Articoli

Drink-Fublet 2-1, Pennisi: “Non firmo per pareggiare con Cremonese e Lazio, c’è la giochiamo con tutte”

Terza vittoria di fila per il Drink Team di Christian Pennisi contro il Fublet per 2 a 1, con gli orange che ora volano nella corsa all’Europa. Adesso però arriva un trittico difficile: Cremonese, Inter e Lazio. Pennisi però suona la carica, sentendosi pronto a giocarsela con tutti, desideroso di conquistare quanti più punti possibili.

Il mister si dice fiducioso per il futuro, partendo dalla base dell’ultimo periodo, alla quale però vanno aggiunti dei buoni e mirati acquisti.

Buonasera mister. Terza vittoria di fila, ancora un buona prova del reparto arretrato. Questo Drink ha gettato le basi per un grande futuro?
Buonasera, speriamo di sì, con qualche acquisto l’anno prossimo potremmo toglierci molte soddisfazioni.


Dopo queste serie positiva vi aspetta un periodo ostico sulla carta con Inter, Lazio e Cremonese. Firmerebbe oggi per 4 o 5 punti a fine trittico, o sente di potersale giocare con tutti e di poter stupire dopo queste tre sfide?

Non firmerei per nulla, vogliamo giocarcela con tutti, sarà difficile, anzi complimenti ai mister per le vittorie sicurissime.


L’Europa è l’obiettivo. Cosa serve prr raggiungerlo?

Costanza e fortuna, dobbiamo fare un filetto di vittorie per raggiungere l’Europa.

Fublet-Drink Team 5-1, Ballarini: “Risultato bugiardo, è andato tutto storto. Gli infortuni hanno inciso”

Mister buonasera. Immaginiamo sia difficile commentare una sconfitta come questa. In maniera molto libera, cosa si sente di dire a caldo?
Risultato di certo bugiardo, ma oggi è andato tutto storto. Abbiamo perso non per sfortuna, ma per delle nostre colpe, soprattutto in attacco. Ma può capitare una serata da incubo, anche per i tanti infortuni.

Il Fublet ha dominato soprattutto sugli esterni, con le prove incolore di Ciampaglia e Tosi. A posteriori, lo rimetterebbe quest’ultimo nonostante l’infortunio?
Appunto, come ho detto, non avevo la possibilità di effettuare cambi. Ho dovuto mettere quei giocatori, non c’erano alternative in nessun ruolo, se non a centrocampo e sull’ala destra.

Serata nera per Mosca. Cosa gli dirà per “consolarlo” dopo una notte così?
Mosca sta facendo una grande stagione. Una serata così non è niente di preoccupante. Solitamente se uno gioca male lo tolgo appena posso, ma con Panoz infortunato ho dovuto tenerlo in campo. Non avrebbe mai ricevuto un voto cosi basso, ma poco si poteva fare.

Diego Spezzacatena

Analisi Serie A: 5° giornata (1/3)

Mercoledì 27 Febbraio le squadre di Serie A sono scese in campo per disputare la quinta giornata di campionato. In questi articoli si approfondiranno le singole partite, su cosa sia accaduto e quali sono stati i migliori ed i peggiori in campo.

Milan – Drink Team 0-2
Ballarini DS contro Ballarini giocatore: uno dei match più equilibrati della storia del Progetto. Nei precedenti incontri ci sono sempre stati risultati alterni senza grandi domini da parte di una delle due squadre. A vincere sono stati gli Jager, grazie anche alla complicità del Diavolo, incapace, in questo campionato, di mostrare un vero gioco, ottenendo un solo punto in cinque partite. Il primo tempo si mostra equilibrato: i timidi attacchi dei rossoneri sono bloccati facilmente dalla difesa dei Dubliners, ma di contro gli arancioneri non si rivelano pericolosi. Nel secondo tempo Danilo Trojer ha il colpo di genio, che vale i tre punti: l’ingresso in campo William Cioè. Il giocatore, arrivato nell’ultima sessione di mercato, porta con sé due assist importantissimi: il primo per Vincenzo Mosca, il secondo per Silvio Urbano. Il Milan incappa in un’altra sconfitta, che porta alle dimissioni del mister Antonio Di Gloria: al suo posto arriverà Gioacchino Giamberduca.
Migliore in campo: William Cioè
Peggiore in campo: Fabrizio Lopresto

Fublet – Sampdoria 1-1
Una partita che fa ritornare alla Stagione 1, nella quale entrambe le squadre dovevano far fronte alla paura di andare in Serie B. Delle due, la squadra ligure si salvò, mentre il Fublet scese in Serie B. A distanza di 3 stagioni, si può parlare invece di 2 squadre che puntano all’Europa. Il match è equilibratissimo e lo spettacolo risente del fatto che nessuna delle due squadre voglia perdere. Il primo tempo porta al parziale di 0-0, con le due squadre che sembrano essersi studiati a vicenda. Nei successivi 45′ saltano i tatticismi e i due club iniziano a creare molto di più. A passare in vantaggio sono i blucerchiati, grazie al goal di Marco Fragale al 52′. Il vantaggio non durerà molto: dopo tre minuti arriva il pareggio del Fublet con Matteo Occioni. Le successive azioni vengono sventate dai portieri dei due team, che forniscono un’ottima prestazione. La partita finisce 1-1: un risultato giusto, ma che non accontenta nessuna delle due squadre.
Migliore in campo: Matteo Occioni
Peggiore in campo: Yuri Baldacci

Lazio – Sassuolo 8-1
Uno dei peggiori parziali di questa stagione, inferiore solo a Cremonese-Cesena di questa stessa giornata. La Lazio sembra una delle principali candidate allo scudetto, nonostante la sconfitta in casa contro gli attuali leader della competizione. Nel Sassuolo quasi nessuno sufficiente: si salva giusto Gianmarco Maddaluna, che ha segnato per i neroverdi al 39° minuto. A segno per i padroni di casa Marco Francesco D’Anca, alla sua prima rete in carriera nella massima serie, Alessio Scarciotta, che con una doppietta si riprende dall’espulsione rimediata in nazionale, Antonio Di Gloria, che ne segna altri due dopo la tripletta in Under 21, e Federico Gallarato, vero e proprio mattatore del match, che si prende anche il premio di Migliore in Campo.
Migliore in campo: Federico Gallarato
Peggiore in campo: Michele Cavaliere

Le simulazioni de IlCarro: Cremonese-Fublet

Che bella la Serie B, trentunesima giornata. La Cremonese continua a volare verso la conquista del primo posto e sempre più dirottata verso la A. Il Fublet che aspira al secondo posto della serie, deve confermare la sua superiorità sulle altre squadre sotto di lei. Sul suo cammino questa sera ci sarà proprio la Cremonese, squadra sempre più in procinto di arrivare in A dopo la vittoria contro il Cesena di lunedì.

Lo scontro precedente é terminato 1-0 per la compagine grigiorossa. Come finirà questa volta? La capolista della serie B si riconfermerà anche contro il Fublet? O saranno i biancoverdi a vincere e poter iniziare una clamorosa rimonta verso il primo posto occupato dalla squadra avversaria? Abbiamo simulato la partita, ecco cosa ne è uscito fuori.

 

Come vedete, la gara sarebbe piena di emozioni e molto equilibrata, di quelle perfette da vedere in live, con un totale di ben 9 gol. Il Fublet riuscirebbe ad imporsi in casa della Cremonese con un risultato eclatante in una sfida aperta per tutti i 90 minuti.

La squadra di casa ha però dominato sull’aspetto dei tiri: ben 20 totalizzati, 13 dei quali nello specchio della porta. La squadra ospite non è da meno e ne totalizza 14, di cui 8 in porta. Il rapporto ci dice dunque che entrambe le formazioni tireranno molto durante la partita, con 7 conclusioni di non particolare rilevanza da parte della Cremonese e 6 per il Fublet.

Particolare la statistica sui pali: nessuna delle due squadre ha colpito i legni durante i 90 minuti. Con la quantità di tiri rilevata, sembra quasi irrealistico non aver colpito mai un montante.

Il possesso palla evidenzia una quasi parità, con il 51% da parte del Fublet, che ha completato il 78% dei passaggi effettuati, cioè 353 su 451. La Cremonese invece completa il 77% dei passaggi, ma con una maggiore quantità, 401 su 517. Da questa statistica si nota il giro palla continuo della Cremonese, il quasi predominio avuto sul campo con la sfera tra i piedi. Allo stesso tempo fa capire che non c’è bisogno di 500 passaggi per ottenere il possesso palla per la maggior parte della partita.

Sui contrasti avrebbe la meglio la Cremonese, con un totale di 32 vinto su 49 contro i 16 su 27 del Fublet. Dunque in poche parole, la Cremonese compie il doppio dei contrasti rispetto al Fublet. La percentuale di contrasti vinti peró non è in linea con i falli commessi, 13 a 14.

Quasi vittoria da parte della Cremonese sui colpi di testa: 34 riusciti su 53 compiuti dalla squadra di casa, 29 riusciti su 58 dagli ospiti. Avrebbe dunque la superiorità sul campo aereo, vincendo più colpi di testa su meno tentativi rispetto al Fublet.

Con questo risultato il Fublet più cinico potrebbe continuare la sua fuga per il secondo posto sull’Avellino e il Cesena e sperare in un mezzo miracolo per raggiungere la Cremonese al primo.

 

Fublet: un successo al PLAY di Modena 2018

Adulti e bambini innamorati di Fublet

Fublet, Fublet, Fublet, quanto ci piaci caro Fublet!

Sì, perché la creatura di Paolo Bianchi e Bruno Carfì targata Anonima Editori ha riscosso un enorme successo al PLAY di Modena.

Ma partiamo dall’inizio.

La giornata inizia con Alessandro, Damla, Filippo, Luigi, Paolo e Bruno che sono già a Modena da giovedì.

Ci siamo sentiti telefonicamente e li raggiungo in auto da Milano, nonostante le tangenziali milanesi non siano il prototipo di “viabilità modello” alle otto del mattino.

Metà mattinata arrivo allo stand e si inizia a dare una mano a Paolo e Bruno nell’allestimento dei tavoli da gioco e Filippo nell’allestimento della postazione di ProgettoFM.

Alessandro, Damla e Luigi saranno impegnati al PLAY Trade, insieme ad altri autori, editori e commercianti del settore, per buona parte della giornata.

Inizialmente pensavamo che quattro tavoli fossero troppi, dato che non volevamo creare un effetto di “vuoto” con un solo tavolo occupato su quattro disponibili.

Poi, ecco che arriva il primo curioso. Un espositore.

Paolo inizia a dimostrare il gioco, spiega meccaniche, l’espositore sembra abbastanza preso.

Parliamoci chiaro, presentando un gioco ad una fiera di soli giochi da tavolo, il rischio di trovare persone del settore molto critiche e che si annoino facilmente è molto alto!

Comunque, la dimostrazione va bene, l’espositore ringrazia calorosamente Bruno e Paolo e se ne va dopo quasi un oretta di gioco.

Fublet testato dal pubblico

Arrivano le 14:00, finalmente si apre al pubblico!

Bastano una manciata di minuti e già i primi due visitatori sono incuriositi dal gioco.

Vogliono provarlo.

Paolo gli mette a disposizione un tavolo ed inizia ad arbitrare la dimostrazione.

Dopo poco, ecco che arrivano due bambini, affascinati da questo gioco sul calcio.

Secondo tavolo occupato, con Bruno intento a spiegare ed arbitrare la partita.

I bambini prendono il gioco con curiosità, mentre l’autore spiega loro dinamiche e regole di gioco.

Dopo un paio di turni incerti per capire come girano le dinamiche del gioco, i bambini iniziano a giocare con gusto.

Finita la partita, chiedono alla mamma di acquistarne una copia. E non saranno gli unici.

Man mano che il tempo passa, sempre più persone si fermano a guardare le partite gestite da Paolo e Bruno, mentre io e Filippo continuiamo a promuovere il gioco e il ProgettoFM.

Si chiacchiera, qualcuno si iscrive al ProgettoFM, qualcun’altro attende qualche minuto prima di provare Fublet.

Alla fine, fortunatamente, i tavoli sono sempre pieni.

Il Feedback

Giocando a Fublet si capisce che è un gioco facile da imparare e mai scontato.

Sì, perché nonostante il gioco si strutturi in sole cinque fasi per giocatore, le variabili di sviluppo

In serata, infatti, lo abbiamo provato anche io e Luigi e, nonostante io sia un tipo di giocatore abbastanza negato alle troppe regole ed un neofita dei giochi da tavolo, l’ho trovato abbastanza fluido ed intuitivo.

Stessa cosa confermata da vari giocatori adulti e, soprattutto, dai bambini.

Sì, perché vedere bambini tra i dieci e quattordici anni appassionarsi così tanto ad un gioco strategico è un qualcosa di stupefacente.

Complimenti quindi ai ragazzi di Fublet, sperando che questo sia solo un piccolo passo verso una scalata di successo.

Ah, quasi dimenticavo, non perdetevi il lancio di Fublet anche su Kickstarter.

Lancio che avrà luogo a breve, molto breve.

 

Venerdì 6 Aprile saremo al PlayTrade!

PlayTrade è un evento che si terrà a Modena di tipo Business to Business, dedicato ai vari operatori del mondo ludico italiano.
Al suo interno editori, negozianti, autori di giochi e professionisti dell’informazione ludica trovano uno spazio dedicato al conoscersi, ad approfondire e consolidare la propria professionalità.
Progetto Gaming sarà al Play Trade, per tante buone ragioni: ad esempio perché durante il 6 Aprile ci sarà un’area business dedicata agli editori, ma anche quattro sale per le conferenze, per non parlare di uno “speed date” in cui game designer ed editori potranno conoscersi e valutare i prototipi portati.
Ma chi dovrebbe partecipare al Play Trade? Proviamo a vedere assieme che vantaggi può dare questo evento.
Se siete editori, avrete occasione per promuovere il vostro brand, parlare dei vostri prodotti presso distributori o negozianti, presentare a stampa e addetti il vostro catalogo e le attività, aggiornarvi sulle normative… beh, qui lo spazio è sold out, quindi speriamo vi siate già iscritti!!!
Notizie ancora migliori se siete giornalisti o blogger: avrete la possibilità di individuare momenti di incontro, accreditarvi, professionalizzare la vostra attività, aumentare i momenti di relazione con gli editori, gli operatori e gli altri addetti.
Siete negozianti? conoscerete novità, individuerete fornitori e operatori, acquisirete competenze sui prodotti.
Gli autori e i game designer si presenteranno per cercare opportunità, crescere nella loro professione e incontrare distributori!
Cosa state aspettando, quindi? E’ possibile iscriversi seguendo il link entro il 26/03:  www.play-modena.it/playtrade
Let’s Play (Trade)!