Progetto FM – DATEMI UNA C! ALBINOLEFFE

Per la Rubrica “Datemi una C!“, la rubrica che analizza le società di Serie C di Progetto FM, oggi come primo appuntamento andiamo a Bergamo per concentrarci sulla società Albinoleffe.

Inserita nel Girone A, l’Albinoleffe nasce, attraverso l’acquisizione, a metà della S4. La società bergamasca è affiliata alla società Cesena, che attualmente milita in Serie A. Il presidente è il ristoratore italiano, che attualmente risiede a Francoforte, Vincenzo De Lucia. L’idea di acquistare in terra bergamasca è venuta durante una riunione gestionale della società Cesena, nella quale le parti in causa hanno deciso di intraprendere un nuovo processo di sviluppo basato sulla creazione di una academy, attraverso il quale poter far crescere nuovi utenti e dare maggior spazio e risalto agli utenti meno attivi tesserati per la società romagnola di riferimento. L’organigramma societario oltre a De Lucia è formato da Andrea Cafarella, che ricopre il ruolo di DS, da Alessandro Caluri, l’allenatore, e infine da Matteo Azzolini come Marketing Manager nonchè terzino destro della squadra.

L’obiettivo stagionale dei bergamaschi è quello di poter partecipare ai playoff che attualmente distano solamente sei punti e si trovano al 16° posto in classifica: obiettivo che nonostante la posizione in classifica è assolutamente ancora raggiungibile. Sicuramente i celesti risentono del fatto che la rosa non è al completo e quindi Caluri deve servirsi dell’aiuto di alcuni regen.

Passiamo ora alla presentazione della rosa e di come il mister bergamasco schiera i suoi. Analizzando qualche dato statistico i bergamaschi sono la terza squadra insieme a Padova, Venezia e Alessandria per la percentuale di tiri in porta realizzati (50%); tuttavia risulta essere una squadra che dribbla poco, infatti tenta solo 5 dribbling a partita (18esima assieme al Padova).

L’Albinoleffe si schiera con un 4-4-2 Asimmetrico schierando tra i pali Athanasiou, in difesa (da destra verso sinistra) abbiamo Azzolini, Bertolotti, Sorice e d’Auria. Azzolini è un buonissimo terzino per la categoria e come dicevamo prima, ricoprendo l’incarico di Marketing Manager, è pure l’autore delle maglie e del nuovo logo della società seriana. Punto di riferimento al centro è Domenico Sorice, difensore solido, roccioso e affidabile, che porta esperienza visto che è stato uno dei protagonisti del primo Cesena. A centrocampo gioca con Staltari, Vito, Lazzarini e Rosso. Loris Staltari è arrivato da poco per sulla fascia destra sta già offrendo un buonissimo contributo, Vito invece abbina in mezzo al campo qualità e quantità, mentre a sinistra c’è Massimo Max Rosso, il capitano, che gioca più avanzato rispetto ai tre compagni di reparto, di fatto a sostegno dei due attaccanti (ecco spiegato l’asimmetria del modulo scelto da Caluri). E’ lui la stella della squadra con una Media Voto di 7,12 e miglior assistman con 8 assist. In attacco, infine, ci sono Coveri e Marchese. I due sanno fare malissimo alle difese avversarie e la chimica tra loro è straordinaria: lo dimostra il fatto che condividono il primato di migliori bomber della squadra con entrambi 10 reti all’attivo. Sia uno che l’altro sono protagonisti di alcune statistiche interessanti: Manuel Coveri è il 17esimo giocatore che corre di più in tutto il campionato, con 289,80 km percorsi; Emmanuel Marchese invece è l’ottavo giocatore in tutto il girone A che vince più duelli aerei (144) ma soprattutto è il miglior giocatore del campionato in termini di colpi di testa decisivi (ben 51). Piccolo aneddoto su Marchese: il DS Cafarella ci ha raccontato di come sia stato pescato quasi dal nulla da una live mattutina del Progetto Gaming, nella quale si parlava del progetto calciatore. Cafarella tra i commenti in live ha notato proprio quelli di Emmanuel, il quale poi è stato tesserato e direi che è stato fatto un affare.

A breve ci ha fatto sapere sempre Cafarella, arriverà un nuovo difensore centrale: in prestito dalla società di riferimento del Cesena arriva Marco Pistocchi (ma che nella realtà si chiama Corrado Esposito ndr) che aiuterà a rendere la retroguardia seriana più sicura.

Ce la farà l’Albinoleffe a raggiungere l’obiettivo playoff? Staremo a vedere; di certo una volta completato l’undici titolare l’unico limite sarà solo il cielo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento