Ponticelli out, Vitolo in!

Iniziano i cambi di panchina. In serie A il primo cambio di panchina arriva a Napoli, dove uno dei più longevi allenatori sulla stessa panchina del Progetto, lascia la squadra che ha guidato dalla S1 fino ad ora: Salvatore Ponticelli.

Eri il mister più longevo su una stessa panchina, dopo il passaggio di mister Agosta dal Sassuolo alla Juventus. Da quando l’ombra dell’esonero era nell’aria?

Ponticelli: Si, sono qui dall’inizio e lasciare così fa un po’ male ma ormai era giusto che si cambiasse. Una data precisa non so dirtela, ma i risultati non stavano arrivando ed è stato giusto per il Napoli provare un’altra via.

Risultati opposti tra la gestione del Napoli e quella del Messina, dove state provando a tenere il passo della Torres schiacciasassi. Quali pensi siano stati gli errori della gestione della formazione napoletana?

Ponticelli: Sinceramente se li avessi capiti probabilmente non saremmo qui a fare questa chiacchierata. Credo che la mia tattica si adatti perfettamente alla rosa, ho cercato di puntare su un calcio offensivo, molto fluido, con una punta forte fisicamente e un’altra a sostegno, un esterno “regista” ed uno più offensivo; la mia idea di calcio era molto chiara, non so perché non abbia funzionato. Spero che con Antonio la musica cambi.

Tattica che invece pare stia funzionando abbastanza bene con i siciliani. Pensate di riuscire a tenere il passo con il Messina nei confronti della Torres?

Ponticelli: Si, le aspettative sono quelle. Sta andando tutto come previsto, tutto fila liscio e speriamo continui così. Il gruppo non solo è forte nel gioco ma anche attivissimo, davvero eccezionale per dei ragazzi che sono appena entrati nel progetto e, della formazione di questo grande gruppo molto del merito va dato a Luca Siracusa e Fabrizio Lopresto che hanno svolto quest’estate un grande lavoro da “scout”.

Proviamo a capire meglio come sia nata questa decisione, dal lato della dirigenza: siamo riusciti ad intercettare per qualche domanda uno dei Presidenti del Napoli, Marco Auritano.

Salvatore Ponticelli non sarà più l’allenatore del Napoli. Da quando l’ombra dell’esonero erano nell’aria?

Auritano: È stata un esonero a seguito di una riflessione condivisa derivata a malincuore per i cattivi risultati di questa stagione, no, non era nell’aria è stata una decisione presa dopo la partita col Torino.

Nonostante tutto i risultati, quanto meno con l’affiliata del Messina con mister Ponticelli stanno arrivando. Cosa pensate sia mancato invece con il Napoli?

Auritano: Onestamente non so perché alcune partite sono state giocate anche bene e meritavamo di più, altre sono saltate per crash del server del mister, con conseguente gestione della partita da parte del vice e della CPU, che ha rovinato tutte le tattiche preparate, ed in altre purtroppo abbiamo giocato male. Quindi per un motivo od un altro sono arrivate troppe sconfitte e di conseguenza abbiamo deciso di provare a dare una scossa all’ambiente con un cambio.

Giusto quindi fare un cambio in panchina. Cosa vi aspettate dal Mister Vitolo e perchè la vostra scelta è ricaduta su di lui?

Auritano: Da mister Vitolo ci aspettiamo un cambio di rotta e la nostra scelta è ricaduta su di lui, sia perché lo conosciamo e sappiamo che è una persona seria e affidabile e sia per i buoni risultati ottenuti con la Casertana la scorsa stagione (promozione sfiorata tramite playoff).

Passiamo infine a fare alcune domande al nuovo mister del Napoli, Antonio Vitolo.

Dopo la quasi promozione con la Casertana, l’occasione per mister Vitolo in serie A. Quali sono le emozioni e le ambizioni per un esordiente della categoria?

Vitolo: Ovviamente le emozioni sono tante anche perché vado ad allenare una squadra di cui già conosco il gruppo e nel quale ho già tanti amici. Devo dire la verità: la mancata promozione dell’anno scorso con la Casertana mi brucia anche perché non dipese da cause mie visto che fino a quando ho allenato, dominai i playoff.

Già, le partite online su Football Manager sono spesso più croce che delizia. Pensi di tenere la base del 4-4-2 che inizialmente ha portato mister Ponticelli, oppure potrebbe esserci qualche novità tattica?

Vitolo: Non sono un amante del 442 quindi molto probabilmente ci saranno delle modifiche tattiche.

Ringrazio per il tempo dedicatoci e, a nome della redazione di Progetto X auguriamo un grosso in bocca al lupo a mister Vitolo per l’avventura al Napoli e augura soddisfazioni con il Messina a mister Ponticelli.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento