Uno stadio esclusivo dedicato agli Esports e al gaming

Non per una partita di Champions o Premier League, una finale di Europa League o del Sei Nazioni, ma uno stadio dedicato agli Esports e a tutto il gaming, un luogo di aggregazione per gli appassionati e gli addetti ai lavori. Dove? Nella ridente cittadina di Amsterdam, casa dell’arte e dell’Ajax.
Già stata sede di importanti eventi come la finale di Heartstone del 2018 e delle finali di Super Mash Bros Ultimate, il Rabo Esports Stadium, che verrà inaugurato nel 2020, è nato per creare un’alternativa più sicura e diretta, oltre che raggiungibile, a chiunque voglia seguire dal vivo i momenti più emozionanti dei tornei inerenti ai giochi più venduti del momento. Da Overwatch a Call of Duty, che è l’evento più atteso; da Fifa a PES, da For Honor a Rocket League.
Occhi puntati ad Amsterdam, al Robo Esports Stadium, il passo avanti che ci voleva per ogni appassionato di videogiochi, augurandoci che esempi del genere possano raggiungere anche il nostro Paese e il resto d’Europa, affinché possano essere alla portata di tutti.

Xbox FanFest 2019: evento speciale per il lancio di Gears 5

A Milano, il 6 Settembre Microsoft terrà la seconda edizione del fanfest dedicato ai suoi fans. Sarà curioso seguire le uscite inerenti a Gears 5 per festeggiare il suo lancio imminente, titolo che in molti attendono dopo il trailer dell’ultimo E3, in cui al Gamescom cui è stata presentata la modalità Orda, una delle opzioni più interessanti all’interno del gioco in modalità multiplayer, apprezzata in passato e ora migliorata, capace di essere giocata fino a cinque giocatori. Una breve spiegazione: a ogni dieci ondate, si presenterà un boss che sarà importante uccidere per proseguire alla fase successiva, e così finché ciò non vi condurrà alla morte, o alla vittoria.

I biglietti sono già disponibili sul sito della Microsoft:
https://www.microsoftevents.com/profile/form/index.cfm?PKformID=0x7448172abcd  

L’evento si terrà presso lo Spazio Scalarini.

For Honor: disponibile gratis

Ubisoft fa sconti in occasione del Gamescom 2019, facendo un regalo a chi pensa di cimentarsi nei combattimenti di For Honor.

È di poco fa la notizia che porta la nostra attenzione su un titolo come For Honor, vincitore del premio Miglior gioco Playstation4 al Gamescom 2016.

La casa francese ha messo a titolo gratuito For Honor Standard Edition sul proprio Store per i giocatori da PC. Giocatori Playstation e Xbox potranno invece acquistare il gioco al 50% di sconto, andandolo a pagare 9,99 euro.

Descrizione del gioco

Lascia alle tue spalle una scia di distruzione nel campo di battaglia di For Honor, il nuovo gioco di combattimento all’arma bianca sviluppato dallo studio di Ubisoft Montreal in collaborazione con altri studi di Ubisoft.

Lanciati nello scontro con un impavido cavaliere, con uno spietato vichingo, o un misterioso samurai, tre dei più grandi guerrieri della storia.Entra nel frenetico mondo di For Honor, l’unico capace di unire abilità, strategia e gioco di squadra con il caos dei più cruenti campi di battaglia.

L’Arte della Guerra, l’innovativo sistema di controllo di For Honor, ti dà il pieno controllo dei tuoi eroi, ognuno con abilità e armi distintive, per permetterti di eliminare soldati, arcieri ed eroi avversari che si parano davanti a te sul campo di battaglia.

For Honor ti offre la possibilità di metterti alla prova con un emozionante multiplayer.

Goditi a pieno l’esperienza insieme ai tuoi amici giocando in multiplayer online o da solo contro l’Intelligenza Artificiale.

Caratteristiche di gioco

Il gioco è un picchiaduro in terza persona tridimensionale, ambientato in epoca medievale e giocabile nelle vesti di un Samurai, Vichinghi, Cavalieri e Wu Lin.

Nella modalità multigiocatore è presente una “guerra di fazioni” dove i samurai, i vichinghi, i wu lin e i cavalieri si affrontano per avere più territori dei propri nemici.

Ogni giocatore può guadagnare truppe per potenziare la sua fazione semplicemente giocando una partita multiplayer. Posizionandoli sui territori nemici più vicini ai propri o difedendo i propri territori più “esterni”.

Alla fine di una Campagna (15 giorni) il territorio con la maggior parte dei soldati di una certa fazione verrà conquistata o rimarrà invariata. In oltre la guerra tra fazioni è cross-platform con tutte le console di gioco (xbox one, playstation 4 e PC).

Disintegration: video dal Gamescom 2019

Durante la serata d’apertura del Gamescom 2019 di Colonia, V1 Interactive e Private Division hanno rilasciato il primo trailer, con gameplay, di Disintegration.

Disintegration è il nuovo FPS ideato da Marcus Lehto, co-autore di Halo.

Il gioco sarà fruibile nel corso del 2020 per giocatori PC, PlayStation e Xbox.

Le modalità di gioco saranno sia single player che multiplayer.

Game Pass: il parco titoli si amplia in occasione del Gamescom

Xbox Game Pass, punta di diamante di Microsoft nonché servizio che ora conta nove milioni di utenti, espande il suo ampio albo di titoli in concomitanza con il Gamescom di Colonia sulle novità di prossima uscita. Alcuni saranno disponibili già da subito e faranno contenti sia gli utenti su console che su pc abbonati al servizio di casa Microsoft:

Devil May Cry 5, prodotto da Capcom.


Stellaris Console Edition, prodotto da Paradox.
Age of Empires.

Di prossima uscita, ma non meno importanti:

– Kingdom Come Deliverance, prodotto da Warhorse, in arrivo il 22 Agosto.


Blair Witch, esclusiva Microsoft, in arrivo al giorno dal lancio del gioco, il 30 Agosto.
Ape Out, sviluppato da Gabe Cuzzillo.

Aggiunte che vanno a rifornire un parco titoli già illustre in una visione futura che lascia presagire altre sorprese da parte di Microsoft, che si sta preparando alla futura generazione migliorando soprattutto i suoi servizi.

Epic Games Store annuncia i due titoli gratuiti di Agosto

In occasione di Ferragosto, Epic Games Store annuncia i papabili e interessanti giochi gratis disponibili per pc dal 15 al 22 Agosto.

Il primo è Hyper Light Drifter, un metroidvania in salsa RPG in 2D sviluppato da Heart Machine: un’avventura che porterà il videogiocatore a controllare un personaggio che ha accesso a una tecnologia avanzata e a un arsenale di armi e abilità migliorabili in tutta l’avventura.

Il secondo è Mutant Year Zero: Road to Eden, sviluppato dai ragazzi di The Bearded Ladies, uno strategico a turni che si ispira alla serie di XCOM.

#sigiocapoveri: ” For Honor ” e ” Alan Wake ” gratuiti su Epic Games Store

Nuovo appuntamento con i giochi gratis dell’Epic Games Store, con una settimana molto ricca per qualità e varietà dei titoli scelti . Agosto infatti si apre nel migliore dei modi, dandoci l’oppurtunità di cimentarci nelle ore più calde della giornata, e non solo, rispettivamente con ” For Honor ” e  ” Alan Wake “, due titoli molto diversi tra loro ma dalle produzioni piuttosto importanti. Analizziamoli insieme nel dettaglio:

For Honor

Uscito nel Febbraio 2017, il titolo prodotto da Ubisoft è un ” picchiaduro ” hack & slash che vi permetterà di giocare sia in modalità singola che multiplayer. Impersonando uno  degli storici guerrieri, che siano essi samurai, cavalieri o vichinghi, avremo modo di affrontare i nostri avversari in un tripudio di combattimenti all’ultimo sangue, assaltando questo o quel castello, uccidendo questo o quel nemico, ma soprattutto dando sfogo a tutte le nostre tecniche combattive. La campagna è divisa in 3 capitoli e composta complessivamente da 18 livelli, in una trama che ci racconterà di guerra e sopravvivenza in un mondo segnato da un cataclisma che non riesce a trovare una pace duratura. Il tutto giocabile anche in modalità co-op. Ma è nella modalità multiplayer che il gioco da il meglio di se: in una delle 7 modalità differenti presenti nella parte online, avremo modo di schierarci con la nostra fazione preferita, di scegliere un personaggio con una classe specifica e di combattere per la gloria della parte che abbiamo deciso di sostenere, aumentando  così le nostre capacità e il nostro equipaggiamento.

Alan Wake

Remedy Entertainment nel 2010 porta alla luce un’avventura horror uscita ufficialmente solo su Pc e Xbox360, ma che da subito è riuscita ad imprimere il proprio marchio nel mondo videoludico, grazie ad una trama ben congeniata, una messa in scena efficace ed un protagonista carismatico ed iconico. Alan è uno scritture di successo bloccato da fortissima crisi creativa, che in cerca di un po’ di relax sceglie Bright Falls come meta di una vacanza con sua moglie. Tra monti, foreste e scorci ricca di natura e bellezza però, il protagonista comincerà ad essere tormentato da delle visioni notturne che sembrano uscite dai suoi romanzi, trascinando il giocatore in un thriller-horror diviso ricco di spunti e tematiche interessanti, adatto per chiunque voglia immergersi in un’atmosfera cinematografica.

Considerando dunque il valore dei due titoli proposti non possiamo far altro che consigliarveli e attendere le vostre opinioni in merito.

Al prossimo appuntamento!

Recensione de “L’Ombra della Guerra”

Nell’immaginario collettivo, le opere di John Ronald Reuel Tolkien sono diventate le più belle epopee da quando l’Iliade venne trascritta dai filologi alessandrini guidati da Zenodoto. Tutto iniziò da uno Hobbit che viveva in una caverna sottoterra. “Non era una caverna brutta, sporca, umida, piena di resti e di trasudo fetido, e neanche una caverna arida, spoglia, sabbiosa, con dentro niente per sedersi o mangiare: era una caverna Hobbit, cioè comodissima”.
Da piccoli o durante una lettura estiva, in molti si sono imbattuti in queste parole, ormai vecchie di quasi cinquant’anni dalla loro pubblicazione, ma sempre attuali e fortemente legati alla nostra infanzia e adolescenza. Dopo “Lo Hobbit” arrivò “Il Signore degli Anelli”, e da allora il mondo della Terra di Mezzo è diventato il punto cardine per la letteratura fantasy.
I ragazzi di Monolith, già conosciuti per “L’Ombra di Mordor” e “I Guardiani della Terra di Mezzo”, si sono cimentati in un titolo migliorato, affinato e ancora più completo rispetto al primo. In una lotta completa contro Sauron, che si appresta a conquistare Minas Ithil, Talion si ritroverà con un Anello del Potere al dito forgiato da Celebrimbor, il fabbro dell’Unico Anello e degli Anelli del Potere.

“La morte ci ha esiliato”…

Assieme allo spirito di Celebrimbor, Talion si ritroverà a combattere orde di orchi, ghoul, Olog e ogni genere di creatura che infesta l’ampio mondo di gioco. Il sistema di combattimento non cambia rispetta al primo, ma migliora le sue componenti in maniera azzeccata rendendo fluido il combattimento e aumentando le combo. I ragazzi di Monolith si sono ispirati a quello già ottimo della saga di Arkham, rendendo l’albero delle abilità molto più profondo e facile da gestire.
Infatti, la progressione del personaggio è soddisfacente soprattutto a un livello di difficoltà elevato, che porterà a immedesimarsi in un combattimento crudo e violento contro qualsiasi nemico.
Importante sarà la modalità d’approccio non appena si avranno determinate abilità sbloccate. Talion potrà potenziare il prosciugamento di un nemico, renderlo in seguito un suo subalterno, aumentare la forza dei suoi fendenti, degli abbattimenti al suolo e le varie esecuzioni. Con Celebrimbor potrà servirsi della “Furia Elfica”, in cui entrambi i personaggi potranno potenziare i loro attacchi e abbattere i nemici attorno a loro con rapidità. L’arco svolgerà un ruolo importante quando si dovranno abbattere degli arcieri attorno a un capitano o un comandante, o per far cadere in testa a quest’ultimi un nido di Mosche Morgul e il corpo in decomposizione di un Caragor utile ad attirare ghoul o i possenti e distruttivi Graug.

Il Sistema Nemesi…

Ne L’Ombra della Guerra il videogiocatore morirà e ucciderà. Quando morirà a causa di una sua disattenzione per mano di un capitano o un comandante, il livello effettivo di quest’ultimo aumenterà. Il videogiocatore vorrà dunque vendicarsi, lo affronterà e ucciderà. Ma l’Uruk che vi ha ucciso diventerà in automatico la vostra nemesi. Può tornare ad affrontare il giocatore in una veste diversa, con armi nuove ma con la stesso desiderio di massacrarlo, a meno che non accada diversamente. Una scelta tecnica e stilistica che ricorda un titolo multiplayer, considerando che nelle diverse mappe dei luoghi ne “L’Ombra della Guerra” spunteranno fuori eventi utili a indebolire l’esercito del comandante protetto soltanto da mura alte e una nutrita schiera di sottoposti.

L’Arte della Guerra…

Nel corso dell’avventura, Talion si ritroverà a conquistare le roccaforti protette dai comandanti fedeli a Sauron e al Re degli Stregoni di Angmar. Infatti sarà importante sfoltire i ranghi del nemico e appropriarsi dei capitani, i quali potranno essere posseduti dal potere del Lucente Signore e inviati a uccidere altri capitani fino a sbloccare la possibilità di assediare una roccaforte. In egual misura, sarà necessario anche difenderla dagli attacchi dell’Oscuro Signore una volta conquistata. Come ne “L’Ombra di Mordor” indebolire il nemico sarà fondamentale. La scelta di Monolith di puntare e migliorare questo aspetto del gameplay ne “L’Ombra della Guerra” è azzeccato.
Ogni orco, capitano o comandante sarà vulnerabile alle Mosche Morgul oppure alle bestie; al contrario potrà infuriarsi in caso di ferite profonde, del fuoco o dei Caragor, fino a potenziare le proprie abilità e a costringere il giocatore a seguire una tattica di approccio diversa e adeguata.

Non si entra con facilità a Mordor…

La costruzione di ogni regione di Mordor è fedele a quanto è stato descritto da Tolkien nei suoi libri. Da Seregost a Cirith Ungol, dai pendici del Monte Fato a Nurn l’oscurità è presente, la mano di Sauron si allarga fino a Minas Ithil e annienta il coraggio nei cuori degli Uomini, ché saranno i primi a perire.
Talion si ritroverà a camminare sui corpi degli orchi uccisi, mentre attorno a lui il potere dell’Oscuro Signore avvolgerà quello che ogni abitante della Terra di Mezzo credeva scacciato per sempre. Tutto si ricollega a un preludio sinistro che riesce a collegarsi alla Guerra dell’Anello, soffermandosi con decisione a un aspetto ambientale in cui le antiche rovine degli elfi e le roccaforti degli uomini diventano dei ruderi circondati da erba alta, neve, cenere e oscurità. Talion potrà arrampicarsi e balzare in pieno stile Assassin’s Creed e liberare torri per il viaggio rapido, utilizzarle per piombare in testa ai nemici e seminare morte e distruzione.
Monolith Productions ha lavorato sugli effetti delle luci, valorizzando ampiamente la profondità del campo visivo per il videogiocatore. Rispetto al primo, sono migliorati i modelli poligonali e le strutture, i bug sono stati risolti in patch risolutive che hanno migliorato la veste grafica del titolo.

Rune e attrezzatura…

Ne “L’Ombra della Guerra” Talion otterrà spade, pugnali, armature, cappe e mantelli uccidendo e svolgendo delle attività secondarie e delle sfide che porteranno a migliorare la sua esperienza. Sarà fondamentale migliorare la propria difesa vestendo abiti migliori e potenziare le proprie doti offensive scegliendo armi adeguate per affrontare le minaccia che incombe sulla Terra di Mezzo. Un altro fattore importante sarà quello di gestire le rune, le quali si ottengono uccidendo dei semplici orchi, dei capitani o dei comandanti, che ne lasceranno parecchie e potranno essere incastonate nelle armi per aumentare i danni inflitti.

In sintesi…

L’Ombra della Guerra è un action GdR in grado di stupire chiunque: dall’appassionato al videogiocatore che non ha mai letto un libro di Tolkien, a chi si approccia per la prima volta a un videogioco e a chi sta guardando le pellicole dirette da Peter Jackson. Nel corso dell’avventura si incontreranno personaggi presenti nei libri che aiuteranno Talion ad avanzare nella campagna principale che si attesta sulle cinquanta ore per il videogiocatore che vuole scoprire ogni dettaglio, storia e reliquia presente a Mordor. I ragazzi di Monolith hanno puntato sul cavallo giusto e delineato un’avventura che, alla fine, riesce a sorprendere in termini di gameplay, mantenendo un tono aulico tipico delle opere di Tolkien.
Quel che si apprezza di questo titolo è la quantità di cose da fare e le emozioni che regala durante l’intera avventura. Talion è un personaggio affranto, desideroso di vendetta per quello che ha perso e l’Anello del Potere al suo dito, forgiato dall’anima di Celebrimbor legata alla sua, lo condurrà fino al Monte Fato, a combattere contro Sauron.

GamePass: Microsoft annuncia i titoli di Agosto 2019

Mamma Microsoft, tramite i suoi canali social, ha da poco reso noto la lista dei giochi che saranno usufruibili gratuitamente* per tutto il mese di Agosto.

  • Ashes Cricket (01 Agosto – Xbox One – Sport)
  • Pandemic (01 Agosto – Xbox One – Gioco da Tavolo gestionale)
  • Downwell (01 Agosto – PC – Sparatutto)
  • The Jackbox Party Pack 2 (08 Agosto – Xbox One – Party Game)
  • Space Hulk Tactics (08 Agosto – PC – Tattico della serie di Warhammer4000)
  • Slay the Spire (11 Agosto – PC e Xbox One – Deck Building)

Sicuramente ce n’è per tutti i gusti, ma ricordiamo di tenere sott’occhio i social Microsoft, perché il catalogo potrebbe ampliarsi ulteriormente durante i prossimi trenta giorni.

*per usufruire dell’offerta bisogna essere abbonati al servizio Gamepass di Microsoft.