It’s always sunny in Formello

Buongiorno a tutti. Rieccoci con Antonio (Di Gloria, ndr) il quale ci è venuto a cercare per aggiornamenti sulla vicenda che poche settimane fa ha scosso il Progetto. Cosa ci racconti di nuovo, Antonio?

Da un paio di giorni c’è stata la pace tra me e la società, e ora sono nuovamente a contatto col gruppo. Ovviamente qualcuno storcerà il naso, ma non si può parlare senza sapere le cose.

Allarme rientrato, dunque. In attesa che siano gli altri a parlare… fallo tu. Come hai vissuto queste settimane da separato in casa?

Male. In primis, perché in cuor mio, sapevo di essere in procinto di separarmi da una grande squadra e una grande famiglia che mi aveva dato tutto. Sapevo inoltre di non potermi separare dall’ambiente che in quel momento mi causava rabbia, perché nessuna squadra nel Progetto poteva strapparmi dalle mani di Pattarozzi..Per un mero discorso economico, immagino… D’altronde la qualità si paga, e tu non ne sei certamente carente. Sono arrivate offerte concrete, in questo lasso di tempo?

Alla mia persona no, quindi credo che anche se fossero arrivate alla società siano state valutate non congrue a quello che è il mio valore, e sinceramente ci sono rimasto anche male. Capisco però, che quello poteva non essere il periodo giusto per mettersi sul mercato.

Effettivamente no, fosse successo a inizio mercato immagino sarebbero fioccate le offerte.. magari anche dal Vicenza, chissà. Si riparte verso la nuova stagione, dunque. Quali obiettivi ti poni?

Vengo da un anno in cui sono stato discretamente decisivo, perciò punto innanzitutto a migliorarmi soprattutto in ambito europeo. Spero di entrare nella top 11 per il Pallone D’oro, mi piacerebbe inoltre giocare l’Europeo con la Nazionale dell’affascinante CT Alberto, anche se sarà difficile trovare posto.

Nulla è difficile, quando ti chiami Antonio Di Gloria. Prima di andare, ti pongo un’ultima domanda; ora che la situazione sembra essersi calmata, ti va di dirci il nome di colui che fece scoppiare la diatriba?

Preferirei che la cosa restasse al chiuso del nostro spogliatoio. Sappiate soltanto che è una bravissima persona, e che magari di persona tutto questo si sarebbe risolto in una grassa risata tra amici…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento