PROGETTO FM – Parlano i giocatori dell’Ancona: “La promozione? Un sogno possibile”

Buongiorno cari lettori. Dopo aver intervistato Riccardo Rex nel ruolo di allenatore abbiamo deciso di intervistare alcuni dei suoi giocatori nell’Ancona: andiamo a vedere cosa ci dicono.

Partiamo da Andre Donato che si è reso disponibile a questa breve intervista. Andrea parlaci un po’ di te e della tua esperienza ad Ancona e nel Progetto in generale.

Salve! E’ un piacere per me essere intervistato da Free Kick. Sono entrato nel Progetto a circa metà S4 e sono stato subito contattato dall’Ancona. Mi hanno chiarito le prospettive e ne fui subito entusiasta; essendo comunque un calciatore 16enne mi hanno garantito di essere una riserva ma con molte apparizioni. Esordio con gol contro lo Spezia e una bella stagione sopra le aspettative. Questa stagione è cominciata molto bene, ci ritroviamo nella parte alta della classifica e stiamo lottando per rimanerci.
Il mio giocatore è stato creato prendendo spunto da Recoba – il mio calciatore preferito – quindi bravo sulle punizioni e nei tiri da lontano, ma le necessità della squadra mi hanno portato a giocare come punta, e sto ottenendo buoni risultati, tra i quali la mia prima doppietta contro la Lucchese.

Dove ti vedi nei prossimi anni?

Per ora guardo al presente, avendo giocato a Football Manager so che per far crescere un giocare ci vuole costanza ed un ambiente che lo permetta; per ora mi trovo molto bene all’Ancona e penso di riuscire ad aiutarla a tornare in A, poi chiaramente se arriverà la chiamata di una grande la prenderò in considerazione. L’unico sogno che ho ora è la chiamata in Nazionale, partendo ovviamente dall’U19 per migliorare e capire anche quelle dinamiche.

Ti ringrazio Andrea. Passiamo ora ad un altro membro importante di questa squadra: Vittorio Boemio. 
Vittorio parlaci di te, è la tua prima esperienza?

Si, ho iniziato circa un anno fa, sono stato ingaggiato dalla precedente gestione societaria dell’Ancona, ma poco dopo è subentrato il mister Rex.
Mi trovo benissimo, il gruppo è molto compatto e oltre ad essere giocatore sono anche li grafico della squadra. Gioco come attaccante, ma poiché il modulo con cui la squadra gioca meglio prevede 2 attaccanti gioco seconda punta, generalmente di fianco al mitico Locatelli.

Rex mi ha parlato di Locatelli e dei suoi pali, confermi questo aneddoto?

Eh sì, in realtà è molto preciso, semplicemente non ha capito che lo scopo del gioco è metterla dentro.

Che obiettivi ti poni?

Personalmente non ho obiettivi in campionato, sono contento di essere stato per un po’capocannoniere di Coppa Italia, ma purtroppo siamo usciti per poco. L’obiettivo di squadra è sicuramente raggiungere i playoff e ovviamente tentare il colpaccio per la promozione, anche se dobbiamo tornare a segnare come facevamo ad inizio stagione.

Il mio sogno è portare l’Ancona in alto, crescere per diventare capocannoniere di Serie A! La strada è lunga, ma con l’impegno e questo fantastico gruppo può essere raggiunto questo obiettivo! Forza Ancona!

Grazie Vittorio! Per concludere ora ai nostri microfoni abbiamo Simone Gualdi.
Simone cosa ci racconti della tua esperienza nel Progetto? Come sta andando quest’anno ad Ancona?

Quest’anno è la mia prima stagione in Serie B, la scorsa stagione ero al Mantova dove mi allenava Riccardo Rex che ha deciso di offrire per me ai draft e portarmi con se all’Ancona, una squadra ben organizzata che sta facendo molto bene.

In che ruolo vieni schierato?

Sono schierato in attacco, abbiamo un reparto offensivo molto forte, l’allenatore è bravo a gestire il turnover dei giocatori e da la possibilità a tutti di dare il proprio contributo.

Ottimo quindi sei compagno di reparto di Locatelli, Boemio e Donato giusto? Quali obbiettivi ti poni?

Certo! Sono tutti ottimi giocatori, il mio obiettivo in questa stagione è riuscire a dare continuità alle prestazioni positive quando vengo chiamato in causa, quindi continuare a sorprendere in questa stagione all’Ancona.
Sarebbe bello conquistare la promozione, ma la strada è ancora lunga e difficile. Una volta raggiunta poi l’età per il ritiro vorrei rinascere e diventare un giovane talento con belle prospettive.

Sogni magari di giocare per qualche squadra in particolare?

Le squadre che mi piacciono di più da tifoso sono tre: Sampdoria, Atalanta e Milan; sarebbe bello durante la mia carriera – o nella nuova una volta rinato – riuscire a far parte di una di queste squadre, ma per adesso sono felice della mia esperienza all’Ancona e voglio continuare a fare bene, cercando di potenziarmi al meglio.
Ringrazio i miei compagni, il mister e la dirigenza per la fantastica stagione che stiamo affrontando, non molliamo e continuiamo a sorprendere. Forza Ancona!

Scritto da Michele Grilli | Revisione e grafica di Kevin Ricchiuto

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento