Articoli

Foto storiche – La Nazionale

Qatar, 18 Dicembre 2022 – La Nazionale di De Donatis vince il Mondiale e diventa così la più vincente di sempre. Migliori giocatori Laurendi con 10 rigori parati e Ballarini con 5 gol e 12 assist.

Riccardo Venturelli – Redazione Progetto X

Nazionale: Agosta merita di rimanere sulla panchina dell’Under-19?

Come ormai noto il nuovo C.T. degli azzurri è Alberto De Donatis. Tempo di cambiamenti invece alla guida dell’Under 21: Paolo Di Stefano a fine stagione lascerà il posto di CT degli Azzurrini. Che possa esserci una ventata di novità nella Under-19 di Mattia Agosta? Il tecnico neroverde è sotto il mirino delle critiche da diverso tempo.

Critiche che sembrano essere giustificate vedendo le ultime convocazioni, nonostante gli ottimi risultati. C’è da dire che la squadra degli Azzurrini ha una qualità di gran lunga superiore rispetto alle altre selezioni che vengono affrontate. Tra le convocazioni son stati esclusi il capocannoniere del campionato Tomassetti e uno dei centrocampisti più forti e attivi – secondo in classifica live – Frattoni. Al loro posto notiamo un gran numero di giocatori poco attivi convocati: Currò, Lanzi, Baseggio Sciuto. Peggio ancora quando due giocatori vicini al depotenziamento o depotenziati come Padovani Accardo, ricevono la gioia della maglia Azzurra. L’attuale mister sui 18 slot, convoca sempre i pilastri della squadra. Altro criterio criticato, poichè l’U19 è una di quelle nazionali che permette di mettersi in mostra a molti giocatori contro delle nazionali nettamente più scarse.

Viene perciò da chiedersi: la convocazione prettamente per forza e per qualità nella scheda è il giusto criterio di valutazione? Lasciando a casa giocatori comunque molto validi per rendimento e impegno dimostrato? È una di quelle situazioni in cui un chiunque del progetto si ferma due secondi a pensare: “perché mi sbatto così tanto quando poi c’è il mezzo inattivo che ha il posto garantito?”. Anche lo stesso CT Crippa è stato vittima dello stesso “parametro attività” – e anche per risultati deludenti – in cui è stato deposto dagli admin. Se vale per gli allenatori dovrebbe valere anche per i giocatori, no? Vi lasciamo con questo quesito.

Nazionale Italiana: chi sarà il nuovo CT? Chi i candidati?

Rivoluzione Italia dopo l’esonero di Mattia Crippa. Più che la mancanza di risultati, la causa scatenante di questo cambio di rotta sembra essere derivata dalla poca attività del CT in questo periodo. È partito quindi il toto-allenatore. Si sono fatti nomi importanti come Nicholas Michelini, Salvatore Campagna, Alberto De Donatis e Marco Scarfone, ma almeno per quanto riguarda i primi due la candidatura risulta non pervenuta.

Situazione diversa per quanto riguarda Tommaso Altomare, appena assunto dal Frosinone e subito dimesso da questi per seguire il sogno nazionale. La sua candidatura pare pervenuta, sebbene ci siano poche possibilità per lui. Non solo Altomare però, sono diversi i candidati con poca possibilità di sedere sulla panchina della Nazionale. Ad esempio uno è Lorenzo Savini, nuovo nome per il campionato come allenatore, Lorenzo Frattoni, attuale mister del Benevento e Luigi Giglio che allena il Lecce fino a fine stagione. Potrebbero avere qualche possibilità in più Claudio Però, attuale mister del Genoa fino al termine della stagione, Roberto Casalati, per ora mister alla Fiorentina e Claudio Franco, attuale mister del Livorno. Al momento però i favoriti a sedersi sulla panchina dell’Italia sono Alberto De Donatis, che non si è visto molto come allenatore nel campionato, ma potrebbe dire la sua essendo admin. Discorso simile per Marco Scarfone, ex-mister del Milan, attuale regia nelle live su Twitch. Tutte teorie finora, dato che sono ancora in corso i provini che porteranno alla scelta popolare tramite sondaggio sul gruppo principale. La strada per vedere il nuovo CT a bordo campo è ancora lunga.

 

Ilcarro Matchpoint 31 ottobre

Solo 4 partite in questa live “Horror” . Gli azzurri giocano contro la Grecia in una partita piena di insidie, ma che potrebbe regalare ottime soddisfazioni. Gli azzurrini dell’under 19 affrontano Malta, vittoria scontata e anche in larga misura. Le altre 3 partite sono tutte di Serie B.

Si inizia con Vicenza – Parma. Sia i veneti che gli emiliani cercano la vittoria con i primi al momento leggermente più in forma. La squadra di Gallarato non cederà così facilmente. Pronostico X, risultato 1-1.

L’altra partita di B sarà Benevento – Roma. La squadra ospite parte favorita in questo scontro che potrebbe portarla in zona playoff. Risultato pronosticato 2, risultato esatto 1-2.

Gli azzurrini giocano in casa contro Malta in una sfida scontatissima che dovrebbe chiudersi in goleada. Pronostico ovviamente 1, si potrebbe anche arrivare in doppia cifra.

Italia-Grecia vede gli azzurri impegnati in una partita complicata. Si spera ovviamente di vincere, ma sarà abbastanza difficile portarla a casa. Il pronostico è X, risultato esatto 1-1.

 

Nazionale: Il punto sulle convocazioni azzurre

Sono state da poco rilasciate le liste sui convocati per le partite che le tre selezioni dell’Italia dovranno giocare, perciò abbiamo pensato di fare il punto sulle decisioni dei CT. Partiamo subito dall’Under-19: I due portieri sono validissimi, uno già collaudato come Ferrandino, l’altra una novità: Balbo, portiere dalle buone doti, che milita in B col Parma. In difesa riconfermati Bifano, Currò, Accardo e Lanzi che dovrebbero essere la colonna portante difensiva di questa squadra. Forse discutibile la convocazione di Accardo, niente da dire sulle prestazioni, ma per quanto riguarda l’attività è calato notevolmente negli ultimi mesi. Stesso discorso per Currò. Assolutamente discutibile invece la convocazione di Padovani, giocatore quasi totalmente inattivo. I giocatori disponibili che potevano essere convocati al loro posto nello stesso ruolo sarebbero stati tantissimi: Gabriele Gatti, terzino sinistro ottimo, titolare nell’Atalanta e anche più attivo di Lanzi; Davide Lo Verde, difensore del Sassuolo, in forza alla Juventus. Non solo questi però, anche  Simone Goffredo, terzino sinistro della Lazio, molto più attivo di Lanzi; Massimo Ingrande, difensore del Palermo, capace di gestire tutti i ruoli della difesa; Paolo Gagnesi, terzino destro del Livorno, ma anche Marco Fazzini, terzino sinistro della Cremonese, attivissimo e infine Nunzio D’Agostino, difensore centrale del Crotone.

 

Passiamo al centrocampo: conferma per Baseggio, sempre più colonna di questa nazionale. Sono stati convocati comunque buoni giocatori e con discreta attività come Marchese, Cappello e Casertano. Cosa per cui Baseggio pecca, ma compensa con le impressionanti prestazioni. Qui c’è poco da discutere, complici le scelte ristrette a soli 18 giocatori. Mancano Frattoni del Milan e Agosta della Juventus. Per quanto riguarda l’attacco invece sono stati convocati Sciuto, recordman di presenze in nazionale U19, Arrigo e Serafini, giocatori impressionanti della B, Pennisi e Paudice che tanto stanno facendo vedere in quel di Torino, rispettivamente ai Granata e alla Juventus. Discutibili le scelte di convocare Sciuto, poco attivo nell’ultimo periodo. Soprattutto se tra gli esclusi c’è il capocannoniere della Serie A Tomassetti, meritevole anche per attività, ma anche Cusumano, Damiano Mattia e Congedo, pallone d’oro 2018.

Under-21

Passiamo invece alla Under-21. Costarella merita ampiamente la maglia azzurra conquistata, con un’ottima stagione in corso e una buona attività, così come Franceschino: buon portiere, ma come attività non è messo benissimo rispetto ad altri lasciati a casa. Stesso discorso per Ianzano, nonostante le ultime prestazioni in ombra al Lecce. Tra i lasciati a casa evidenziamo Scala del Bologna e Carrano, portiere titolare della che sta per mettere le mani allo scudetto. In difesa il blocco dei terzini è inamovibile con D’Anca, Scarfone, Truddaiu e Cesaride. Sui centrali difensivi arrivano le convocazioni per Giardino, De Lucia, Costantino e Cafarella. Sorprende come alcuni giocatori siano stati esclusi per le scelte nel reparto difensivo. Tanti nomi come Torsello del Bologna, Paparella del Bari, Busco del Milan, Baiardi dell’Inter, Berdiotto della Juventus e Mazza della Lazio. A centrocampo meritatissima la convocazione per Navoni del Milan, con 6 gol in 11 presenze nel Milan da Gennaio si è dimostrato, finora, un vero trascinatore per i rossoneri.

Giusta le scelte di convocare Andryiesh della Sampdoria, Michelini del Livorno, Cioè dello Spezia, Minnicelli del Palermo e Coghi dello Spezia per l’attività dimostrata. Lupo e Mollo quelli con meno attività tra i nominati, ma comunque meritevoli di questa maglia. Tra gli esclusi a centrocampo spiccano Norfini, Savini  Borrelli del Milan, Paolo Kasemi della Juventus, Giuseppe Spinelli del Napoli e Alessio Scarciotta della Lazio. Passiamo agli attaccanti. Ciampaglia meritato per l’attività e la qualità dimostrata in campo, stessa cosa per gli altri due, Canario e Maso. Tra gli attaccanti esclusi troviamo Marco Mazzei e Davide Hay dell’Atalanta, Emanuele Ietto del Bari, Antonio Di Gloria della Lazio, Maria Mandaglio della Sampdoria.

Nazionale A

 

Arrivano le convocazioni per Lanza, Di Stefano e Laurendi premiando l’attività e ripagando le loro prestazioni di tutto rispetto. Tra i portieri esclusi troviamo Petruccelli dell’Atalanta, Rossiello del Bologna, Invernizzi del Progetto Gaming e Fagone del Torino. In difesa confermatissimi Roberti, Filippone, Trojer, Conte, Sedda e Baldacci. Tra questi da annoverare il ritorno di Giglio e la prima convocazione di Gallorini. Tutti premiati per la loro attività e per la qualità di prestazioni nell’arco di questa stagione. Questi hanno chiuso momentaneamente le porte a Ballarini del Milan, Stranges del Livorno, Scalas del Crotone, Arnone e Bonaldi della Juventus, e Auritano del Napoli. In mezzo al campo troviamo D’Artibale, Franceschi, Campagna e De Donatis sempre più perno di questa nazionale, a cui si aggiungono nuovi volti come Croatti e Fagone. Anche questi tutte chiamate meritatissime per l’attività dimostrata. Tra gli esclusi troviamo Indiveri del Milan, Franco del Livorno e Deidda del Torino. In attacco chiamati Lopresto, Sodano, Aperio, Gallarato, Però e Mosca. Tutti meritati per attività, alcuni un po’ meno per le ultime prestazioni. Gli esclusi sono: Emanuele Aruta del Napoli, Gianluca Pattarozzi della Lazio e Giuseppe Tuccio del Sassuolo. Nonostante le scelte dei CT possano sia far sorridere che far storcere il naso a qualcuno, le scelte dei vari allenatori risultano essere perlopiù giustificate.

Tutte le info su FIFA 18 – 2018 FIFA World Cup Russia

Purtroppo e contro ogni previsione, come a voler rispecchiare il difficile momento dell’attuale politica italiana, la nazionale italiana non andrà ai mondiale di calcio che si svolgeranno quest’anno in Russia. Infatti è noto che la selezione di Ventura non si è qualificata. In attesa di sapere come si comporterà il nuovo C.T. Mancini, vi lasciamo al comunicato ufficiale di annuncio dell’aggiornamento gratuito di Fifa 2018, dedicato al Mondiale russo:

SPOILER: Sarà possibile creare il proprio torneo e giocare i mondiali con l’italia!

L’aggiornamento 2018 FIFA World Cup Russia permette di scegliere una delle 32 nazionali qualificate per vivere il sogno del mondiale e scrivere la propria storia nel torneo, dalla fase a gironi alla finale di Mosca in modalità Amichevole Online e Torneo Online. Con la modalità Torneo FIFA World Cup Personalizzato, è possibile scegliere una delle nazionali incluse in FIFA 18 per creare un torneo unico includendo anche squadre non qualificate come Italia, Cile e USA. Per immergersi nelle più calde atmosfere degli stadi e cimentarsi in partite offline, da solo o con amici, è stata inclusa la modalità Calcio d’Inizio FIFA World Cup.

Grazie agli elementi ufficiali della FIFA World Cup, dalla coinvolgente atmosfera dei campi di tutti i 12 stadi di Russia, con cartelloni, divise, bandiere delle nazionali al pubblico dinamico in alta risoluzione i giocatori potranno godersi l’eccitante spettacolo e i suoni del torneo. Il motore Frostbite permette di attenuare ulteriormente il confine tra il mondo reale e quello virtuale, migliorando ulteriormente il realismo grafico, le nuove dinamiche di gioco e la verosimiglianza dei personaggi, per offrire su PS4, Xbox One, e PC la simulazione calcistica più autentica e visivamente impressionante di sempre.

La popolare modalità di gioco FIFA World Cup Ultimate Team è stata rinnovata per l’occasione: saranno inoltre incluse le Icone FIFA World Cup e oggetti giocatore dinamici legati alle performance nel torneo reale, consente di costruire la squadra internazionale dei sogni, includendo alcuni dei giocatori più celebri della storia dei Mondiali.

Dal 6 giugno l’aggiornamento FIFA World Cup sarà inoltre disponibile su FIFA Mobile per un periodo di tempo limitato: i fan del gioco possono scegliere una delle 32 nazionali qualificate o riscrivere la storia con una delle squadre non qualificate.

 

​crediti immagine di copertina