Cartoomics e Play rinviate!

Tutti gli appassionati di giochi da tavolo, di ruolo, videogames o di cosplay si stavano chiedendo da tempo se questi provvedimenti legati all’ormai famigerato “coronavirus” avrebbero influito anche sull’organizzazione di eventi ludici in Italia.

Purtroppo sta avvenendo quel che era ormai nell’aria: tutti gli organizzatori rimandano, sia per evitare uno stop forzato dell’ ultim’ora, sia per limitare i danni legati a una minore affluenza di pubblico, dovuta alla paura del contagio.

Solo ieri arrivava la conferma, da parte del Cartoomics (evento milanese molto apprezzato da chi vi scrive), di un rinvio al 2-3-4 ottobre, in sinergia con la Milan Games Week. I disagi per gli espositori sono enormi, così come per fotografi e cosplayer, coi quali stiamo parlando in queste ore, raccogliendo testimonianze di mal celato fastidio.

Sulla carta potrebbe essere una grande opportunità per entrambi: gli eventi sono estremamente diversi per target di riferimento (Cartoomics maggiormente incentrato su fumetti e cosplay; Games Week sui videogames) e differenti per percezione del pubblico (tanti vedevano il Cartoomics in crescita, seppur ancora sottovalutata; la GW è invece da tempo criticata per i pochi contenuti offerti), gli eventi potrebbero creare una sinergia incredibile, compensando i limiti l’uno e dell’altro, trovando la loro forma definitiva.

MA (e lo scrivo così appositamente), il pubblico sembra non vederla così: al momento quasi tutti gli interpellati pensano che il loro evento verrà snaturato per via della presenza dell’altro, tra chi teme una ressa, chi già si dice “ecco, ora avremo i cosplayer alla GW” e chi, al contrario, pensa: “ecco, ora ci tocca fare cosplay tra videogiocatori tredicenni”.

E si aggiunge anche il Modena Play alla lista dei rinvii.
Target ancora diverso qui, per un evento che strizza l’occhio quasi esclusivamente agli appassionati di giochi da tavolo, di ruolo e card games, per i quali l’evento è un vero e proprio “must”. Qui il rinvio non è così accentuato come nel caso del Cartoomics (un mesetto…), ma inevitabilmente farà saltare diversi piani per chi ha prenotato già hotel e spostamenti (a tal proposito, correte a modificare le prenotazioni PRIMA che i prezzi tornino a salire vertiginosamente).

Sperando che altre manifestazioni non si sentano in dovere di modificare i propri piani (legittimamente, sia chiaro), vogliamo solo fare un appello a tutti gli appassionati come noi: non facciamoci prendere dal panico e, quando le manifestazioni ci saranno, non disertiamole per una irrazionale paura. Ci sono grandi investimenti dietro l’organizzazione di un evento e sarebbe un grosso problema per tutti noi appassionati, se chi investe dovesse pensare che non valga più la pena farlo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento