Articoli

#sigiocapoveri: The Messenger e Company Of Heroes 2

Bentornati ragazzi ad un nuovo week-end videoludico, in cui andremo a vedere quali occasioni cogliere al volo per poter giocare a dei titoli interessanti senza però potere e dovere spendere un solo centesimo. E come diciamo sempre, non perchè siamo tirchi, ma perchè #sigiocapoveri.


The Messenger

[ Epic Games Store ] ( 14/21 Novembre )

Action/Platform

Devolver digital è una delle software house più originale e folli del panorama videoludico. Molte le sue produzioni che si sono rivelate esperienze diverse e diversificate nello scenario attuale, capaci di catturare l’attenzione del pubblico con il loro quasi sempre essere fuori dagli schemi. Epic ci dona perciò un titolo che fa fede a questa premessa e che ci mette, pad alla mano, al controllo di un ninja che dovrà svolgere il più classico dei viaggi dell’eroe, lasciando la pace del proprio villaggio per riportare la serenità nel mondo. E cosa c’è di folle in questo? Nulla in realtà, se non che tutto il gioco è dotato di una scrittura consapevole di tutti i clichè esistenti in questa tipologia di storia e se ne fa carico in maniera ironica e dissacrante. Il gioco si presenta come un gustoso retrò diviso tra 8 e 16 bit, sfruttati attraverso dei ” viaggi temporali ” che la storia ci farà percorrere. Inutile negare l’ispirazione a quel Ninja Gaiden tanto famoso e che ha di fatto costruito un genere in epoca passata. Un action tutto scorrimento e piattaforme, perfetto per cominciare a conoscere questa SW capace di dare un’impronta sempre molto forte alle proprie produzioni.

Company Of Heroes 2

[ Steam ] ( 16/17 Novembre )

RTS ( Real-Time Strategy )

Altro titolo che vi consigliamo e che è gratuito per questo week-end è Company of Heros 2, questa volta riscattabile attraverso la piattaforma ” Steam “. Il titolo, neanche a dirlo, è il seguito di un grande primo capitolo che ha saputo riportare in vita il genere degli RTS ( Real -Time Strategy, ndr. ) a tema ” guerra mondiale “. Il gioco di Sega e Relic Entertainment ci catapulta tra le fila comuniste per combattere la guerra russo-tedesca, combattuta dal 1941 al 1945. Il gioco inizia proprio con la battaglia di Stalingrado del 1942, facendoci percorrere nei panni di un soldato russo accusato di diserzione, tutte le tappe che porteranno poi alla battaglia di Berlino. Mouse e tastiera dovremmo dunque decidere con rapidità e senso logico, tutte le azioni da fare per permettere alla nostra compagine di avanzare nella campagna, suddivisa in 14 missioni tutte scalabili al gradi di difficoltà adatto alla nostra esperienza. Il gioco è dotato anche di un sistema multiplayer e cooperativo, che ci permetterà perciò di poter approcciare al tutto in compagnia dei nostri amici. Vi invitiamo per tanto a riscattare, entro le ore 19:00 di domani 17 Novembre, il gioco: in questo modo sarà vostro per sempre e inoltre, iscrivendovi alla newsletter ufficiale del titolo, potrete anche ottenere gratuitamente il DLC ” Victory At Stanlingrad “, così da espandere ulteriormente la vostra esperienza con questo prodotto.


Anche per questa settimana è tutto. Fateci sapere nei commenti se avete già giocato a questi due titoli o cosa ne pensate dopo aver letto l’articolo. Buon divertimento!

#sigiocapoveri: Soma e Costume Quest

Nella settimana di Hallowen, Epic ci regal due giochi che sapranno catapultarci nei due aspetti che caratterizzano questa festività, ovvero orrore e divertimento. Titoli che ci restituiranno sensazioni completamente differenti, facendoci tornare bambini o inchiodandoci alla sedia alla ricerca del significato della parola ” umanità “. E a noi che non siamo tirchi, ma che #sigiocapoveri, questo piace da impazzire.

Costume Quest

[ Epic Games Store ] ( 31 Ottobre – 7 Novembre )

Gdr

Sapete che in origine il travestirsi da mostruosità di vario genere era considerato un metodo efficace per ingannare l’eventuale spirito maligno alla ricerca del malcapitato di turno. Non sappiamo se questo possa essere vero o frutto di leggende orali, ma sappiamo che in Costume Quest i nostri personaggi dovranno usare proprio i costumi di Hallowen per poter procedere nell’avventura e completare così la propria missione. Reynold e Wern sono due gemellini che nella notte degli spiriti decidono di fare un giro nel proprio quartiere, bussando alle porte dei propri vicini, per potersi esibire nel più classico ” dolcetto o scherzetto “. I due purtroppo finiranno per imbattersi in una vera strega, Dorsilla, che farà rapire uno dei due personaggi costringendo l’altro ad affrontare la malvagia donna e i suoi scagnozzi. Con un impostazione leggera contornata da bei dialoghi e tante battute, rigorosamente tradotte in italiano, il gioco riuscirà a strapparci più di un sorriso. Per quanto riguarda il gameplay, ci troveremo di fronte un GDR a turni molto semplificato, in cui dover affrontare combattimenti e puzzle, proprio attraverso la scelta dei costumi che faremo indossare alla nostra compagine. Questi riusciranno a donare ai nostri protagonisti, la forza e il potere necessario per contrastare le forze del male. Un’ottima avventura per trascorrere questi giorni con simpatia e sensazioni legate alla nostra giovinezza.

Soma

Epic Games Store ( 31 Ottobre – 7 Novembre )

Horror

Ricordate ” Amnesia: the dark descent ” ? No? Bhe il consiglio è quello di recuperarlo se siete dei fan dei giochi ricchi di tensione e spavento. Altrimenti lasciate stare, anzi, se qualcuno ve lo dovesse consigliare bloccatelo, sta sicuramente attentando alla vostra vita. Che c’entra questa premessa con il gioco in regalo questa settimana? ” Soma ” è un altro titolo partorito da Frictional Games, software house responsabile del gioco sopracitato, che anche in questa occasione torna con un gameplay in prima persona in un contesto però completamente diverso, seppur ricco anche questa volta, di oscurità e orrore. Nel gioco ci ritroveremo nella base sottomarina di Pathos-II, struttura silente e decadente situata sul fondo dell’oceano Pacifico. Ad accoglierci al suo interno troveremo un’aria decisamente pesante, quasi stordente, dove tutto sembrerà allo stesso tempo freddo eppure vivo. Pareti metalliche, cavi e grumi di sostanze fantascientifiche, robot squarciati e che parlano attraverso una sensibilità e una coscienza a tratti umana. La storia di Soma si sviluppa attorno a quest’ambientazione, facendoci percorrere una strada fatta di concetti già presenti in molte opere fantascientifiche dello scorso secolo, tratti con cura e un’ottima sceneggiatura. Scenderete anche voi nell’abisso di Pathos-II per scoprirne la storia e i suoi orrori?


Per questa settimana è tutto, appuntamento a Sabato prossimo con altri titoli totalmente gratuiti.

Videogiochi in uscita a Novembre 2019

Ecco a voi la lista di videogiochi per PC in uscita a Novembre 2019

Titoli e date di rilascio

  • Atelier Ryza: Ever Darkness & the Secret Hideout – 1 Novembre
  • Planet Zoo – 5 Novembre
  • Red Dead Redemption II Online – 5 Novembre
  • Shadow of The Tomb Raider: Definitive edition – 5 Novembre
  • Valfaris – 6 Novembre
  • Carrumble – 6 Novembre
  • Jumanji: il videogioco – 8 Novembre
  • Need for speed Heat – 8 Novembre
  • The legend of Bum-Bo – 12 Novembre
  • Rune II – 12 Novembre
  • Age of Empires II: Definitive edition – 12 Novembre
  • Terminator Resistance – 15 Novembre
  • Star Wars Jedi: Fallen Order – 15 Novembre
  • Shenmue III – 19 Novembre
  • Narcos: Rise of the Cartels – 19 Novembre
  • Football Manager 2020 – 20 Novembre
  • Age of Wonders: Planetfall Revelations – 20 Novembre
  • BattleTech: Heavy Metal – 21 Novembre

Vi ricordiamo che se avete bisogno di consigli oppure fare degli upgrade per i vostri PC da gaming, potete affidarvi alla serietà e alla conoscenza dei nostri amici di G8A Technology!

#sigiocapoveri: Layers Of Fear ( M.E. ) e Qube 2

Nuovo weekend e nuova settimana in compagnia della rubrica che vi segnala i giochi gratuiti da poter riscattare e giocare senza versare un solo centesimo. E che non si speculi sulla nostra integrità: non facciamo i tirchi, è che #sigiocapoveri.

Anche stavolta l’Epic Games Store ci offre due titoli molto diversi, molto interessanti, e che fanno dei ” colori “ la loro cifra stilistica comune, donandoci però svariate ore d’intrattenimento divise  tra divertimento, paura, rompicapo, tensione, vita e morte. Iniziamo dunque:


Layers Of Fear Masterpiece Edition

Epic Games Store ( 24/31 Ottobre )

Horror/Walking Simulator

Immaginate di essere un pittore famoso in preda a stati deliranti, ossessionato dal ricordo di un brutto incendio e con la paranoia per un’invasione di ratti mai esistita. Immaginate di trovarvi ad affrontare questa vita da soli, all’interno della vostra magione, tra atmosfere lugubri e dipinti incompleti. Questo il ” quadro ” che compone ” Layers Of Fear “, gioco horror a metà tra un’avventura e un walking-simulator, che vi guiderà tra gli incubi e i deliri del suo protagonista attraverso una visuale in prima persona e la consueta dose di spavento e tensione alle stelle. Ispirata in parte dal progetto ” P.T. “ di Hideo Kojima, il gameplay prevede fasi di esplorazione dove magari cercare indizi e documenti che ci aiutino a comprendere la vicenda, ad altre dove dovremmo risolvere enigmi necessari al proseguo della storia. La versione proposta dall’Epic Games Store è la ” masterpiece edition “, che include oltre al gioco originale anche il DLC ” Inheritance “, che riuscirà a darci un altro punto di vista sulla storia, mettendoci nei panni della figlia del pittore da noi interpretato nel capitolo principale. Ma sarete abbastanza pronti da completare questo dipinto ?

Qube 2

Epic Games Store ( 24/31 Ottobre )

First Person Puzzle Game

In ” Qube 2 “, puzzle game in prima persona, l’utilizzo dei colori sarà invece legato alla risoluzione di tutti i rompicampo che ci troveremo ad incontrare nel corso dei vari ” livelli ” del gioco. Con un design e una struttura per certi versi molto simili a ” Portal “, famoso gioco prodotto da Valve nel 2007, in ” Qube 2 ” interpreteremo l’archeologa Amelia Cross, risvegliatasi su di un pianeta sconosciuto e ritrovatasi, dopo una tempesta di sabbia, all’interno di una grande struttura aliena. Supportati via radio da un’altra superstite dell’avvenimento, saremo informati di dover raggiungere la cima del luogo in cui ci troviamo. Per portare a termine l’impresa, tutto ciò di cui avremo bisogno sarà fornito da una tuta e da dei guanti speciali, in grado di donare dei ” poteri ” a dei blocchi bianchi presenti nella struttura, associando loro dei colori specifici. Gli enigmi che ci troveremo davanti avranno una natura molto diversificata, a volte puntando sulla pura logica, a volte puntando sul timing delle azioni. Blu, verde, arancione, quale sarà il colore adatto alla situazione?


Anche per questa settimana è tutto, non vi resta che procedere al riscatto dei due titoli. Fateci sapere nei commenti se li avete giocati e cosa ne pensate.

Buon Divertimento!

The Sims4 : University Discover

Rilasciato il titolo della prossima espansione di The Sims4.

University Discover è il nome della prossima espansione di The Sims4, il noto simulatore di Electronic Arts che dal 15 Novembre potrà riportare i nostri altereo tra i banchi universitari.

Il 15 Novembre è la data d’uscita del dlc per Mac e PC, mentre i giocatori di PlayStation e Xbox One dovranno aspettare il 17 Novembre.

All’interno dell’università di Britechester sarà possibile seguire materie umanistiche come giurisprudenza e scienze politiche oppure avviare un percorso di studi per diventare ingegneri o anche artisti.

Tutte le nostre azioni avranno una ripercussione sui voti e sul curriculum scolastico.

Riceveremo ottimi voti se ci sedieremo in prima fila e studieremo sodo durante il pomeriggio, oppure possiamo scegliere di saltare qualche lezione per guadagnare ore di sonno dopo le feste della sera prima.

Per il preorder potente collegarvi direttamente al sito ufficiale.

#sigiocapoveri: Alan Wake’s American Nightmare e Observer

Continua la rubrica dedicata alle occasioni da prendere al volo per continuare a giocare senza spendere un soldo. Questa settimana sull’Epic Games Store troviamo ben due titoli: Alan Wake Nightmare e Observer.

Alan Wake Nightmare

( 17/24 Ottobre ) [ Epic Games Store ]

Shooter/Thriller

Vero e proprio spin-off del gioco principale regalatoci qualche mese fa, questo gioco ci catapulta all’interno di una delle puntate di Night Springs, la trasmissione che ci ha accompagnato anche nel titolo originale, la cui puntata che andremo a giocare farà parte di una stagione scritta proprio dal protagonista, qui alle prime battute come scrittore. Ambientato in una sperduta cittadina dell’Arizona dovremo fare i conti con le mostruosità dell’oscurità, armati di una torcia a pile necessaria per indebolire le malvagie creature e tutta una serie di altri gadget ed armi rinvenibili nel corso dell’avventura. Il gioco in questo senso si pone come uno shooter in terza persona molto più dinamico e meno teso rispetto al capitolo madre, di cui però ritroveremo il gameplay e lo stile assolutamente personale. Ottimo il comparto tecnico, sia sonoro che video, che dona un bel colpo d’occhio e un’ottima caratterizzazione dei nemici. Tutta l’avventura si assesta sulle 4 ore di durata, permettendoci così di godere del titolo in breve. Insomma un’ottima occasione per tornare a gustare le ambientazioni e le tematiche di Mr. Alan Wake.

Observer

( 17/24 Ottobre ) [ Epic Games Store ]

Horror

Avete voglia di un’avventura cyberpunk a tinte horror, dove la storia risulti essere profonda e disturbante? Allora questo è decisamente il titolo per voi. Dagli autori del già importante ” Layers Of Fear “, il polacco Bloober Team, ” Observer ” ci mette nei panni di un detective Cyber-potenziato capace di interfacciarsi con le menti altrui, riuscendo così ad indagare nel loro universo interiore, con tutte le ansie, gli incubi e le paure del caso. Spinto dalla richiesta del proprio figlio scomparso, il protagonista raggiungerà un complesso residenziale in Cracovia dove incrocerà la propria strada con quella di un pericoloso serial killer collegato ad una cospirazione probabilmente più grande di ciò che sembra. Tra sezioni più stealth, alcune investigative e alcune di pura narrativa, il gioco ci accompagna tra il degrado di un mondo ormai schiavo della tecnologia, corrotto da questa e ormai in totale declino. La trama saprà catturare tutta la nostra attenzione, attraverso scelte spesso imprevedibili e per nulla scontate. Aggiungete a questa una buona realizzazione tecnica, soprattutto sul fronte dell’illuminazione, e avrete un prodotto capace di incollarvi allo schermo facendovi sobbalzare e riflettere.

#sigiocapoveri: Surving Mars e Mortal Kombat 11

Benvenuti al consueto appuntamento del #sigiocapoveri. Avete terminato anche l’ultimo gioco regalatovi durante il compleanno? Non avete i soldi per comprare la novità che attendevate da un po’? Siete in astinenza e avreste bisogno di qualche nuovo stimolo senza però poter spendere un euro? Eccoci qua: questa settimana andremo a parlare del titolo riscattabile dall’Epic Games Store e di un’importante promo di fine settimana relativa al mondo PS4 ed Xbox One.

Surviving Mars

[ 10/17 Ottobre ] ( Epic Games Store )

CityBuilder/Gestionale

” Surviving Mars “ è un city-builder fantascientifico ambientato su Marte, il pianeta rosso che già tante fantasie e storie ha stimolato nel corso degli anni. Il nostro compito nel gioco sarà quello di creare e amministrare una colonia che possa garantire la sostenibilità della vita. Armati di pazienza, strategia e un’oculata gestione delle risorse, dovremmo affrontare le asperità dovute all’ambiente e agli eventi climatici del pianeta, facendo evolvere la colonia di pari passo con le scoperte di nuove conoscenze tecniche sbloccabili nel corso della partita. Sarà necessario dunque preoccuparsi di ogni aspetto, dalla distribuzione della popolazione alla sua educazione, dalla difesa dalle meteore fino al trasporto di merci direttamente dalla terra. Nel corso della partita il gioco ci racconterà anche alcune sottotrame interessanti, quel tanto che basta per rendere il tutto più vivo e meno asettico, il tutto supportato da un gradevolissimo livello tecnico, capace di restituirci la giusta impressione circa le atmosfere e le attività svolte dai nostri cittadini.

Mortal Kombat 11

[ 11/14 Ottobre ] ( PS4/ XBOX ONE )

picchiaduro

Un titolo che non ha bisogno di grandi presentazioni, che chiunque, anche solo per il nome, conosce e almeno una volta nella vita ha giocato. Arrivata all’undicesima incarnazione, la serie, che già da qualche anno ha intrapreso un processo di innovazione e cambiamento, ritorna a noi tirata a lucido nel gameplay, che rimane sostanzialmente invariato seppur con qualche differenza che lo rendono ancora più completo e affascinante. Dotato come sempre di una massiccia dose di violenza, il gioco contiene svariate modalità nelle quali spendere il nostro tempo: con una campagna ben scritta, la Krypta, nella quale ricercare oggetti ed elementi atti ad aiutarci nella personalizzazione del nostro personaggio preferito e le consuete torri, Mortal Kombat 11 rappresenta un picchiaduro che non si ferma alla superficie ma che è dotato di longevità e profondità, capace di tenerci incollati al joypad per svariate ore. In questa settimana sarà possibile giocarci gratuitamente attraverso gli store delle relative piattaforme, in una versione completa di tutti i lottatori rilasciati attraverso i DLC finora pubblicati, compreso l’ultimo, quello con il Terminator T-800. Siete pronti per la vostra dose di gore quotidiano ?

Batman: tutta la serie gratis!

Batman Arkham Collection e la trilogia Lego sono disponibili gratuitamente per i giocatori da PC.

Si sospettava già da tempo che i titoli gratuiti messi a disposizione dallo Store Epic Games fossero legati all’ Uomo Pipistrello, ma ora ne abbiamo la conferma!

Per i giocatori da PC, infatti, sarà possibile scaricare tutti e sei i titoli in modo gratuito entro il 26 Settembre.

Inutile dire come l’ Arkham Collection meriti sempre rispetto per la profondità del gioco e di conseguenza può essere una ghiotta occasione per rivivere i capolavori di Rocksteady. Basti pensare che il titolo Batman Arkham Asylum è entrato di diritto nei Guinness World Record come videogioco di supereroi più acclamato dalla critica.

I titoli ricordiamo che sono:

  • Arkham City (2009)
  • Arkham Asylum (2011)
  • Arkham Knight (2015)

Per il pubblico più giovane, invece, la trilogia di Lego Batman è un titolo da non perdere assolutamente.

Batman Arkham Knight Xbox One
Scorcio di Gotham City in Batman Arkham Knight.

Borderlands 3: verso la recensione

Prima di addentrarci nella recensione effettiva di Borderlands 3 che uscirà su Progetto Gaming fra qualche giorno, è importante rispolverare un po’ il passato, che spesso viene dimenticato, accantonato, messo su uno scaffale. Io stesso lo faccio, spinto probabilmente dalle nuove uscite, dalla curiosità dell’ignoto.
Tuttavia, torniamo per un istante al 2009, al primo Borderlands, che si ritagliò una modesta fetta di utenza proponendo elementi mai visti prima di allora. Non soltanto un fps looter and shooter con elementi rpg, ma un gioco in grado di offrire anche un’esperienza online fino a quattro giocatori e a un’esperienza a schermo condiviso. Lì si faceva la conoscenza di Mordecai, il personaggio che utilizzai più spesso in Borderlands, tra cui Brick, Roland e Lilith, che provai poco dopo perché passavo più tempo a videogiocare e a leggere che in compagnia di qualcuno. Venni conquistato dal comparto grafico, che mi lasciò a primo impatto un po’ perplesso, dopodiché compresi il perché.
Mi dissi che poteva essere un bel titolo, uno svago, uno dei tanti. Eppure no, ne ebbi poi la conferma due anni dopo che non si trattava di uno svago. Ma torniamo al presente, per un istante, sia chiaro.

Gearbox è una software house già famosa ai tempi di Brothers in Arms, che giocai su PC nel 2006. Si concentrarono sulla Seconda Guerra Mondiale, che ai tempi di Medal of Honor Pacific Assult e Frontline (prodotti da altre case produttrici) era l’ambientazione di spicco per qualsiasi fps che voleva ritagliarsi uno spazio in uno spaccato già conquistato da Doom.
Quel periodo, almeno per me, fu indimenticabile. Brothers in Arms era divertente, appagante. Gestivi la tua squadra, la facevi muovere da una copertura all’altra, riempivi di piombo i nazisti e correvi, correvi per non essere puntellato da un MG42 verso una coperta che poteva essere un albero o un muretto. Venne pubblicato dalla Ubisoft, che a quei tempi pensava a un titolo che avrebbe, in un certo modo, cambiato il modo di approcciarsi a un open world. Quanti ricordi!
Ma, in tutto questo, Gearbox ha sempre lavorato silenziosamente proponendo titoli longevi, appaganti, di diversa caratura e giusta brutalità. Collaborò nella realizzazione di Duke Nukem Forever nel 2011, che però non ebbe il successo che 2K si sarebbe immaginata né venne apprezzato dalla critica. Divertente e sgangherato, fu notevolmente interessante tornare a vestire i panni di Duke, un eroe che il mondo meritava ma per contrastare gli alieni… Be’, aveva fortemente bisogno. Con tutte le battute a sfondo sessuale del caso, apprezzabili, puntigliose… Un deterrente per rigiocarlo, nonostante la sua pessima ottimizzazione su console.
Ma fu l’anno seguente, il 2012, a essere l’anno di Gearbox.

Borderlands 2 iniziava con un treno sparato ad alta velocità in quel di Pandora, con un comparto migliorato e un cattivo che più cattivo non poteva essere. Tutti ricordano Jack il Bello, il suo “Benvenuti su Pandora, amici”. E io lo ricordo, fin troppo bene. Nuovi personaggi, ovvero: Zero, Axton, Maya e Salvador. Un nuovo albero delle abilità, un inventario meglio strutturato e variegato rispetto al predecessore.

Ricordo il mio personaggio, Zero, uno dei quattro. Su Borderlands 2 il mondo di gioco si espandeva, esagerava, mostrava un level design di tutto rispetto e mirava concretamente su un’esperienza in grado di colmare totalmente alcune mancanze del predecessore. Tutto per aprire la cripta prima di Jack il Bello, che era sempre un passo più avanti rispetto a ogni azione che il nostro personaggio compiva. Indimenticabili le risate, le battute di Jack e Claptrap, del resto dei personaggi, da Roland a Lilith, da Tannis a Sir Hammerlock, da Zed a Marcus. Vinse il GOTY, come il primo Borderlands. Venne riempito di DLC con l’aggiunta di nuove zone dedicate ai due personaggi che proposero successivamente, uno Phsyco e Tina.
Arrivò poco dopo Borderlands: The Pre-Sequel, un intermezzo tra il primo Borderlands e Borderlands 2 ambientato su Elpis, la Luna di Pandora, in cui veniva raccontato da Athena, un nuovo personaggio, di come Jack il Bello divenne lo spietato assassino scapestrato che abbiamo conosciuto. Anche in questo titolo, nuovi personaggi, aggiunte interessanti, trovate divertenti, battute però non al livello del secondo capitolo del brand di Borderlands.

Poi, grazie al lavoro di Telltale Games, arrivò Tales from the Borderlands, un’avventura grafica prodotta con la collaborazione di Gearbox, ambientata anni dopo la sconfitta di Jack il Bello da parte del Cacciatore della Cripta. Diviso in cinque episodi, Tales from the Borderlands si concentra su due personaggi diversi fra loro ma che si troveranno a collaborare: Rhys e Fiona.

Il primo è un dipendente della Hyperion, la seconda una ladra e attaccabrighe. La vicenda raccontata è una miscela di emozioni diverse fra loro, quali meraviglia per l’ottima dote recitativa degli attori scelti per interpretare Rhys e Fiona. La regia, che aumenta a ogni dialogo e scena, è fra le più riuscite in un’avventura grafica proposte da Telltale Games.

La lore in Borderlands è presente. La serie non n’è sprovvista. Non si tratta soltanto di una serie di giochi in grado di offrire delle ore di svago, ma mira a essere originale, caratterizzante in ogni sua scelta, innovativa rispetto ad altre. Borderlands non è un titolo che si prende sul serio ma deve essere trattato con serietà: offre una miriade di ore di gioco, una trama ben sviluppata seppur semplice, si esprime soprattutto nel suo comparto cooperativo. 
Il bottino in Borderlands è importante: la ricerca dell’arma giusta per ogni nemico, che ha le sue vulnerabilità e i propri punti di forza, spinge a migliorarsi. Non è tanto raggiungere il livello 50 la grande sfida, seppure sia appagante; ma saper come aggiornare il proprio armamentario durante il combattimento.
Borderlands non è solo battute, o un comparto grafico cartoonesco. Non è un titolo come gli altri né cerca di esserlo, non ha questa pretesa. Borderlands spinge a divertire, invita a farlo, ti mette nel suo piatto il contenuto su cui puoi approcciarti in qualsiasi modo. Borderlands è libertà, Gearbox lo rilancia e lo fa sottintendere. Borderlands spiega i suoi personaggi, delinea le loro diverse libertà che si collegano alle loro abilità. Il giocatore deve solo scegliere. Chi è per quell’istante, chi può essere in una seconda partita. Chi, perché, come, quando: Gearbox ha risposto, in passato. 

Il quesito che allora mi pongo, alla luce della recensione che uscirà a breve, è una sola: Borderlands 3 risponderà nuovamente a tutte queste domande? Lo farà bene, a sprazzi, o per niente?

Sea of Thieves: set del mercenario a tempo limitato!

Con una nota sulla pagina ufficiale Facebook di Sea of Thieves, il team di Rare ha fatto sapere che manca una sola settimana prima del prossimo update.

Fino all’ 11 Settembre sarà possibile sbloccare timone, argano e cannoni del mercenario.

Il prossimo dlc, infatti, toglierà la possibilità di acquistare queste cosmetiche ed introdurrà in nuovo capitolo che vedrà come protagonisti i pirati di Sea of Thieves!

Cosa state aspettando? Correte in taverna da Duke e completate le sue missioni!