità di reagire realmente a tutti gli orrori che via via incontreremo. Niente armi e niente magie:  tutto quello che potremo fare sarà interagire con gli oggetti e l’ambiente circostante e fuggire da ciò che tenterà ogni volta di farci impazzire.

Nel gioco infatti avremo a disposizione un inventario nel quale si accumuleranno alcuni oggetti raccolti e dei diari. Questi ultimi, scritti da noi stessi o da altri protagonisti, ci aiuteranno a far luce sulla vicenda, aiutandoci a capire cosa stia succedendo. Inoltre, sempre rimanendo nell’inventario, avremo accesso a due indicatori: salute e sanità mentale. Se la funzione della prima è facilmente intuibile, è la seconda a rappresentare la meccanica più interessante del gioco. Assistere a degli eventi paranormali, osservare in prima persona ad una pila di cadaveri o a un’entità alla nostra ricerca, non farà altro che aumentare il nostro indicatore mentale. Più questo si caricherà, più diminuirà il controllo che noi avremo sul nostro personaggio.

Cominceremo a sentire delle urla o dei sussurri, stanze che cambiano forma e tanto altro. Potremo arrivare al punto non da controllare più le azioni del nostro avatar, che a quel punto si rannicchierà in un angolo in preda al più profondo terrore. Avremo però un modo per cercare di riprendere il controllo: accendendo delle torce, portandosi alla luce o risolvendo un’enigma, riusciremo infatti a placare lo stress accumulato.

Attenzione però: andare in giro illuminando tutto il possibile vorrà anche dire allertare le entità che ci vogliono morti, dando loro la possibilità di individuarci molto più facilmente. Qualora lo facessero e cominciassero con l’inseguirci, avremo la possibilità di fuggire chiudendo dietro di noi alcune porte. Quelle di legno saranno facilmente attraversabili dai nostri nemici, mentre quelle di metallo ci forniranno la sicurezza di non venire ancora braccati. Un gioco da affrontare con la massima concentrazione, accettando la tensione a cui sarete sottoposti, soprattutto di natura psicologica, anche se, di tanto in tanto, potremo assistere a delle scene o delle interazioni particolarmente crude e violente. L’ambiente chiuso e il panico faranno il resto, trasformando una certa linearità in un vero e proprio labirinto mentale.

Crashlands

Epic Games Store ( 30 Aprile / 7 Maggio )

Crafting/Rpg

Dopo un titolo come Amnesia The Dark Descent, ci vuole senza ombra di dubbio un’esperienza più leggera, ironica e scanzonata. Crashlands è allora ciò che ci viene in soccorso, con un gioco che unisce il crafting ad una struttura RPG divertente e ricca di umorismo. Tutto quello che dovremo fare infatti sarà esplorare, combattere e costruire oggetti sempre più potenti con tutte le risorse che troveremo lungo il percorso. Flux è un fattorino spaziale. Punto. Fine. Non è un eroe in preda all’ego e devoto all’onore, non vuole salvare nessuno, ne tantomeno un’artista della sopravvivenza. E’ un semplicemente un fattorino che nel tentativo di consegnare un pacco su un pianeta alieno, viene attaccato da un’entità malvagia chiamata Hewgodooko.

Senza avere alcunchè con se, e accompagnato dal suo fido assistente, Flux dovrà mettersi sotto e costruire per se tutti gli oggetti necessari alla sopravvivenza e al recupero del pacco perduto. Il gioco è intriso di battute ed ironia e coadiuvato da un design cartoon che ci farà vivere un’esperienza leggera ma anche impegnativa. Sebbene il pattern di attacco dei mostri non sia particolarmente complesso, la nostra eventuale sconfitta ci obbligherà a tornare al campo base senza le risorse accumulate. I controlli oltretutto a volte risultano essere un po’ macchinosi, perciò attenzione a gettarvi in mezzo a delle orde di nemici, perché potreste rimetterci la pelle. Il gioco è disponibile anche per IOS e Android, e le rispettive versioni si sincronizzano automaticamente con la controparte PC. Insomma, potreste iniziarlo comodamente dalla vostra scrivania e magari giocarci altrove. Non ora però, che il lockdown non è ancora terminato!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento