Gli incassi di Fortnite superano quelli di PUBG

 Negli sparatutto è nota la sfida tra Call Of Duty e Battlefield, nei videogiochi calcistici quella tra Fifa e Pro Evolution Soccer. E come in ogni format di successo che si rispetti, anche la Battle Royale videoludica ha i suoi protagonisti pronti a darsi battaglia senza eslcusione di colpi: Fortnite e PlayerUnknown’s Battlegrounds.

E’ notizia di oggi che con ben 126 milioni di dollari racimolati (molti dei quali con acquisti in-app per accessori e indumenti) Fortnite per la prima volta si trova davanti a PUBG che, nel mese di febbraio, ha incassato “solo” 103 milioni di dollari.

Entrambi trattano lo stesso genere, ma se PlayerUnknown’s Battlegrounds si può definire il precursore, Fortnite ne ha sfruttato appieno le caratteristiche, partendo dall’idea di successo ma accontentando sempre di più gli utenti con aggiornamenti ed eventi.

Un vantaggio per Fortnite è rappresentato dalla sua “natura” multipiattaforma, il titolo è disponibile per PS4, Xbox One, PC e con una versione iOS, attualmente in fase beta, che sta già riscuotendo un grande successo. Mentre Il battle royale di Bluehole è eslcusivamente giocabile su PC e Xbox One, sebbene a un costo d’acquisto di 30 dollari.

Sarà interessante vedere come evolverà la sfida, anche sui dispositivi mobile, in cui anche PlayerUnknown’s Battlegrounds ha fatto il suo esordio.

Credits immagine di copertina

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento