Articoli

Intervista ai Samsung MorningStars

Oggi parliamo di una squadra competitiva di Overwatch che abbiamo incontrato proprio al Lucca Comics: i Samsung MorningStars.
Realtà fresca e moderna dell’e-sport italiano, ma già rappresentanti di alto livello del panorama competitivo, avrete modo di conoscerli in questa intervista. Al Lucca Comics abbiamo girato anche un video ma, a causa di un risultato non perfetto (hey, ma sapete quanto è difficile girare bei video in quella bolgia?!?) abbiamo pensato di trascrivere le domande che il nostro Andrea ha girato a Davide “Crirawin” Scavo.

Andrea: Ciao ragazzi e bentornati su Progetto Gaming, io sono Andrea e oggi sono qui con il manager dei Samsung MorningStars, Crirawin. Ciao caro, grazie tante per la disponibilità, tutto bene? La fiera come sta proseguendo?
Crirawin: Benissimo, siamo molto contenti dell’affluenza e soprattutto di vedere che ci sono tante persone, tanti fan, che ci sostengono.
Andrea: Cosa molto importante. Avrai visto che nell’ultimo periodo gli e-sport in Italia stan forse finalmente esplodendo ; rivolgiamoci però a chi ancora non conosce i Samsung Morning Star: com’è nato il progetto, come siete partiti e quali risultati avete ottenuto fino ad adesso?
Crirawin: Beh il progetto è partito da Samsung, che ha avuto la bellissima idea di investire sugli e-sport italiano, sebbene gli italiani vengano sempre visti male con gli e-sport. Attraverso un talent in cui vi erano due caster fissi (Herc e il Merlo) e alcuni ospiti tra cui il sottoscritto, delle squadre si trovavano a partecipare alle varie tappe, es. Torino comics, il Romics, direttamente al Samsung District. Da lì il team vincente da ogni tappa poi si è scontrato nella finalissima, e il team vincitore della finalissima doveva poi diventare il team dei Samsung MorningStars.
Andrea: Ed eccolo qui infatti. Io voglio che tu mi racconti le ultime vostre vittorie. C’è ne una molta importante fatta recentemente.
Crirawin: Sì, siamo arrivati ai playoff di Open Division e siamo adesso praticamente classificati quattordicesimi in Europa, grazie a questo balzo che abbiamo fatto.
Andrea: Sottolinerei Open Division per chi non conoscesse il torneo, date un’occhiata
Crirawin: Esatto, saremo in lotta anche nel contenders. Un nostro traguardo tra l’altro importante è il secondo posto alla Milano Games Week. Contiamo soprattutto che ci sono team forti e navigati come gli Epok e i Mkers, che sono top players mentre Samsung ha preso player che non erano pro e li ha tirati su e abbiamo già preso un secondo posto. Quindi come zampata iniziale direi che non è male.
Andrea: Siete appena partiti ma combattete coi team pro di alto livello, team “storici”, dell’e-sport italiano. Ci dici quali saranno i vostri prossimi appuntamenti?
Crirawin: Siamo iscritti alla season tre di Open Division, parteciperemo ai contenders, in più avremo anche molti tornei italiani a cui partecipare. Perché comunque vogliamo primeggiare prima di tutto in territorio nazionale, e dopo di che sbarcheremo in Europa. Ci sono un sacco di progetti, un sacco di novità in arrivo, quindi rimanete sintonizzati perché ce ne saranno delle belle.
Andrea: Ultima cosa, seguirai Blizzcon? Cosa ti aspetti? Novità? Un nuovo eroe te lo aspetti?
Crirawin: Ah quello sicuro! La fortuna nostra è che abbiamo fonti all’interno e quindi si sa che il nuovo eroe ci dev’essere, e soprattutto sono molto curioso per questa nuova metodologia di poter spectare i match perché finalmente si potranno avvicinare persone che magari non capiscono niente di Overwatch. Si potranno avvicinare perché vedranno una cosa spettacolare, con i replay delle kill.
Andrea: Mi hai fatto ricordare che proprio oggi al Blizzcon han presentato le skin delle nazionali della finale di World Cup. Quindi la Francia, gli Stati Uniti d’America, Korea, bellissime tra l’altro, tutte estremamente belle, e sarà appunto il modo migliore per seguire più comodamente per lo spettatore ciò che sono gli e-sport di Overwatch. Io ti ringrazio per il tempo dedicato e ringrazio anche Fabio dei Samsung MorningStars per le riprese. Grazie a tutti!

 

Ultimamente si discute molto di e-sports e di quanto abbiamo valore nel mondo. I Samsung MorningStars sono però una forte realtà che speriamo sappiano valorizzare. Ragazzi giovani e bravi, molto promettenti, a cui è stato dato una possibilità di eccellere e di mostrare la bravura italiana nel mondo videoludico. Attenderemo quindi con grande anticipazione l’arrivo dell’Open Division per vederli di nuovo all’azione. Vi consigliamo caldamente non solo di seguirli ma anche di dare loro tutto il supporto necessario per continuare in questa loro avventura. Ringraziamo i ragazzi di Samsung MorningStars per l’intervista e per la grande dedizione e interesse per ciò che fanno.

Overwatch Halloween Terror – Evento di Halloween

Se siete grandi fan di Overwatch di sicuro lo saprete già. Noi l’articolo lo scriviamo comunque, sia mai che qualcuno non abbia ricevuto la notizia o voglia riprendere in mano il gioco di nuovo. Anche se è un evento molto grosso, dopotutto è qualcosa che la Blizzard programma di fare ogni anno per il periodo di halloween.

Dal 10 ottobre fino al primo novembre godetevi quindi l’evento di halloween di Overwatch. Quello che includerà principalmente sarà di nuovo svariate skin che si potranno acquistare o vincere nei vari lootbox. Reaper nei panni di Dracula, McCree come Van Helsing e tanti altri costumi tutti belli e lugubri. Fanno ritorno anche grandi classici dell’anno precedente per chi vorrà recuperare l’occasione perduta la scorsa volta.

Nuove skin, nuove reazioni e diverse intro per rendere il gioco variegato e diverso. Torna anche Junkenstein e il suo grande mostro nella modalità “Junkenstein’s Revenge”. Questa modalità sarà anche senza fine, commemorando a lungo in futuro i risultati di coloro che riusciranno a resistere più tempo. Pronti dunque a prendere in mano i vostri eroi preferiti e provare a vincere per loro qualche gadget o skin nuova? Forza, avete un mese per divertirvi nel terrore di halloween.