Articoli

PROGETTO FM- “La sfida nella sfida: Americandy Siena-Frosinone”

Bentornati su The World of Football, oggi parleremo della sfida della prossima giornata di Serie B che vedrà impegnato il Frosinone, reduce da una stagione sotto le aspettative, e l’Americandy Siena che è alla ricerca di punti per salvarsi nella serie cadetta. Non è solo un match tra 2 squadre che lottano assiduamente per un obbiettivo importante, ma anche una sfida nella sfida per il mister ciociaro Raoul Guzzi, che prima di approdare sulla panchina gialloblù ha allenato proprio i toscani.

Un match importante per entrambe le squadre che cercano disperatamente i 3 punti, l’Americandy Siena per rincorrere il treno salvezza, contrariamente il Frosinone con questi 3 punti e risultati favorevoli potrebbe avvicinare la Roma. Serve comunque un’impresa ai ciociari per centrare i Play-off.

Alla vigilia della partita abbiamo intervistato i mister delle 2 squadre. Partiamo dal mister dell’Americandy Siena Donato Sodano.

Giornalista: “Buongiorno Donato, nella prossima giornata di Serie B il suo Americandy Siena affronterà il Frosinone, che non sta vivendo la stagione che si aspettava dopo la finale dei Play-off persa col Benevento dell’anno scorso. Come vede questa partita?”

Donato Sodano: ” È una partita interessante per me , arriviamo da buone prestazioni e la tattica che sto apportando sembra dare buoni segnali.
Credo che il Frosinone stia pagando un po’ la delusione della scorsa stagione e quindi noi dobbiamo approfittarne”

Giornalista: ” E’ anche la partita dell’ex per il Mister del Frosinone Raoul Guzzi, vuole dirgli qualcosa in particolare?”

Donato Sodano: “Quando sono arrivato al Siena i giocatori erano un po’ sfiduciati dai molti cambi panchina, sinceramente non so i motivi dell’allontanamento del mister, ma da una parte lo ringrazio perché cosi ho potuto prendere questa panchina in serie B.”

Giornalista: “La stagione del Siena è molto difficile, crede ancora nella salvezza?”

Donato Sodano: ” È molto difficile, ma al momento è ancora possibile, considerando com’era la squadra quando sono arrivato (tanti inattivi e divisa), il gruppo adesso ci crede e abbiamo un’idea di gioco”

Giornalista:”Siena,una piazza storica che ha vissuto anni di A, la pressione è tanta, cosa si prova ad essere il mister di questa storica squadra? Com’è il rapporto con i tifosi?”

Donato Sodano: “Per me è un onore, il Presidente e il ds si sono messi a disposizione e mi hanno dato tanta fiducia e pazienza, posso solo ringraziarli. Il rapporto con i tifosi è buono ,vedono il mio impegno anche quando i risultati non arrivano.”

Giornalista: “Ci sono allenatori che in caso di salvezza hanno fatto pazzie, lei sarebbe disposto a farne una? Se sì, quale?”

Donato Sodano: ” Ci ho pensato ma non ho trovato pazzie… credo che lo farò decidere ai miei giocatori”

Giornalista: “Grazie mille e buona fortuna per il divenire”

Donato Sodano: ” Grazie a voi!”

Ora passiamo all’ex della partita, nonchè mister del Frosinone Raoul Guzzi.

Gionalista: ” Benvenuto Raoul, nella prossima giornata di B si ritroverà contro la sua ex squadra il Siena, cosa si prova a ritrovare i suoi vecchi tifosi? Pensa che la riempiranno di parole o comunque la rispetteranno per il lavoro svolto?”

Raoul Guzzi: ” Buongiorno, per me ci saranno forti emozioni nel ritornare in Toscana, ho passato solo un breve periodo a Siena, ma sono stato parecchio bene. Per quanto riguarda i tifosi, penso mi rispettino come ho fatto io e come farò in futuro.”

Giornalista: ” L’obbiettivo Play-off del Frosinone passa per il Siena, cosa si aspetta dalla sua squadra?”

Raoul Guzzi: “Dalla mia squadra mi aspetto il solito gioco e chiaramente una vittoria, dobbiamo vincere assolutamente per staccarci definitivamente dalle zone basse e avvicinarci ai Play-off, ovviamente non sarà semplice”

Giornalista: ” La stagione non sta andando come si pensava, a cosa deve queste percorso altalenante?”

Raoul Guzzi: “Purtroppo la stagione è nata male, ci sono stati dei problemi che ahimè ci trasciniamo dietro sin dall’inizio, ora abbiamo trovato una stabilità di modulo e di gioco e i risultati iniziano ad arrivare con più costanza, dobbiamo continuare così!”

Giornalista: “Vuole dire qualcosa di particolare ai suoi vecchi tifosi? E alla sua vecchia società?”

Raoul Guzzi: “Ai miei vecchi tifosi voglio solo dire di continuare a sostenere la società come hanno sempre fatto, perché la salvezza non è lontana e la meritano. Alla società voglio dire di continuare così, stringere i denti il più possibile e continuare a lottare, perché per quanto fatto meritano di rimanere in B”

Giornalista: “Parliamo di pazzie, alcuni allenatori al raggiungimento di un obiettivo importante sarebbero pronti a fare follie, lei cosa farebbe in caso di Playoff raggiunti? E in caso di serie A?”

Raoul Guzzi: “In caso di Play-off penso non farei niente di speciale, è comunque l’obiettivo minimo della società, in caso di A invece, visto tutte le difficoltà di questa stagione, potrei fare parecchie cose, lascio la scelta ai miei giocatori.”

Giornalista: ” Grazie mille per il suo tempo e buona fortuna per il proseguio del campionato”

Raoul Guzzi: ” Grazie a voi per la piacevole intervista”

Articolo scritto da Alessandro Calchi.

Giovanni Oteri svela il Siena e punta in A-lto

La ricerca di talenti da parte della redazione di Free Kick continua, ma questa volta abbiamo deciso di ripiegare su un’intervista. La situazione del Siena PG è affascinante, complice forse il triplice cambio sulla panchina bianco-nera, per questo la scelta di esplorarla più in profondità. Abbiamo avvicinato così uno dei protagonisti di questo avvio di S5, Giovanni Oteri. Un ragazzo giovane, molto forte, che ha già fatto parlare di sé sfoderando grandi prestazioni.

Abbiamo con noi Giovanni Oteri, una giovane scommessa del Siena che già in questo inizio di campionato ha fatto parlare un gran bene di sé. Ben 3 gol in 4 partite. Cosa ci puoi dire di te? Presentati a chi ancora non ha avuto modo di conoscerti!

Innanzitutto buonasera a tutti, mi chiamo Giovanni e ho 20 anni. Sono la punta del Siena come credo sappiate. Abbiamo iniziato la stagione da poco e credo che i risultati arriveranno col tempo, quindi continuate a sostenerci che l’obiettivo Serie A si può raggiungere.

Le affermazioni della punta bianconera sono audaci e mostrano lo spirito che un calciatore dovrebbe avere: puntare sempre in alto. Tuttavia ha anche evidenziato come la squadra toscana abbia degli obiettivi incredibilmente alti, sperando di raggiungere la vetta e con essa la promozione in Serie A. Anche se questo aspetto ci ha colpito molto, abbiamo scelto di tenere in primo piano lui come giocatore.

Ultimamente hai sfoderato delle grandissime prestazioni che hanno attirato molta attenzione. Anche se sei una punta, non è da tutti permettersi un rullino del genere. Confermarsi però è sempre difficil, puoi dirci quali sono i tuoi obiettivi personali per questa avvincente S5?

Bè sono ancora all’inizio ed emergere è molto difficile, però tempo al tempo. Di certo non mi lamento, sia se giocherò con continuità oppure no, anche perché ovviamente ci sono ragazzi molto più forti di me. Il mio obiettivo per la S5 è continuare a migliorare e deliziare i miei tifosi con i miei gol, per portare in alto il Siena.

Avendo avuto risposte più che esaustive sui suoi obiettivi personali, siamo tornati sul punto che già prima ha stuzzicato il nostro interesse, ossia l’obiettivo Serie A. Molto incuriositi abbiamo posto la domanda che chiunque, tifosi e critici, avrebbero avuto sulla punta della lingua.

Esatto, parliamo del Siena PG! Hai parlato di obiettivo Serie A, è effettivamente quello a cui ambite in questa S5? Ritieni che sia fattibile? E se sì, quali sono le squadre secondo te favorite che vedi come maggiori rivali per il titolo?

Beh nel calcio nulla è sicuro, sono molto scaramantico e non faccio pronostici riguardanti la mia squadra. Il nostro obiettivo come ho già detto è la promozione in Serie A e faremo di tutto per arrivarci.

Quando si parla di traguardi così importanti, come può essere la Serie A, si deve avere non solo un ottimo organico (cosa che il Siena ha), ma anche una discreta armonia e stabilità. Per questo motivo, notando la panchina del Siena essere già stata cambiata per tre volte, la domanda è sorta spontanea.

E noi di Free Kick vi auguriamo senza dubbio di raggiungere il vostro obiettivo. Ma ora voglio porti una domanda più delicata. Il Siena ha visto la panchina cambiare per ben tre volte da quando è iniziata la stagione e vorremmo avere un punto di vista interno alla squadra. Come hai vissuto questi cambi? Come li sta vivendo lo spogliatoio?

I cambi di allenatore possono capitare a chiunque, il nostro obiettivo rimane invariato e dobbiamo concentrarci per arrivare in Serie A, aiutando l’allenatore a restare in un ambiente professionalmente adeguato e consono. Mi trovo molto bene con il nuovo mister e spero che rimanga per molto tempo.

Parlando di armonia e sintonia, ci siamo sentiti in dovere di fare una domanda aggiuntiva sulla situazione del Siena PG. Che sia una realtà solida e interessante è sugli occhi di tutti da tempo, ma sentirselo raccontare da qualcuno all’interno, è un’occasione troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire.

Direi che è giusto e noi di Free Kick ci uniamo all’augurio fatto al vostro nuovo Mister! Ti faccio un’ultima domanda, perciò torno un attimo sulla squadra Siena. Ci puoi raccontare – in breve – il rapporto che hai con la squadra e con i tuoi compagni? Perché – secondo te – il Siena ha una marcia in più?

Siamo un gruppo molto unito, abbiamo un’alchimia di squadra pazzesca. Perché abbiamo una marcia in più degli altri? Semplice, perché facciamo del gioco di squadra. Il nostro punto forte è – come diceva una persona che stimo e idolatro – “THE SHOW MUST GO ON“.

Perfetto! allora non mi rimane che augurare a tutto il Siena una fantastica S5 e a te di poter continuare su questi ritmi. Sono sicuro che continueremo a sentire parlare di voi.

Grazie mille è stato un piacere.

Scritto da Alessandro Caluri |Grafica Stefano Santoro | Revisionato da Gad Hakimian

L’occhio critico sulla C, 6° giornata (parte 2/3)

Sambenedettese – Pisa 1-1

Sono i toscani a decidere la partita, sia nel bene che nel male: i marchigiani, dopo un primo tempo privo di emozioni, si portano avanti grazie all’autorete di Civitella al 59’. Il Pisa si trova in difficoltà nel concretizzare il maggior possesso della sfera, creando ben pochi pericoli a Costantino. Il pareggio arriva nel finale, con Locatelli che realizza il calcio di rigore assegnato dall’arbitro. Le statistiche pendono leggermente a favore dei neroazzurri, ma il risultato sembra corretto per quanto si è visto in campo.

Migliore in campo: Calagna (SAM) 7.1
Corre costantemente avanti e indietro sulla fascia, otiimo in entrambe le fasi.

Peggiore in campo: Pellegrino (SAM) 6.3
Ingenuo in occasione del rigore, concede l’occasione del pareggio agli avversari.

Americandy Siena – San Marino 4-1

All’Artemio Franchi il Siena conquista la vittoria con una prestazione molto soddisfacente, portandosi in solitaria in testa alla classifica. I toscani partono fortie segnando al nono minuto con Argentini. Il vantaggio viene poi consolidato da Pedalino, autore di una doppietta. Gli ospiti faticano a creare occasioni da gol, vanificando così il discreto possesso palla. Nella ripresa si assiste a un gol per squadra, rispettivamente di Presidente e Saraceno.

Migliore in campo: Pedalino (SIE) 9.0
Sempre presente in avanti, le sue reti chiudono definitivamente l’incontro.

Peggiore in campo: Di Matteo (SMA) 6.0
Male sia in attacco che in difesa, assente ingiustificato della partita.

Modena – Empoli 0-1

Il risultato non rende giustizia alla prestazione dei toscani, che impegnano numerose colte Bagnato. La partita risulta molto nervosa, con trentuno falli commessi e cinque ammonizione totali. Il risultato, complici anche i numerosi errori delle punte dell’Empoli, rimane bloccato sullo 0-0 per tutta la prima frazione. A regalare la vittoria agli azzurri ci pensa Moscato al 63’, permettendo ai suoi di rimanere a ridosso delle prime posizioni in classifica.

Migliore in campo: Moscato (EMP) 8.2
Porta la sua squadra al successo con una rete di pregevole fattura.

Peggiore in campo: Tsadjout (MOD) 6.3
Poco movimento in avanti, i compagni faticano a trovarlo e rimane spesso isolato.

Classifica: Americandy Siena 18 punti. Empoli, Piacenza, Sanremese 15 punti. Perugia, Ternana, Tuttocuoio 12 punti. Pisa 10 punti. Modena, San Marino 9 punti. Sambenedettese 8 punti. Ascoli, Viterbese 6 punti. Rimini, Prato 4 punti. Grosseto 3 punti. Ravenna 1 punto. Pistoiese 0 punti.

Marcatori: Costantini (SIE) 6, Parini Dadde (SIE) 5, Palmiero (EMP) 5.

Assist: Mezzadri (PIS) 6, Liviero (SAN) 4, Pezzillo (EMP) 4.

Media voto: Costantini (SIE) 8.77, Vesentini (EMP) 8.62, Esposito (SIE) 8.33.