Articoli

Salernitana-Spezia 1-0, Sangiorgio: “Prestazione sublime, per la promozione ci siamo”

Buonasera Mister. Allora, vittoria importantissima in ottica classifica. La Salernitana c’è per il treno promozione?
Buonasera a voi. Vittoria davvero importante anche e soprattutto per come è arrivata. Ci proietta al secondo posto ma la classifica è ancora troppo corta. Sicuramente per il treno promozione ci siamo e proveremo a starci fino alla fine.

Questa sera avete letteralmente dominato, con una difesa letteralmente impenetrabile. Bene anche davanti, ma il fatto che abbiate segnato un solo gol poteva essere un problema. Come potevate migliorare la finalizzazione?
Sì, abbiamo giocato molto bene. Difesa solida, ottimo giro palla e gran mole di occasioni create con 28 tiri di cui 14 in porta. Per quanto riguarda l’unico goal fatto penso che sia solo un caso. Abbiamo preso un palo, un goal annullato, un miracolo del portiere. Ovviamente faremo degli allenamenti sulla finalizzazione per migliorare anche sotto questo aspetto.

I meriti di un dominio così grande sono tutti della Salernitana o ci sono stati demeriti dello Spezia?
Una partita dominata in questo modo non capita spesso, forse la miglior partita da quando alleno. Le motivazioni penso siano diverse. Sicuramente la tattica gira benissimo e i giocatori hanno giocato magnificamente però è altrettanto sicuro che lo Spezia non era nella migliore giornata e la loro prestazione è stata brutta.
Però tanti complimenti vanno fatti ai miei giocatori per la prestazione sublime.

UN’AQUILA CHE VOLA

Grande inizio di stagione per L’Aquilla calcio nel terzo girone di lega C.

Squadra proveniente dalla Progetto Gaming League, acquisita la passata stagione da Andrea De Filippo, si trova in un momento fantastico della sua stagione.

Guidata dall’allenatore Marinoni, la squadra ha trovato la sua identità con il capitano Panzini e i suoi due capocannonieri Colangeli e Versaci; i due bomber hanno realizzato, rispettivamente, sette gol.

Il girone non è abbastanza semplice, ci sono squadre di un certo spessore, ma nonostante ciò, la squadra abruzzese sta lasciando una propria impronta in questo campionato.

Certo la sconfitta contro la Torres ha fermato questa striscia di vittorie, ma L’Aquila è ancora lì a giocarsela con tutti. La stagione è ancora lunga, e sarà senza dubbio un campionato avvincente ed interessante, sia per la lotta al primo posto, sia per i playoff, e L’Aquila ha sicuramente tutte le carte e il potenziale per realizzare il suo sogno.

Non ci resta che gustarci questo buona parte di campionato e attendere cosa ci dirà il finale di stagione.

Fublet-Drink Team 5-1, Ballarini: “Risultato bugiardo, è andato tutto storto. Gli infortuni hanno inciso”

Mister buonasera. Immaginiamo sia difficile commentare una sconfitta come questa. In maniera molto libera, cosa si sente di dire a caldo?
Risultato di certo bugiardo, ma oggi è andato tutto storto. Abbiamo perso non per sfortuna, ma per delle nostre colpe, soprattutto in attacco. Ma può capitare una serata da incubo, anche per i tanti infortuni.

Il Fublet ha dominato soprattutto sugli esterni, con le prove incolore di Ciampaglia e Tosi. A posteriori, lo rimetterebbe quest’ultimo nonostante l’infortunio?
Appunto, come ho detto, non avevo la possibilità di effettuare cambi. Ho dovuto mettere quei giocatori, non c’erano alternative in nessun ruolo, se non a centrocampo e sull’ala destra.

Serata nera per Mosca. Cosa gli dirà per “consolarlo” dopo una notte così?
Mosca sta facendo una grande stagione. Una serata così non è niente di preoccupante. Solitamente se uno gioca male lo tolgo appena posso, ma con Panoz infortunato ho dovuto tenerlo in campo. Non avrebbe mai ricevuto un voto cosi basso, ma poco si poteva fare.

Diego Spezzacatena

Drink Team-Sassuolo 3-3, Trojer: “Infortunio di Urbano ha inciso molto. Dispiace per la storia di Diotto, avevamo puntato molto su di lui, era uno dei terzini più forti”

Buonasera Mister, un pareggio subito all’ultimo istante, quanta rabbia c’è?
C’è molto rammarico. Eravamo in vantaggio di due gol, ci siamo rilassati e ci siamo fatti rimontare . Abbiamo avuto la forza di riportarci nuovamente avanti, ma l’infortunio di Urbano ci ha costretti a giocare in dieci.

Dopo una lunga serie di partite con la porta blindata oggi c’è stato un po’ il crollo della difesa, colpa della coperta troppo corta?
Credo sia ingiusto criticare la difesa per una sola partita sbagliata, come da te sottolineato la retroguardia è il nostro punto di forza . Purtroppo oggi eravamo un po’ in difficoltà 

Un’ultima domanda, un po’ delicata. Secondo lei quanto inciderà l’estromissione di Diotti dal torneo? Avevate puntate molto su di lui?
Detto nella maniera più sincera possibile, abbiamo puntato molto su Mirco e la prova è l’esborso economico fatto per lui. Lo considero uno dei terzini più forti e mi dispiace veramente tanto per ciò che è successo . Mi auguro di vederlo tornare un giorno

Perfetto, grazie mille mister, come sempre
Grazie a te

Diego Spezzacatena

Notizia bomba: hanno acquistato la Juve!

Notizia bomba nel pomeriggio primaverile dalla sede di Crema: la Juventus PG ha una presidenza!

Direttamente da Torino sono giunti, con una valigia carica di contanti, Alessandro Gallorini, Marika Calcagno, Luca Amadori, Luca Brian Santoro e Simone Bonaldi, presentandosi come i nuovi presidenti della società Bianconera.

Nelle prossime ore ci dicono che indicheranno il nuovo allenatore della società, dopo le improvvise dimissioni di mister Trovato.

Stay tuned…


Alessandro Pironti per Progetto X

Lucchese-Benevento 1-1, l’MVP Providenti: “Contento delle mie prestazioni, la cura Lucchese sta funzionando”

Buonasera Andrea, allora, un’altra grande prova questa sera contro il Benevento, condita da un gran gol, che ti hanno portato ad essere l’MVP della Lucchese. Come ti senti a ricevere questo premio?
È sempre bello ricevere il premio di MVP,sono molto contento della mie ultime prestazioni.

Deidda parla molto bene di te dopo le ultime due prove, condite da gol e assist. La cura Lucchese ti sta facendo bene, dopo l’esperienza non troppo positiva di Napoli?
La cura Lucchese ha fatto sicuramente il suo dovere.

Come ti trovi nel gruppo Lucchese?
Mi trovo molto bene con i miei compagni, siamo un gruppo molto unito!

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?
I miei progetti, ovviamente, sono migliorare il più possibile e cercare di togliermi qualche soddisfazione.
Forza Lucchese!

Diego Spezzacatena

Roma-Spezia 3-1, Molin: “Dura preparare due partite ogni live, ma a marzo saremo in zona Playoff. Noi siamo la Roma, già non dovremmo essere in B”

Buonasera Mister Molin, la sua Roma ha vinto in modo netto questa sfida. Quattro punti pesanti fra Cittadella e Spezia, per uscire dalla zona rossa. E’ soddisfatto sia dei risultati che del gioco?
Il gioco che stiamo esprimendo in questo ultimo periodo mi soddisfa e proprio per questo avrei voluto portare a casa 6 punti in queste due partite. Con il Cittadella avremmo meritato la vittoria, ma, come dico sempre ai ragazzi, in un campionato equilibrato come questo l’importante è fare sempre punti.

Contro lo Spezia avete dominato, trovando ampi spazzi in avanti, con delle azioni ben sviluppate. E’ così che l’aveva accuratamente preparata?
Sarò sincero, giocando due partite ogni live è dura preparare bene ogni singolo match, abbiamo trovato una tattica buona che nell’offline mi regala soddisfazioni e mi limito a fare piccoli aggiustamenti di partita in partita.

Una bella Roma, merito della Roma stessa o demeriti dello Spezia?
Credo che sia più merito nostro che demerito dello Spezia. Ritengo che loro siano più forti dell’attuale classifica, purtroppo pagano ancora le conseguenze di una stagione piena di errori (la scorsa) e la retrocessione in una serie che ormai non è lontana dal livello della A.

Tralasciando la gara, siete in corsa serenamente su tre fronti. In Campionato siete matematicamente un po’ indietro, ma molti credono in una vostra risalita almeno fino ai margini della zona playoff. Lei cosa ne pensa? Obiettivo realistico o utopistico? 
Noi siamo la Roma e già non dovremmo essere in B, quindi sono convinto che riusciremo a risalire la classifica, come fatto lo scorsa stagione. In EL stiamo facendo bene e puntiamo molto anche sulla Coppa Italia . La Serie B è un Campionato, come detto prima, equilibrato e molto lungo. I reali valori si vedranno soltanto a Marzo e sono convinto che noi a quel punto della stagione saremmo in zona Play off.

Neon Genesis FM – Episodio 1

Settimana molto complessa l’ultima trascorsa nel Progetto FM, complici anche due eventi molto importanti che hanno tenuto banco: il ritorno della nazionale di Alberto De Donatis, impegnata in due importantissimi scontri di Nations League, e il primo crash collettivo di FM19, che ha sconvolto la community, alla prima esperienza con episodi del genere.

Finalmente la nazionale italiana è competitiva

Buone notizie per tutto il progetto: dopo due anni di Purgatorio, finalmente si è in grado di sconfiggere la Polonia in trasferta e competere con il Portogallo, nonostante l’impegno ufficiale giocato tre giorni prima.
Evidente il fatto che buona parte degli azzurri stia faticando più del previsto nei loro club di appartenenza: Ballarini e Roberti per il Milan, penultimo in classifica, ma soprattutto la colonia Genoa, che in Serie A si trova a pari punti con i rossoneri. Contro la Polonia risulta devastante la catena di destra: prima Aperio, siglando il goal del vantaggio, poi Iadicicco, il quale chiude definitivamente i giochi dopo il goal di Pattarozzi. La giocatrice del Torino è la grande protagonista delle due partite: mette in continua difficoltà la difesa lusitana e segna il goal del momentaneo pareggio, prima della beffa al 92° firmata CR7.
Davvero un peccato che si concluda così l’avventura in Nation League della nazionale di Progetto FM.
Tuttavia, se queste sono le premesse per l’Europeo che si svolgerà nella S5, si prospetta una competizione molto interessante, anche se l’obiettivo principale resta quello di non abbassare la concentrazione e qualificarsi.

FM toglie, FM dà

Era da qualche mese che non accadeva, ma per la prima volta, da quando si è passati a FM19, è crashato il server.
L’intera giornata di Serie B è stata rigiocata, con lo stravolgimento di tanti risultati.
Qualche sintomo premonitore si era già visto nella live di Lunedì: in occasione degli anticipi di Serie A Milan-Juventus e Napoli-Lazio, si era bloccato il gioco prima che tutto iniziasse, costringendo gli admin a delle manovre di emergenza sul server.
I bug di questa stagione si erano già evidenziati nell’online: le espulsioni sono diventate il pericolo numero degli allenatori, con una fortissima possibilità di essere cacciati.
Purtroppo, il crash è avvenuto in un momento particolare della stagione, in una delle poche giornate in cui vi sono state nove partite in contemporanea. Per una squadra che ne ha beneficiato, ve n’è un’altra che ne è uscita danneggiata.
Nonostante qualche discussione iniziale, la tensione è andata scemando, mostrando il lato migliore del gruppo: diversi gli utenti che discutevano, sia a favore delle vittime, sia per dire qualcosa sul gioco della Sport Interactive che continua a mostrare perplessità nel multiplayer.
Prima volta per tante new entry: l’inesperienza ha sicuramente influito sulla reazione collettiva del gruppo, ma nel complesso si è stati in grado di esser maturi e ponderati.

Le parole Ingrande

Nella giornata di martedì, il capitano del Palermo Massimo Ingrande scrive : “La cosa che oggi mi sento in dovere di denunciare, è la completa disorganizzazione in cui ci troviamo. Non sappiamo chi sono i nostri giocatori reali e i nostri regen, (…) Non sappiamo chi vendere e chi tenere, visto che (…) ci troviamo in squadra con membri del progetto che sono spariti anche da Facebook, eliminando il profilo.
La vittoria per 1-0 contro il Trapani, dopo un’affermazione del genere, può sembrare un modo per allungare le sofferenze di un club storico del progetto, ma a detta dello stesso Ingrande, “c’è una cordata interessata all’acquisto. Al momento, però, non posso dire nessun nome “. Sfortuna vuole che il club abbia già avuto una presidenza e che non può disporre più del ricambio inattivi-attivi. Tuttavia, la situazione potrebbe sembrare più tragica di quel che è: in realtà, vi sono vari modi per ricostruire la squadra. Oltretutto, la classifica dei siciliani presenta un piccolo vantaggio sulla terzultima, senza dimenticare il blasone legato alla squadra. Chissà se dal letame nasceranno dei fiori rosanero…

Il progetto visto da voi pt1

Con enorme ritardo, ecco i risultati del primo sondaggio che vi avevo proposto qualche settimana fa. Un’intervista di carattere universale sulle tematiche base del progetto.

Avevo chiesto di spammare il più possibile il link nei vari spazi appositi e devo ringraziarvi perché circa lo stesso numero di persone arrivate dal gruppone sono arrivate al sondaggio proprio tramite i gruppi squadra, sintomo che non solo funzionano, ma sono molto vivi.

Iniziamo dalle note assolutamente positive, circa il 10% del totale degli iscritti ha partecipato, più di 180 persone hanno completato il sondaggio. Per essere il primo, molto generale, possiamo ritenerci soddisfatti. Iniziamo da qui: l’80% degli intervistati si è detto molto informato sulle regole e il funzionamento del gioco, allo stesso tempo sono praticamente tutti concordi nel giudicare l’operato degli admin di buon o ottimo livello, la maggior parte lo trova addirittura eccellente. La libertà di espressione, punto cardine del progetto, viene vista come prioritaria anche da voi giocatori, sia con gli admin, più del 70% ha votato 4 o 5, che nel gruppone, ancora più alti i dati.

E’ bello sapere che la maggior parte di noi controlla più di una volta al giorno il gruppo squadra e ancora più il gruppone, il che indica la bontà del progetto, nonostante tantissimi trovavano i contenuti ripetitivi (più della metà hanno votato 4 o 5) ma si sentono comunque stimolati ad interagire ed interessati. Scommetto che grazie al lavoro di Salvatore questi dati ora sarebbero notevolmente diversi, sopratutto per quanto riguarda la ripetitività, e riproporremo la questione più avanti 😉

E’ bello sapere che quasi tutti vedono nelle proprie figure di riferimento un’ottima competenza, sorpattutto allenatori, seguiti da ds e infine presidenti, e che non vedano come necessarie altre figure di controllo o di aiuto, come i superstaff, sintomo che il lavoro di delega degli admin funziona e la community lo percepisce.

I giornali vengono visti molto positivamente come poco ripetitivi e abbastanza interessanti, ma si può sicuramente migliorare (maggioranza di 3, voto medio buono). Qualche appunto giusto per quanto riguarda sintassi e parità di trattamento, che mi sento di dire venga assolutamente garantita a tutti.

I gruppi più coesi sono anche i più stimati e quelli per cui, se proprio si dovesse cambiare squadra, molti di voi vorrebbero giocare, Progetto Gaming, Torino, Drink Team, Genoa e Sampdoria, menzione speciale anche per Cremonese e Fublet, nonostante appena arrivate dalla B mete molto gradite.

L’unica nota dolente è che i più attivi rimangono i giocatori di prima generazione che spesso e volentieri hanno anche altri compiti che li rendono sicuramente più coinvolti e che forse, un ruolo extra giocatore, ancora un po’ spaventa.

Chiosa finale sull’attaccamento alla maglia: l’88% si vede legatissimo, il 60% di noi ha votato 5, il che significa che difficilmente cambierebbe società, con cui quasi tutti si trovano d’accordo tra l’altro, sintomi di buona gestione e creazione di gruppi sani.

Vi lascio con una mia piccola riflessione: statisticamente un’intervista di questo tipo è ottima, ma sono le vostre risposte, l’attaccamento al progetto e alla maglia, ai vostri compagni la nota più dolce di questa pagina.

Alla prossima, il vostro Tutor Occio 😀

Avellino-Nurvast Spezia 4-1, Scarpati: “Non è stata una passeggiata, Coghi ci ha messo in difficoltà”

Buonasera Mister. Una vittoria di forza e di prepotenza contro lo Spezia, se lo aspettava?

Avevamo il favore dei pronostici e giocavamo in casa per lo Spezia non era una partita semplice

Qual è stata la chiave di questo 4-1? Molti meriti dell’Avellino o molti demeriti dello Spezia?

Nonostante il 4-1 devo ammettere che non è stata una passeggiata come si può pensare. Mister Coghi ha impostato una buona tattica, che ci ha creato qualche problema. Poi, alla lunga, la differenza tra le squadre è uscita fuori

Ahmed protagonista assoluto: è lui l’uomo in più degli irpini? Dove volete arrivare in questa serie B?

Amina e Conte sono i due trascinatori in questa fase di stagione in due hanno già segnato 21 goal e spero possano continuare per permetterci di raggiungere il 2 posto e salire direttamente in A.

Diego Spezzacatena