Articoli

HISTORIA SARA’ SUL KICKSTARTER DAL 3 SETTEMBRE

NEED GAMES! ha rinnovato la propria partnership con MANA PROJECT STUDIO per il loro prossimo progetto: HISTORIA, che verrà proposto su kickstarter il 3 settembre, occupandosi poi della versione retail per l’Italia una volta terminata la campagna di finanziamento.

Dopo JOURNEY TO RAGNAROK prosegue la stretta collaborazione tra la casa editrice milanese e lo studio concittadino di graphic e game design con questo titolo ideato da Mirko Failoni, Michele Paroli e Matteo Pedroni. Tutti i prodotti della linea di HISTORIA saranno distribuiti in esclusiva da Asmodee Italia e si potranno trovare in tutti i negozi specializzati e online.

Cos’è Historia

Historia è un’ambientazione Dark Fantasy Rinascimentale per 5a edizione (OGL), del gioco di ruolo più famoso del mondo, popolata da animali antropomorfi, dove i personaggi sono chiamati ad affrontare le difficoltà e in pericoli di un mondo spietato e ferale, sospeso in un equilibrio precario. Gli eroi di Historia potranno esplorare territori ignoti, venire coinvolti in trame politiche o sfidare loro stessi andando all’avventura. Nuove classi chiamate Mestieri, nuove meccaniche, regole per il combattimento mortale e per le armi da fuoco, nuovi tipi di Magia, oltre 10 macro-razze chiamate Familiae e sotto-razze ampliamente diversificata chiamate Specie. Qualcosa di antico è stato scoperto nelle sperdute lande della Fossa, qualcosa in grado di ribaltare ogni ordine costituito, qualcosa che cela un potere immenso e ancestrale, e tutto il mondo reclama la sua parte!

LA LEGGENDA DEI CINQUE ANELLI IN ARRIVO!

NEED GAMES! ha appena annunciato la partnership con FANTASY FLIGHT GAMES e ASMODEE NORTH AMERICA per l’edizione italiana de LA LEGGENDA DEI CINQUE ANELLI – IL GIOCO DI RUOLO, la quinta edizione del gioco di ruolo ideato originariamente da John Wick e ispirato al periodo feudale dell’estremo Oriente.

NEED GAMES!, la casa editrice milanese di giochi di ruolo e giochi da tavolo, è stata scelta come partner per localizzare in italiano tutti i prodotti della linea de La Leggenda dei Cinque Anelli – Il Gioco di Ruolo. Il primo prodotto che verrà localizzato sarà il manuale base, insieme allo schermo del GM e al set di dadi custom del gioco. L’appuntamento per l’uscita è il Lucca Comics and Games 2019. Tutti i prodotti della linea La Leggenda dei Cinque Anelli – Il Gioco di Ruolo verranno distribuiti in esclusiva da Asmodee Italia e si potranno trovare in tutti i negozi specializzati e online.

Cos’è La Leggenda dei Cinque Anelli – Il Gioco di Ruolo

La Leggenda dei Cinque Anelli – Il Gioco di Ruolo è alla sua quinta incarnazione, forgiata dall’incontro tra la nuova versione semplificata del sistema Genesys di FANTASY FLIGHT GAMES, con dadi a 6 e 12 facce, e le originali meccaniche che la caratterizzano. Per oltre mille anni il Divino Imperatore Hantei ha governato il Rokugan, difeso dai sette Grandi Clan. Ora le forze delle Terre d’Ombra si assembrano minacciando la pace, le alleanze si incrinano e l’armonia stessa dei cinque elementi sembra vacillare. NEED GAMES! – Via Bramante 29 – 20154 Milano Questa è un’era di tumulto e di samurai: soldati e politici, mistici ed esteti, guardiani perfetti vincolati dalla Via del Guerriero, ma al tempo stesso uomini fatti di desideri e passioni. Entra in un mondo dove l’onore è duro come l’acciaio della katana… e altrettanto pericoloso. Entra nella Leggenda dei Cinque Anelli

Consigli Natalizi di Giochi da Tavolo

Siamo giunti a uno dei momenti più magici dell’anno: il natale. Quant’è bello riunirsi in famiglia, fare e ricevere doni, divertirsi tutti assieme con qualche attività di gruppo. Sorge sempre però un problema: che regali comprare? Un dilemma che molti comprendono, non sapendo mai cosa potrebbe piacere o essere buono, ma noi di Progetto Gaming proveremo a darvi qualche consiglio. Ovviamente parliamo di giochi da tavolo, un qualcosa di molto bello e che ha il suo valore. Giochi divertenti, da fare tutti insieme, magari proprio sotto alle feste. Qui di seguito vi consigliamo, suddiviso in fasce d’età, alcuni titoli che potrebbero piacervi e sono ideali per dei regali di natale.

Sotto gli 8 anni

  • Il Labirinto Magico – Editore Devir Italia. 2-4 Giocatori. 15 Minuti circa di gioco. Un gioco di memoria dove bisogna superare un labirinto invisibile e ricordarsi dove si trovano i muri!
  • Ticket to Ride Primo Viaggio – Editore Asmodee/Asterion. 2-4 Giocatori. 15-30 Minuti circa di gioco. Versione semplificata del grande classico, costruendo con gioia i treni!
  • Rhino Hero – Editore Haba. 2-5 Giocatori. 5-15 Minuti circa di gioco. Riuscirete a costruire il grattacielo più robusto per accogliere il peso dell’Eroe Rinoceronte?
  • Stone Age Junior – Editore Giochi Uniti. 2-4 Giocatori. 15 Minuti circa di gioco. Esplora l’era della pietra e costruisci la tua piccola civiltà con Jonon e Jada!

Dagli 8 anni in su

  • Vudhulu – Editore Red Glove. 3-5 Giocatori. 30 Minuti circa di gioco. Lanciatevi penitenze a tema Lovecraft e giocate come adorabili scemi gorgogliando o fingo di avere tentacoli!
  • Pozioni Esplosive – Editore Ghenos. 2-4 Giocatori. 30 Minuti circa di Gioco. Raccogliete biglie colorate per completare le vostre pozioni, creando reazioni a catena!
  • Looney Quest – Editore Asmodee/Asterion. 2-5 Giocatori. 20-30 Minuti circa di gioco. Osservate il tracciato, disegnate a occhio il percorso, e guardate se avete buon occhio!
  • Mice & Mystics – Editore Raven. 1-4 Giocatori. 120 Minuti di gioco circa. Vivete un’avventura fantastica nei panni di piccoli topi e salvate il regno dalla terribile Vanestra!
  • Kingdomino – Editore Blue Orange. 2-4 Giocatori. 15 Minuti circa di gioco. Collegate le tessere tipo domino ed espandete il vostro regno collezionando preziose corone!
  • Dungeon Fighter – Editore Cranio. 1-6 Giocatori. 45 Minuti circa di gioco. Lanciate dadi sul bersaglio nelle maniere più strambe e assurde per sconfiggere i vari mostri sulla via!
  • Bang la Pallottola – Editore Dv Giochi. 3-8 Giocatori. 20-40 Minuti circa di gioco. La criminalità nel far west si fa sentire, e il povero sceriffo deve capire chi gli è amico e chi invece nemico!
  • Dixit – Editore Asmodee/Asterion. 3-6 Giocatori. 20 Minuti circa di gioco. Descrivete le carte con fantasia e gli altri dovranno indovinare qual è la vostra!

Dai 12 anni in su

  • La Caccia all’Anello – Editore Devir. 2-5 Giocatori. 90 Minuti circa di gioco. Un giocatore nei panni di Frodo e compagnia, gli altri come Nazgul: chi prenderà possesso dell’unico anello?
  • Time Stories – Editore Asmodee/Asterion. 2-4 Giocatori. 90-240 Minuti circa di gioco. Viaggiate nel tempo, investigate ed esplorate, e cercate di evitare la formazione di falle temporali.
  • Lorenzo il Magnifico – Editore Cranio. 2-4 Giocatori. 90-120 Minuti circa di gioco. Gestite la vostra famiglia e cercate di guadagnare fama e ricchezze più degli altri!
  • Attack on Titans – Cosmic Games. 2-5 Giocatori. 30 Minuti circa di gioco. Rivivete la storia del famoso manga/anime e provate a sconfiggere il giocatore che interpreta il titano!

Dai 14 anni in su

  • Progetto Gaia – Editore Cranio. 1-4 Giocatori. 60-150 Minuti circa di gioco. Esplorate l’universo e colonizzatela per espandere il vostro regno spaziale!
  • Dead of Winter – Editore Raven. 2-5 Giocatori. 45-210 Minuti circa di gioco. Imparate a lavorare in gruppo e sopravvivere ai pericoli esterni ma anche interni della squadra!
  • Le Case della Follia – Editore Asmodee/Asterion. 1-5 Giocatori. 120-180 Minuti circa di gioco. Riuscirete a sopravvivere e rimanere sani di mente nella casa della follia?
  • Descent – Editore Giochi Uniti. 2-5 Giocatori. 240 Minuti circa di gioco. Tanti avventurieri e un signore del male, chi ne uscirà vincitore in quest’avventura epica?

Sherlock Holmes Consulting Detective

Non tutti i giochi da tavolo richiedono una plancia di gioco, dadi e pedine per essere giocati. Il divertimento si crea, per molti, anche tramite la risoluzione di enigmi e puzzle, dove bisogna utilizzare la mente per comprendere. Il gioco di Sherlock Holmes appartiene a questa categoria, dove l’unica cosa che serve per giocare è il proprio acume, accompagnato giusto da una mappa, dei giornali, e un libro d’accompagnamento nell’avventura. Dunque se non siete tipi da ragionare, da pensare, e preferite giochi che richiedono dinamismo allora è subito sconsigliato per voi. Per coloro che invece amano spremere le meningi e provare a risolvere misteri gialli, allora eccovi il gioco di Sherlock Holmes.

Gioco

Quali regole potrebbero mai esserci? Semplicemente bisogna risolvere dei casi vari nell’ambientazione inglese di Sherlock Holmes. Ogni avventura fornisce un libro narrativo da cui si legge un’introduzione con tutti i dettagli del caso. I giocatori a quel punto dovranno scegliere dove dirigersi, e in base alle loro scelte si aprirà il libro narrativo alla pagina corrispondente, rivelando così nuovi indizi. Ogni spostamento per Londra ruba un turno di gioco, e una sfida extra è quello di completarlo nel minor tempo possibile. Infatti le condizioni di vittoria sono due: risolvere il caso, e risolverlo ma prima di Sherlock.

Tutto qui. Basta muoversi, leggere ciò che viene rivelato dal libro narrativo dell’avventura, e tenere bene a mente tutte le informazioni. Bisogna prestare molta attenzione quando si gioca, che la minima distrazione potrebbe essere fatale. Vengono forniti anche pagine finte di giornale che vanno letti con cura, in quanto celano anche in trafiletti all’apparenza inutili delle informazioni preziose. Quando si hanno raccolto tutte le prove che si desiderano, si può dunque procedere a risolvere il caso, dove verrà chiesto il colpevole, così come altre informazioni bonus per punti aggiuntivi. Motivo per cui bisogna prestare attenzione: se si vogliono quei punti extra che potrebbero permetterti di battere Sherlock, bisogna stare attenti.

Considerazioni

Per quello che è il genere di gioco è fatto davvero molto bene. Le avventure sono tutte gestite in maniera eccellente, anche se non tutti potrebbero lasciare lo stesso impatto al giocatore. Alcuni casi potrebbero essere belli, altri a nostro parere scritti male, altri che non riusciremo davvero a comprendere. L’impegno messo però è notevole, e riuscire a creare degli intrecci narrativi in ogni caso ammirevole. Il gioco è anche molto versatile: viene consigliato a un massimo di 8 giocatori, ma in realtà non vi è un limite vero. Si può giocare anche in solitaria, oppure con un bel gruppone che si aiuta e divide i vari compiti.

Infatti è molto bello giocare in squadra. Un giocatore può essere incaricato di leggere i giornali e prestare attenzione alle notizie, un altro potrebbe occuparsi della lettura, altri possono prendere appunti. L’inevitabile difetto e problema di questo tipo di gioco è che l’avventura è giocabile una sola volta, che poi l’assassino purtroppo si sa già chi è. Rimane comunque un’esperienza di gioco davvero piacevole e notevole, che nel caso si può prestare ad altri amici. Inoltre dovrebbero essere disponibili sempre nuove avventure che si possono acquistare a parte per prezzi abbastanza ragionevoli. Un ottimo gioco dunque per chi vuole sedersi comodo e concentrarsi a risolvere un caso del tutto deduttivo.

Timeline – Il Gioco delle Date

Rimanendo sempre in tema di giochi rapidi, semplici e intuitivi oggi vi parliamo di Timeline. Gioco prodotto dalla Asterion/Asmodee, di Frédéric Henry. La scatola di metallo di piccole dimensioni la rendono portatile e di facile trasporto, ottimo anche per piccoli viaggi. Il regolamento è uno solo, molto banale per di più, che difficilmente qualcuno non capirà. Ottime illustrazioni ad accompagnare il gioco, che fanno la loro figura. Infine una caratteristica peculiare: quello di insegnare, un uso propedeutico del gioco.

Il Gioco

Il gioco è composto da nient’altro che carte. Queste carte hanno raffigurato su ambo i lati lo stesso disegno, a rappresentare ciò che indicano. Quello che cambia è che da un lato ci sarà ciò che rappresenta la carta, dietro la sua giusta data temporale. Lo scopo del gioco è infatti collocare le proprie carte in ordine cronologico di tempo, e il primo che finisce la propria mano vince! Nulla di più rapido e semplice.

Ci sarà una carta di partenza, posto al centro del tavolo, con la sua data in bella vista. A turno i giocatori dovranno scegliere una carta dalla propria mano e collocarla là dove pensano vada. Se corretto, la carta viene piazzata e il turno passa al giocatore seguente. In caso di errore la carta viene scartata e il giocatore ne deve pescare un’altra. Più si procede col gioco e più è difficile, ma di sicuro rimane gratificante.

L’Uso Propedeutico

Come discusso il gioco parla di date. Esistono diverse varianti del gioco che trattano argomenti tutti differenti, ma sempre a livello storico. Timeline propone infatti diverse versioni: Invenzioni, Eventi Storici, Musica e Cinema, Scoperte e tante altre. Oltre a essere un gioco può essere un modo per insegnare in maniera semplice le date di determinati eventi.

Delle volte, per molti, è difficile imparare le date correttamente. Che sia un evento storico o una data della propria vita sono qualcosa di difficile da ricordare, informazioni che il cervello esclude spesso. Giocando a questo gioco più volte, dove si può riprendere in mano una carta già giocata in una scorsa partita, può incentivare il ricordo. Ricordarsi la data può infatti porterà alla vittoria, così come alla conoscenza di un fattore importante.

Timeline è dunque un gioco che viene molto spesso consigliato, anche ai neofiti del genere. Non solo per l’uso intellettuale, ma anche per il semplice divertimento senza troppe pretese. Si apre la scatola, si da una mescolata alle carte, e si può fare moltissime partite. Una partita può durare infatti anche soltanto una decina di minuti se non di meno, colmando così molti momento di pausa e svago.

Coloni di Catan VR – Virtual Reality

Per gli amanti dei giochi da tavolo ecco un annuncio parecchio interessante. Favorevoli o meno all’introduzione della tecnologia all’interno dei giochi da tavolo bisogna comunque ammettere il suo impatto e l’evoluzione che esso può portare ai giocatori. Dopo vent’anni di divertimenti tramite i Coloni di Catan e le sue varie distribuzioni ecco che viene annunciato un nuovo passo per il famoso gioco da tavolo: la realtà virtuale.

Experiment 7 sta così collaborando con Catan Studio e Asmodee Digital per realizzare una versione digitale del grande classico che ha fatto partire l’era d’oro dei giochi da tavolo. Sarà un gioco in realtà virtuale, che immergerà il giocatore in maniera diretta all’interno del gioco tramite oculus, ma purtroppo altro non c’è dato sapere.

Il video che si può vedere non offre nessuna prospettiva riguardo il gioco in sé. Si tratta di un semplice annuncio della trasposizione del gioco nella sua versione digitale, lasciando i vari fan in attesa di vedere cos’è che la realtà virtuale ha da offrire. Nel video dell’annuncio si può vedere una piacevole interazione tra il creatore del gioco, Klaus Teuber, e suo figlio Benny. Teuber racconta di come il suo gioco si sia evoluto nel tempo, e la sua emozione nel riuscire a vedere la sua creazione raggiungere un nuovo orizzonte con la realtà virtuale.

“La prima volta ho visto Catan sul Magic Table ero affascinato da ciò che la Realtà Virtuale ha da offrire. Il gioco che creai nel nostro salotto con la mia famiglia venticinque anni fa in realtà virtuale? È davvero incredibile. Non avrei mai immaginato metter piede all’interno del mondo di Catan dove abbiamo incominciato per la prima volta a sognare di esplorare nuove lande”

Queste sono le parole del creatore riguardo al progetto, avendo già visto il lavoro in corso. Per quanto riguarda il gioco in sé, non offrirà assolutamente nulla di nuovo per far fremere vari appassionati del titolo. Quello che significa questo evento è cambiare l’esperienza di gioco, di coinvolgere e di appassionare, oltre che raggiungere un nuovo traguardo ludico e tecnologico. Si può supporre che con la realtà virtuale si potrà finalmente godere nel vedere le proprie città crescere e le creazioni prendere vita. Dovrebbe poter essere disponibile una versione multiplayer, ma non è un dato garantito. Di certo, per chi sarà molto curioso, potrebbe rivelarsi un’esperienza nuova e curiosa.

Hanabi – Il Gioco da Tavolo

Risulta spesso difficile trovare un gioco che possa occupare poco tempo, essere portabile, ma saper allo stesso tempo sfidare. Questo è il caso di Hanabi, gioco di carte da due fino a cinque giocatori, creato da Antoine Bauza, distribuito dalla Asmodee. Si presenta come un gioco di piccole dimensioni con una pratica scatola portatile in molte delle sue versioni. Conoscendo le regole una partita può rubare anche solo una decina di minuti, e non è nemmeno difficile da spiegare. Hanabi si presenta quindi fin da subito come un gioco molto versatile, capace di divertire in diverse occasioni se con il gruppo giusto.

Carte e Struttura

Il gioco è composto da un mazzo di carte che raffigurano fuochi d’artificio di vari colori. In totale ci sono cinque colori di base, a loro volta numerate dall’uno al cinque. Lo scopo del gioco consiste nel riuscire a giocare tutte le carte dei cinque colori nell’ordine numero corretto. Detto così sembrerebbe che il gioco sia banale, tutti sanno riconoscere i colori e contare fino a cinque. La peculiarità di questo gioco è che le carte vengono tenute in mano al contrario, rivolte verso gli altri giocatori.

Il giocatore sarà a conoscenza delle carte in mano ai suoi compagni, ma sarà ignaro delle sue. La difficoltà, e la sfida, consiste nel riuscire a giocare la carta giusta dandosi una mano tra giocatori. Infatti è un cooperativo, dove tutti devono aiutarsi per sconfiggere il gioco, condividendo assieme il punteggio finale. Trovato un buon gruppo con cui giocare il gioco si renderà davvero piacevole e divertente. Per ogni colore, nel mazzo, vi sono tre carte di valore uno, due di ogni altro valore, e un solo cinque. Fate dunque attenzione alle carte e tenete d’occhio gli scarti.

Azioni e Gioco

Seguendo una turnazione oraria, i giocatori potranno scegliere una delle seguenti azioni da compiere:

  • Dare un Indizio – Oltre alla carte vi sono alcuni gettoni che rappresentano il numero di indizi che si possono dare. Un giocatore può quindi rimuovere dal vassoio un gettone e dare suggerimenti a un suo compagno riguardo le carte che ha in mano. Come consiglio si può dire il colore o il numero di alcune carte, dovendo però seguire un obbligo particolare. Bisognerà infatti indicare tutte le carte che rientrano nell’indizio dato.
  • Scartare – Un ottimo modo per riciclare indizi e muovere le carte del mazzo. L’azione di scartare infatti permette di rigenerare uno degli indizi, rimettendolo nel vassoio comune. Bisogna cercare di scartare carte che non servono, tipo i vari doppioni presenti nel mazzo, stando attenti a non perdere i cinque.
  • Giocare – L’azione standard. Basterà annunciare di voler giocare una carta e piazzarla sul tavolo, posizionandolo nella sua posizione corretta. Dando gli indizi bisognerà capire che carte si ha in mano e riuscire a completare il gioco. In caso di errore però, la partita non finisce subito: vi sono tre gettoni errore, dunque tre possibilità di sbagliare.

Il gioco finisce quando si completano i cinque colori numerati, oppure finisce il mazzo. In quest’ultimo caso vien fatto fare un ultimo giro a tutti i giocatori, partendo dall’ultimo che ha pescato. Giocando un cinque, come premio, il gioco rigenera anche un indizio, rendendoli ancora più preziosi di quanto già non siano.

Se vengono scartate tutte le carte dello stesso numero colorato, esempio il tre giallo, i numeri a seguire non potranno essere giocati. Alla fine ogni carta giocata vale un punto, per un massimo di venticinque, ottenendo così un risultato in base alla performance. In teoria, la regola implica anche che non bisognerebbe parlare se non dando gli indizi, ma come gioco consigliamo di goderlo anche in chiacchiera e allegria.

Suggerimenti e Consigli

Di base, quando si trova un gruppo fisso con cui giocare, si possono elaborare le strategie migliori per battere il gioco. Si tratta dunque di elaborare consigli mirati oppure metodi di gioco che possano dare una mano, senza infrangere le regole. Ecco alcuni consigli che possono essere applicati per facilitare una partita e mirare al punteggio massimo:

  • Un primo consiglio facile e intuitivo è quello di spostare e ruotare le carte. Se vi viene indicato una carta potete senza problemi spostarla e magari girarla, per ricordarvi che è quella. Volendo si può anche mettere sul tavolo se è una carta da tenere da parte, ma meglio tenerle tutte in mano.
  • Dare consigli per giocare. Giocatori alle prime armi tendono a dare consigli con calma in modo che il compagno sappia con precisione che carte ha in mano. Il problema è che i gettoni sono a numero limitato, e si arriverà a un punto che si è costretti a scartare. Dopo un po’ si comprende che l’indizio è un elemento importante, e lo si darà con più motivazione, ovvero giocarla. Per esempio, dire che una carta è gialla può essere un modo per dire che bisogna giocarla, perché sapere il colore non da di per sé un grosso vantaggio. Consigliare per scartare invece va bene, ma se possibile evitare. L’eccezione al consiglio è per indicare i cinque o carte di cui è rimasta soltanto uno, per evitare che vadano persi.
  • Tenere le carte in modo ordinato, mettendo sempre quelle nuove dallo stesso lato. Questa strategia serve per quando ci sarà la fase di scarto obbligato, oppure per aiutare a recuperare tempo prezioso. Se si segue il consiglio precedente, ovvero di dare consigli per giocare, si può dare per scontato quali sono le carte da scartare. In questo caso, quelle più vecchie che non hanno ricevuto indizi. Così facendo, se i compagni di squadra sanno da che lato scarti e tieni le carte più vecchie, potranno evitare che si scarti una carta preziosa.
  • Tenere d’occhio le carte degli altri e prestare attenzione. Banale come consiglio, ma in realtà guardando le mani degli altri si può capire molte cose della propria. Esempio, se sai di avere un cinque in mano e vedi le altre quattro, per esclusione sai di che colore è il tuo.

Questo è Hanabi. Come moltissimi dei giochi cooperativi l’elemento chiave per saperlo apprezzare è trovare il gruppo ideale. Quando si è con le persone giuste, in perfetta sintonia e armonia, allora questo gioco si rende più che perfetto. Come già annunciato è portatile, rapido e molto coinvolgente. Difficile da capire nella prima partita, dove non solo ci saranno le incertezze nonostante le buone spiegazioni ma anche un pizzico d’ansia.

Fatto però una o due partite di prova diventa limpido e chiaro come regolamento. A quel punto diventa anche un gioco molto più coinvolgente, dato che si realizza la situazione e la si tiene sotto mano. E diviene anche un gioco rapido e molto piacevole, che mette alla prova la mente e offre anche momenti di eccitante tensione. Qui potrete vedere un video di Progetto Gaming che prova il gioco.

Asterion e le edizioni italiane della Fantasy Flight Games

Un anno molto ricco per gli appassionati dei giochi da tavolo, in particolar modo coloro che apprezzano la Fantasy Flight Games. Allo scorso Gencon la casa produttrice di giochi da tavolo ha fatto grossi annunci riguardo alle sue produzioni prossime che hanno acceso l’interesse e la curiosità di molti. Non poteva dunque mancare l’edizione italiana di questi giochi da parte dell’Asterion/Asmodee, che ha già annunciato di essere al lavoro nella traduzione di alcuni di questi grandi nomi.

Quali sono questi grandi titoli in arrivo? Il più atteso tra tutte sembrerebbe essere Star Wars Legion, il gioco di miniature previsto per l’inizio del 2018, e Asterion ha promesso che pubblicherà in contemporanea con l’estero. Il gioco più corposo presentato al Gen Con da parte della Fantasy Flight Games invece è Twilight Imperium IV. Il ritorno della saga, questo gestionale offre parecchie ore di intrattenimento e sarà previsto per la fine dell’anno. A seguire, molto anticipato e che ha attirato parecchia attenzione è il gioco di Fallout. Un survival con forti elementi narrativi, cooperativo o solitario, anch’esso previsto per la fine dell’anno.

Anche Sid Meier’s Civilization A New Dawn è stato annunciato ed è pronto per la traduzione. Il gioco da tavolo ispirato alla saga videoludica sarà presto disponibile in Italia, dando a tutti la possibilità di regnare con il proprio impero. Ultimo ma non meno importante o impressionante, è Legacy of Dragonholt. Un gioco cooperativo narrativo molto grande e massiccio, fino a sei giocatori e con sei avventure ambientate nell’universo di Runebound. Fantasy Flight Games ha fatto grandi annunci e l’Asterion si occuperà della localizzazione italiana.

Qualcuno di voi è rimasto incuriosito da questi titoli annunciati? C’è qualche gioco che ha già catturato il vostro interesse? State attendendo impazienti il rilascio di uno di questi giochi? Fatecelo sapere! Per gli amanti del gioco da tavolo quest’anno ci sono stati buoni annunci, e speriamo che la Fantasy Flight Games non deluda e ci offre grandi giochi.

RecensiAmo 002 – Sheriff of Nottingham

 

Alex e Charly ci parlano di Sheriff of Nottingham (Asterion-Asmodee)
01:23 Unboxing
08:14 Recensione
19:33 Valutazioni
22:32 Backstage

Pensieri in ordine sparso: divinità del cinema, non schifateci troppo; Massimo, ci manchi tantissimo; i beep che sentite non servono affatto a coprire il suono di imprecazioni, ma frutto di alterazione aliena di onde gamma con terapia tapioco… come fosse Antani, insomma. E se vi dicessi… “videsindaco”?