Coghi, allenatore dello Spezia: “La velocità non ha condizionato il Benevento. Giochiamo così da 4 gare”

Buonasera mister. Ci troviamo a celebrare una bella serata per lo Spezia. Allora, parliamo prima della Sanremese, 4-0 senza appello. La nuova tattica ha ripagato?

Ciao Diego, diciamo che per forza di cose sono stato costretto a studiare un modulo particolare, un 3-1-4-2 asimmetrico. La Sanremese era alla nostra portata e ci è andata bene.

Ora in Coppa vi ritroverete contro la Fiorentina, del suo predecessore Cocco. Impresa impossibile, o miracolo auspicabile contro una squadra di A?

Ora abbiamo la Fiorentina. Nulla è impossibile e tenterò l’impresa, non di certo impossibile.

Passiamo adesso al Benevento. Vittoria a sorpresa o ci credeva? Anche qui ha riproposto questo nuovo modulo con la difesa a 3 e un centrocampo folto. Lo rivedremo?

Con il Benevento ho riproposto lo stesso modulo, incuriosito dalla sua efficacia. Giocavamo contro una squadra che considero una delle big. Speravo in un punto a testa o quantomeno di ripetere la buona prestazione. Diciamo che è stata una serata impensabile e incredibile nei risultati.

Da parte del Benevento è arrivata qualche lamentela sulla velocità della gara. Il mister dei campani ha quasi fatto capire che la sfida sia stata un po’ “falsata così”. Che per cambiare la tattica un attimo, si è ritrovato avanti di mezz’ora di gioco con tipo 3 gol fatti. Lei cosa sente di dire in merito?

La velocità ha condizionato?? Non credo, sono quattro gare in casa che giochiamo cosi, una l’ho persa pure 6 a 0. Eppure, per una sera, diamo doppio merito esclusivo allo Spezia e al suo staff, per aver reso una serata difficile una nottata di festa. Ciao a tutti.

Frattoni dopo Spezia-Benevento: “Consiglio al mister dello Spezia di abbassare la velocità, per rendere la sfida più giocabile e corretta”

Vi proponiamo in esclusiva l’intervista post-partita di Lorenzo Frattoni, il mister del Benevento. I campani hanno perso per 5-2 contro lo Spezia. Il tecnico giallorosso è arrivato in mixed zone e dopo aver accettato di rilasciare alcune dichiarazioni a Lo Spezzino, parte con una prima dichiarazione senza aver ancora ricevuto qualche domanda:

Unico consiglio al vostro allenatore abbassare la velocità per una partita più corretta. Era veramente ingiocabile non si è capito niente

Allora, buonasera mister. La sconfitta per voi è stata pesante per 5-2, con due vostri autogol. Lei dà la colpa, o parte della colpa, alla velocità della gara. Ci può spiegare meglio? Anche per chi non è allenatore.

Buonasera, non do la colpa alla velocità della gara però avrei potuto “ragionarla” meglio e sarebbe stata una partita più combattuta sul piano tattico, infatti sono entrato nelle tattiche al 10’ per cambiare e mi sono ritrovato al 36’ ma vabbèNessun rimprovero ai ragazzi stiamo andando bene serve tempo per migliorare sempre di piùRiprenderemo dopo la pausa più forti di prima, obiettivo principale ripartire da 0.

Al di là della questione velocità, ha qualche rimprovero da farsi o da fare ai suoi ragazzi?

Nessun rimprovero ai ragazzi stiamo andando bene serve tempo per migliorare sempre di più.

Come intenderà riprendere la marcia verso le zone alte della classifica, dopo questo stop un po’ inatteso?

Riprenderemo dopo la pausa più forti di prima, obiettivo principale ripartire da 0.

SPAL-Spezia 1-1: intervista a mister Scardace

Buongiorno mister, allora, è contento di questo pareggio, dopo un periodo tutto sommato difficile per voi?

Direi che sono contento sì, in parte. Per quanto riguarda la mia squadra c’è da fare i complimenti ai ragazzi perché insieme stiamo reagendo al brutto periodo, da migliorare era solo la tattica infatti penso che ora che ho trovato la tattica ci risolleviamo.

Alla luce delle statistiche, lo ritiene un punto guadagnato o due punti persi? Cosa deve migliorare ancora la SPAL secondo lei?

Io penso che ieri abbiamo perso due punti perché se vedi le statistiche la SPAL ha dominato.

Un pensiero sullo Spezia, come l’ha visto in campo?

Lo spezia è una buona squadra ieri è stata brava e cinica perché al primo tiro in porta è riuscita a segnare

VITA REALE: Andrea Ingrassia

Nel giorno del suo compleanno, la redazione del Lo Spezzino regala ai suoi lettori, a se stessa e ad Andrea Ingrassia anche, una nuova puntata della rubrica VITA REALE. Oggi, quindi, conosceremo meglio il centrocampista dello Spezia e vice Direttore del nostro giornale.

Andrea vive a Torino, ma è nativo di Bra, una città della provincia di Cuneo. Proprio oggi compie 20 anni. Lo scorso anno si è diplomato in Amministrazione Finanza e Marketing. Per questo ora sta cercando lavoro, ma in un ambito diverso, Andrea sogna di fare il giornalista. Vorrebbe fare un po’ di esperienza nel settore, in attesa di iscriversi all’Università il prossimo anno.
Il nostro Andrea è accasato, da poco però, infatti si è fidanzato da circa un mese. La fortunata si chiama Luana.

Anche nella vita reale ha giocato a calcio, per 2 anni, nel ruolo di ala destra. Purtroppo ha dovuto smettere per motivi economici, ma oggi gli bastano e avanzano le partite con gli amici. Nel tempo libero gli piace scrivere, uscire con gli amici, ascoltare musica. Ovviamente non mancano i videogame, ed in particolare proprio giocare a Football Manager, ma anche Fifa sul Pro Club.

Andre si è anche lanciato nell’imprenditoria su FB, tra virgolette, visto che gestisce insieme a un mio amico una pagina e un gruppo, ovviamente sul calcio. Il loro progetto è parecchio seguito, visto che hanno 150K seguaci sulla pagina e 10K iscritti sul gruppo. Questo impegno gli porta via comunque molto tempo.

Post Spezia – Lucchese: intervista a mister Deidda

Dopo la clamorosa vittoria per 6 a 0 della Lucchese sul campo dello Spezia, abbiamo intervistato il mister dei vincitori, Maurizio Deidda.

Buonasera mister. Allora, una vittoria rotondissima dopo un periodo non facile. Il 6 – 0 è meritato per lei? O c’è stata un po’ di fortuna?

Secondo me vittoria esagerata. Ad occasioni, nonostante il pallino del gioco fosse nostro, lo Spezia ha saputo trovare occasioni importanti ma non è stato bravo a finalizzare. Il rigore parato poi sul 2-0 ha tagliato le gambe allo Spezia e noi abbiamo dilagato. E’ capitato anche a noi le scorse due partite, quindi capisco la situazione e sarei affranto dopo una sconfitta simile. Sono felice che la squadra abbia risposto alla grande dopo due sconfitte per 3-1.

Dopo una vittoria così, ha comunque qualcosa da rimproverare ai suoi, qualcosa in cui migliorare, oppure stasera è stato tutto perfetto?

Si deve sempre migliorare. La vittoria di oggi può essere anche solo casuale, come può essere stata la vostra sconfitta. Questa vittoria non vuol dire nulla. Come diceva qualcuno, in semicitazione “meglio sei vittorie 1-0 che una 6-0”.

A questo punto, qual è la vera Lucchese? Quella delle giornate difficili, o quella dell’exploit di stasera?Ultima domanda.

La vera Lucchese? La vera Lucchese punta al #RoadToSerieC, quindi questo è stato solo un caso. Scherzi a parte (più o meno): vorrei ritrovare la solidità difensiva che caratterizzava in buona parte del campionato la scorsa stagione e che ci ha permesso una sciagurata salvezza (la Presidenza mi sta ancora maledicendo). Il passaggio a FM19 è ancora una incognita per molti: io pensavo, tramite delle prove offline, di aver trovato una quadra, ma anche variabili come l’affiatamento della squadra e i meccanismi di gioco ancora da migliorare, il problema di trovare un ruolo adatto ad alcuni per trovare il giusto equilibrio, abbinato alla variabile forse snobbata del “stiamo comunque giocando contro altri umani, non il PC”, rendono questo “lavoro” ancora più difficile, ma divertente: il bello di giocare a FM contro allenatori umani è questo. Alla fine l’obiettivo è quello di riuscire a trovare una quadra quantomeno generale per la squadra e poi fare leggeri cambi di partita in partita senza stravolgere. Con lo Spezia ho stravolto qualcosa che non mi era piaciuto nelle scorse partite e in ulteriori prove fatte prima della partita. La mancanza di mister Coghi a gestire la partita sicuramente mi ha aiutato (anche se contro il Livorno ho preso schiaffi contro il PC a mostrare la mia “bravura”). Vedremo nelle prossime partite cosa sarà la Lucchese.

Cosa ne pensa dello Spezia? Dopo due giornate avevano 4 punti, con la pesante vittoria con il Parma. Adesso un periodo nero, con squadre neopromosse o meno quotate. Come l’ha visto lei stasera?

Penso che sia una buona squadra. In generale credo che la serie B sarà molto equilibrata, non penso che ci saranno squadre che spaccheranno il campionato. Forse nel girone di ritorno inizieranno ad uscire i valori delle squadre che si dimostreranno non per forza più forti sulla carta, ma con una organizzazione tattica che permette di fronteggiare al meglio più avversarie. Lo Spezia potrebbe essere una di queste. I valori tecnici e di attività ci sono tutti.

È arrivato l’analista: 4° giornata Serie B (2/3)

Entella-Brescia 2-1

“Audaces fortuna iuvat”. La fortuna aiuta gli audaci, scriveva Virgilio. E questa partita lo dimostra pienamente: i liguri combattono strenuamente contro le Rondinelle che, passate in svantaggio al 34’, hanno raggiunto il pareggio dopo solo un minuto. È alla fine della partita che la sorte ha premiato l’Entella e il suo entusiasmante inizio di campionato: al 91’ l’estremo difensore lombardo, Giacomo Potrecchi, ha commesso un autogol che ha “regalato” i tre punti alla squadra di Chiavari. Migliore in campo: Loris Farina (8.3) dell’Entella

Foggia-Spezia 2-0

I padroni di casa raggiungono il Novara e i nove punti in classifica, con la terza vittoria di fila, mentre lo Spezia rimane fermo a 4 punti. I pugliesi sono stati abili a sfruttare la maggior parte delle occasioni da gol che hanno creato, malgrado due sostituzioni forzate dagli infortuni di Lorenzo Cruccu e Alessio Marcuccilli. I bianconeri invece, pur avendo tirato il doppio – diciotto tiri contro i nove del Foggia – non hanno trovato il gol. La partita è stata corretta e l’arbitro ha dovuto estrarre un solo cartellino giallo, ai danni di Matteo Cassari del Foggia. Migliore in campo: Roberto Micheli, trequartista della formazione pugliese.

Frosinone-Salernitana 0-0

Partita estremamente equilibrata: i tifosi ciociari possono però essere in parte delusi poiché i giocatori della formazione di casa hanno avuto più possesso palla e hanno tirato di più in porta non riuscendo però a concretizzare le occasioni da gol e a mettere in difficoltà il portiere Guastini. L’arbitro ha mostrato due cartellini gialli, uno per parte: uno a Matteo Da Ros (Salernitana) e Francesco Valerio Tommasi (Frosinone). L’equilibrio della partita è percepibile anche dalla media complessiva dei voti (attorno al 6,5) e dalla valutazione del migliore in campo, Antonello Minervini del Frosinone, pari a 7.1.

La sorpresa Foggia si aggiudica il derby con lo Spezia

Il Foggia si sta dimostrando la sorpresa di questo inizio di stagione nel campionato di Serie B PG. Nella serata di ieri è andato in scena il “derby di redazione” tra i rossoneri e lo Spezia. Risultato che, per certi versi può ingannare. Il Foggia, infatti, batte lo Spezia per 2-0 grazie ad un “uno-due” micidiale del subentrato Micheli. Mister Marchi riesce ad avere la meglio grazie al maggior cinismo dei suoi uomini, che capitalizzano meglio i 9 tiri totali contro i 18 dello Spezia.

LA PARTITA

Spezzini che fino alla fine hanno dato filo da torcere al Foggia, ma hanno pagato l’ottima vena realizzativa di Micheli che realizza la sua doppietta personale con soli due tiri in porta. Prestazione eccellente per Spano che totalizza ben 96 passaggi convertendone il 95%. Ottima le prove, oltre del già citato Micheli(8,8), di Martellosio(7,6) e Verteramo(7,4) che ha resistito fino alla fine. Menzione d’onore per il portiere spezzino Di Leo(6,9) autore di un paio di miracoli che hanno evitato un passivo più pesante.
Le brutte notizie in casa Foggia arrivano però dall’infermeria. Mister Marchi deve infatti fare i conti con gli infortuni di Marcuccilli e Cruccu e gli acciacchi di Verteramo. Fortunatamente per la squadra Sassu ha recuperato e dalla prossima dovrebbe rientrare Nisi.

Foggia(4-4-2): Centomani, Cassari-Zaina-Marcuccilli(sostituito da Giovannelli)-Verteramo, Petrakiev(sostituito da Micheli)-Zaffuto-Spano-Cruccu(sostituito da Tonelli), Martellosio-Niglio.

Prossima sfida, per la quinta giornata di Serie B PG: V. Akragas – Foggia

Davanti la Lavagna

Ben tornati nella rubrica Davanti la Lavagna, oggi andremo ad analizzare la partita Foggia contro Spezia decisa dai due goal di Roberto Micheli per la squadra.

La partita ha messo in luce i difetti della squadra bianconera; ha trovato davanti a se una compagine ben organizzata che ha saputo fare delle occasioni da goal e del possesso la base per la vittoria. La squadra ligure si è presentata con il 4-3-3, il modulo ha però conservato la natura dei ruoli dei due attaccanti esterni lasciandoli partire da più dietro per poter sfruttare velocità inventiva di Ambrosecchia e Gigli.

In fase di costruzione e sviluppo possiamo notare come lo Spezia abbia faticato molto a mantenere il possesso della sfera e la precisione nei passaggi sia stata molto deficitaria; questo problema è stato evidenziato e messo in luce andando ad osservare come statisticamente il possesso palla sia stato del 39% e la precisione della trasmissione del pallone si sia fermata ad un risicato 73%. Il Nonostante questi problemi abbiamo comunque tirato 18 volte centrando solo 3 volte la porta e creando una sola vera occasione da goal.

In fase difensiva c’è ancora del lavoro da fare. i goal sono stati presi a cavallo dei 2 tempi regolamentari. Guardando i dati prodotti dalla partita si riconosce come la difesa si sia comportata bene nel sopportare la pressione degli avversari lasciando indirizzare verso la propria solo 4 tiri. la grande mole di possesso palla degli avversari e il conseguente subire continuamente il gioco avversario ha permesso alla compagine pugliese di schiacciare lo Spezia nella sua metà campo lasciando solo spazio per le diverse transizioni offensive dei bianconeri

La buona prova del nostro portiere non ci ha comunque garantita la conquista di punti. Mister Coghi prenderà provvedimenti per migliorare la tattica di squadra per conquistare i punti necessari per conquistare il nostro obbiettivo.

S. Paone

Intervista post partita a mister Spicchio Mariani

Una sfida molto attesa dalla nostra redazione è stata Foggia – Spezia. Due squadre seguite dal nostro giornale, con elementi di entrambe le rose che formano la nostra redazione.

Il Foggia ha vinto 2 – 0 grazie alla doppietta di Micheli. Noi abbiamo intervistato in esclusiva nel post partita il mister rossonero, Spicchio Mariani.

Buonasera Mister, una vittoria importante arrivata a cavallo fra primo e secondo tempo. E’ soddisfatto della sua squadra? Pensava di fare meglio oppure più fatica?

Essendo l’allenatore non posso che non essere contento per questo fantastico risultato, però a livello tecnico tattico la squadra è stata cinica ma ha fatto alcuni errori facilmente evitabili soprattutto in fase di transizione. Per il resto felicissimo del risultato!

Stando andando benissimo, siete in ottima forma, dove volete arrivare?

L’unico obbiettivo è la salvezza non perché voglio fare il gufone o qualcos’altro semplicemente per il nostro livello di squadra è l’obbiettivo massimo.

Micheli ha messo a segno una doppietta, è l’uomo in più della squadra?

Micheli è importante come chiunque altro. oggi era la sua giornata la prossima sarà al giornata di qualcun’altro.

Resoconto analitico Serie B: 3a giornata (parte 3/3)

Spezia-Palermo 1-2

Il risultato rispecchia perfettamente il gioco espresso dalle due squadre: il Palermo crea di più e riesce a sfruttare la sua superiorità, bloccando lo Spezia al tredicesimo posto con 4 punti in classifica.

Formazioni

Spezia: Spezzacatena 6.9, Marino 6.5, Giannattasio 6.4, Tomeo 6.5, De Santis 6.4, Miscio 6.9, Lagati** 6.8, Ingrassia* 6.9, Ambrosecchia 8.2, Pizzimenti 6.7, Facchino*** 6.6, Cifariello** 6.8, Gigli 6.7*, Saija*** S.V.

Palermo: Aita 6.3, Ingrande 7, Carafa 6.8, Pistolesi*** 7, Nico Scardace 7.2, Graziano** 6.6, Parisi 6.4, Brucia* 6.7, Gentile 6.9, Minopoli 7.5, De Nadai 7.8, Sfameni*** 6.7, Romanelli** 6.7, Belloni* 6.6.

Marcature:Minopoli (P. 11’), Di Nadai (P. 13’); Ambrosecchia (S. 56’)

Assist: De Nadai, Nico Scardace (Palermo)

Ammonizioni: Giannattasio, Marino, Pizzimenti (Spezia)

Dati partita

  • Tiri (in porta): 12 (5) – 25 (8)
  • Possesso palla: 46%-54%
  • Falli: 12-11
  • Media voti: 6,8-6,9

Migliore in campo: Ambrosecchia (Spezia); peggiore: Aita (Palermo)

Vicenza-Lucchese 3-1

Sconfitta troppo pesante per la Lucchese, poiché la partita è stata decisa dalla incapacità delle squadre di sfruttare le occasioni da goal: il Vicenza ha ottenuto i tre punti anche grazie alla prestazione non entusiasmante del comparto offensivo toscano, consolato da una rete arrivata a due minuti dalla fine del match.

Formazioni

Vicenza: Frappo 7.1, Santomartino 8.2, Baldi*** 8.7, Stafa 7, Romeo 7.4, Vullo 6.8, Carrettiero 6.8, Bonfanti** 7, Vaccaro 7.3, Sciuto* 6.8, Davenport 7.6, Lucia*** S.V., Russo** 6.7, Radicchi* 6.8.

Lucchese: Alves 6.8, Giorgi 6.7, Vitale 6.5, Colatruglio 6.4, Matteucci 6.3, Stefanucci*** 6.2, Morelli 6.7, Proietto* 6.5, Gallo 6.8, Xhyliqi 6.6, Benedetti** 6.5, Carotenuto*** 7, Ercoli* 8.1, Leone** 6.8.

Marcature: Vaccaro (V. 39’), Davenport (V. 55’), Santomartino (V. 60’); Ercoli (L. 88’)

Assist: Baldi, Bonfanti (Vicenza); Carotenuto (Luccese)

Ammonizioni: Baldi, Stafa, Catteniero, Bonfanti (Vicenza); Giorgi, Matteucci, Stefanucci (Lucchese)

Dati partita

  • Tiri (in porta): 17 (10) – 12 (5)
  • Possesso palla: 54%-46%
  • Falli: 19-17
  • Media voti: 7,3-6,62

Migliore in campo: Baldi (Vicenza); peggiore: Stefanucci

Livorno-Foggia 0-2

Sconfitta pesantissima per il Livorno che ora si vede orfana dell’allenatore Altomare. Pessimo avvio di stagione per i Labronici, ottimo Foggia che ha fallito solo la prima giornata e si trova tuttora invece si trova al quarto posto in coabitazione con Chievo e Parma.

Formazioni

Livorno: Ierardi 7, Gagnesi*** 6.8, Harb 6.4, Lombardi 7, Bustarelle 6.6, Franchi 6.5, Michelini 6.8, Ricciardi 6.7, Altomare 6.3, Zito* 6.7, Pitoni** 6.7, Giordano* 6.9, Raffioni 6.3, De Vita 6.6.

Foggia: Gigantino 6.9, Carbutti 8.6, Giovannelli Francesco 7.3, Marcuccilli 7, Resina 7.5, Sassu 7.5, Tonelli 7, Pio Zaffuto** 7.3, Cruccu 7.4, Baffa 7.5, Niglio* 6.8, Gatti** 6.6, Micheli* 6.8.

Marcature: Pio Zaffutto, Baffa (Foggia, minutaggio non pervenuto)

Assist: Carbutti (Foggia)

Ammonizioni: Franchi (Livorno)

Dati partita

  • Tiri (in porta): 7 (3) – 25 (14)
  • Possesso palla: 45%-55%
  • Falli: 8-8
  • Media voti: 6,65-7,29

Migliore in campo: Carbutti; peggiore: Altomare e Raffioni (Livorno).

Classifica di serie B (manca una partita alle squadre indicate con “*”): Entella, Novara 9; Palermo 7; Chievo, Parma, Foggia 6; Salò, Benevento 5; Akragas, Vicenza, Brescia*, Salernitana, Spezia 4; Cittadella, Lucchese 3; Avellino, Trapani, Frosinone 2; Roma* 1; SPAL, Livorno e Ancona 0.