LUCCA COMICS 2019 – Domenica Asta di beneficenza delle opere originali al padiglione Carducci

Domenica 3 novembre alle ore 16, all’Area Performance del padiglione Carducci, prende il via l’asta di beneficenza, che mette in palio ai migliori offerenti le opere originali, realizzate dagli artisti nazionali e internazionali presenti in fiera, nel corso di questi 5 giorni di festival. L’iniziativa dell’Area Performance onlus, raccoglie fondi che ogni anno vengono destinati a progetti di beneficenza, che negli anni sono stati finalizzati al reparto pediatrico dell’Ospedale di Lucca e altre realtà fra le quali anche Dynamo Camp.

IL FRANCOBOLLO PIU’ GRANDE DEL MONDO A LUCCA COMICS & GAMES

A Lucca Comics & Games 2019

Svelato il francobollo più grande del mondo

Illustrato da Giorgio Cavezzano, è dedicato agli 85 anni di Paperino

Lucca, 31 ottobre 2019 – Lucca Comics & Games entra nel Guinness dei Primati: a guadagnarsi il Guinness World Record il “francobollo più grande del mondo” che con i suoi 4,107 metri quadrati, certificati dal giudice ufficiale Lorenzo Vetri, raddoppia il precedente primato.

Svelato questa mattina in occasione dell’inaugurazione di Lucca Comics & Games 2019 – dove ha ricevuto l’annullo filatelico ufficiale – il francobollo illustrato da Giorgio Cavazzano, creato in occasione dell’85° anniversario di Paperino, raffigura l’iconico personaggio Disney alla guida della mitica 313, in primo piano sul profilo d’Italia.

Sul palco del teatro del Giglio per la prima volta insieme Lucca Comics & GamesThe Walt Disney CompanyIstituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Poste Italiane hanno annunciato che il francobollo fa parte di una serie composta da otto stampati in foglietto – 300mila esemplari ciascuno – e da un francobollo stampato in foglio – del quale esistono 400mila esemplari.

Il “francobollo più grande del mondo sarà visibile fino al 3 novembre nell’ambito della mostra Paperino siamo noi, all’Ex Mercato del Carmine di Lucca.

Xbox Fanfest 2019: Noi c’eravamo!

Xbox Fanfest 2019: Io C’ero!

Questo il motto dell’evento andato in scena il 6/09/19 allo Spazio Scalarini di Milano.

Grazie alla collaborazione con Sea Of Thieves Italia, anche noi di Progetto Gaming siamo riusciti ad avere occhi, bocca e orecchie al party esclusivo che Microsoft Italia ha organizzato, per il secondo anno consecutivo, per i suoi fan.

Giornata uggiosa, temperature che si sono abbassate tutte d’un colpo su Milano, i primi partecipanti iniziano a radunarsi intorno alle 18:00.

Tra una chicchiera e l’altra, si fa ora di entrare. Sono le 19:30 e ci incolonniamo insieme al resto dei partecipanti.

All’entrata ci viene regalata una maglietta celebrativa dell’evento, un laccio portabadge, due token per le consumazioni al bar e il braccialetto che fungerà da pass per l’ingresso.

Inutile dirlo, il verde è ovunque. Servizio catering per i buffet, dj set e una sfilza di console collegate per provare il nuovo Gears 5.

Durante la serata conosciamo molte persone, come i ragazzi di MondoXbox, colleghi d’informazione specializzati nel mondo a tinte verdi di Microsoft.

Altra piacevole sorpresa è stata quella di incontrare Sinona94, volto noto di 17k, Multiplayer.it e della community italiana di Destiny.

Incontriamo anche una nostra graditissima conoscenza, come Rinoceronte, che come al solito non si ferma mai e continua a creare contenuti su contenuti, un vero caterpillar di idee.

Idee che continuiamo a supportare con la bellissima iniziativa di FriendlyFire di cui stesso Rinoceronte e Furibionda fanno parte con il loro canale Twitch.

Feedback sull’evento

Data la natura esclusiva dell’evento, ci aspettavamo forse qualcosina in più dal punto di vista delle novità da offrire.

Sia chiaro, non critichiamo nulla e ringraziamo infinitamente gli organizzatori per l’impeccabiità e la professionalità avute.

A nostro modo di vedere, però, invitare persone da mezza Italia per un evento esclusivo, in cui c’è ben poco di inedito, suona un po’ male.

La serata, come avevamo previsto, si è incentrata molto su Gears 5, con tanto di stand di truccatori ed intrattenimento sul palco a tema, oltre che all’interessante Trivia su argomenti Xbox.

Peccato però che non fosse in anteprima, dato che gli abbonati al Gamepass Ultimate hanno potuto accedere al titolo di The Coalition già 24 ore prima. Di certo saranno rimasti contenti chi, completando la campagna di Gears5, ha potuto vincere accessori da gaming come cuffie, joypad ed altre cose molto interessanti.

Tutto sommato ci sentiamo di dare un bel 7/10 all’evento, sperando possa migliorarsi sempre più e che possa essere solo il primo di una serie di eventi pensati per i fan dei videogiochi!

Messina: Una nuova ma brillante realtà

Buonasera presidente Roberti , per iniziare la nostra intervista ti volevo chiedere perché avete scelto di avere una squadra affiliata?

Noi abbiamo scelto di avere una squadra affiliata perchè crediamo che sia molto utile avere una cantera dove far crescere, sia in termini tecnici che di attività, i neo iscritti al Progetto.

E perché avete scelto proprio il Messina?

Quando si è presentata l’occasione di scegliere, abbiamo dato un occhiata al Girone C di Serie C, in modo da non allontanarci troppo, in termini geografici, dalla squadra principale. Abbiamo scelto il Messina ricollegando un pò le nostre radici storiche che accomunano Napoli con la Sicilia.

Chi è il ds e l’allenatore? Presentali.

L’Allenatore è Salvatore Ponticelli, lo stesso Allenatore che guida la prima squadra, riteniamo sia abbastanza importante affidare gli stessi schemi, e moduli, alla squadra affiliata, in modo da far abituare e a far assimilare tutte le indicazioni ai canterani che il Mister usa in prima squadra. Il DS invece è Marco Auritano, come da regolamento, lo stesso Direttore Sportivo della prima squadra.

Parlami del vostro giocatore,Luongo:com’è e che ruolo potrà avere nel progetto.

È un profilo molto interessante, è un attaccante che ha già totalizzato 13 goal in 12 partite, pecca un pò fisicamente ma lo trovo bello carico ed attivo, voglioso di raggiungere i propri bonus attività, se continua così ha le possibilità di salire in prima squadra.

Facciamo un passo indietro.
Secondo te per le neo-squadre perché è difficile trovare giocatori? È un fatto legato ai pochi nuovi membri o un fatto di poca pubblicità?

Credo sia difficile aggiudicarsi un neo iscritto vista la tanta concorrenze di squadre che cercano di costruire la propria rosa, è un gruppo sempre in piena espansione non credo che il problema principale sia il poco numero di iscritti visti i numeri. Purtroppo molti gruppi non consentono lo spam e quindi questo penalizza molto la pubblicità.

Secondo te chi sale e chi va ai playoff nel girone c?

Per me sale il Cagliari, per i Playoff tutte le squadre attualmente dentro sono abbastanza tranquille e quasi certe di disputarlo, l’unica posizione a rischio è proprio la nostra dove ci sono altre 2-3 squadre in lotta con noi per l’ultima posizione disponibile.

Un ultima domanda, quali sono i vostri progetti futuri?

Sicuramente in primis quello di arruolare neo-iscritti, sotto questo aspetto siamo molto indietro, ci sono molte squadre già abbastanza formate e dunque questo ci penalizza sull’appeal di essere scelti, la concorrenza è tanta. L’obiettivo principale è comunque quello di far crescere e formare i neo-iscritti e cercare di far fare il grande salto a coloro che si rivelano molto attivi ed interessati.

Un in bocca al lupo al Messina, che possa raggiungere la tanto agognata promozione, e al Napoli sua squadra madre.

Scritto da Fiore Gabriele Giordano

Revisionato da Antonio Del Prete

Extra-Offside: Admin

Buongiorno a tutti cari lettori.

Questa settimana andremo a conoscere meglio i nostri Admin.

Andremo a scoprire: cosa fanno, quali sono state le decisioni più difficili e quali le più belle, come riescono a far incastrare il lavoro di admin con la propria vita privata.

Alberto De Donatis.

Persona splendida, è stato un piacere parlare con lui. Mi ha parlato del bellissimo rapporto che vige tra gli admin, del fatto che pur essendo persone diverse, riescano a prendere decisioni giuste e condivise. Le decisioni più difficili sono quando bisogna multare o bannare. “Molti possono pensare il contrario ma non è facile Bannare o multare un utente, ci si sente amareggiati”. La decisione invece più bella presa sicuramente è stata la ristrutturazione della serie C e la scrittura dello statuto dell’inattivo. Le cose di cui il nostro Alberto va più fiero sono:” le cose dove ci si lavora tanto che funzionano e portano dei buoni risultati”. Come tutti sapete, Alberto è un giocatore del Genoa pur essendo un admin riesce a ritagliarsi il suo ruolo di giocatore e evadere dal suo ruolo di admin. Oltre al Genoa ha inoltre, un ottimo rapporto con molti membri del progetto. Non farò nomi, almeno per ora.

Pier Gaetano Fulco.

Con lui ho la fortuna di lavorarci, infatti sono da poco diventato Marketing Manager del Milan dove lui ricopre il ruolo di Direttore Sportivo. Pier è una persona molto precisa e pacata nei suoi modi.

“Avere delle responsabilità non mi spaventa perché sono una persona tendenzialmente precisa e rigorosa: amo che le cose siano fatte bene e nei tempi giusti”.

La sua decisione più difficile, da quanto detto da lui è stata multare suo fratello. “ma quando uno sbaglia risponde dei suoi errori: le regole sono le regole”.

La decisione di cui va più fiera è stata dare più responsabilità ai presidenti di lega, facendogli raccogliere tutti i nik degli account di Twitch che per chi ancora non lo sapesse viene usata per eseguire le live di football manager.

L’aneddoto più simpatico è stato sicuramente il come è diventato admin.

“Come sono diventato Admin?

Aprono la chat “BAN FULCO” dove mi trovo quelle sagome di Pironti, De Donatis e Ballarini che mi dicono “ci dispiace, è una decisione dolorosa” e poi mi son trovato la proposta di fare da Admin.

Forse era meglio il ban: bastardi!”.

Filippo Ballarini

“Filippo è il Dio del nostro gioco: lui crea e lui distrugge i nostri giocatori”. Parlando con Filippo ho scoperto essere una persona molto sensibile e attento a ciò che fa. Ama il suo lavoro e ci dedica tutto il suo tempo. È una persona che preferisce organizzarsi in modo dettagliato piuttosto che improvvisare. Una cosa che mi ha colpito e la sua sensibilità di persona. Io, come lui, certi atteggiamenti malsani della community non li capisco: insulti, offese personali, e altre cose, sono ciò per cui preferisce far gestire ad altri la comunicazione finale con gli utenti. Io personalmente lo capisco. La decisione più difficile: riguarda i bannati, ma non serveropoli o progettopoli perché quelli furono casi eclatanti, ma quei bannati che, pur avendo torto continuano a darti fastidio o addirittura insultarti.

La decisione di cui va più fiero e cito “che è stata una mia idea, da quello che mi ricordo” è stata la decisione di implementare stipendio e bonus attività. In prima stagione infatti i bonus attività erano mensili e non così efficaci come lo sono ora. Concludendo con Filippo, posso dire che è una persona davvero gentile e disponibile. Forse anche noi dovremmo esserlo più spesso. Quando chiedono qualcosa a lui come a tutti gli altri, esordiamo con un buongiorno o ciao come va? Non fa mai male.

Giacomo Sedda.

Giacomo nuovo admin del progetto, una persona molto riflessiva e attenta. Parlando con lui mi ha confidato che inizialmente era un po’ nella penombra a capire e scrutare i vari meccanismi di admin. Però si è trovato con persone esperte è molto disponibili e sicuramente sarà un grande admin. La decisione più importante è stata sicuramente la scrittura della carta magna riguardanti tutte le regole del progetto. La decisione più difficile? Top secret. Curiosoni.

Concludendo, Giacomo sarà un grande admin. Sarà giusto e severo quando serve. Tutta la redazione di Offside fa un grande in bocca al lupo a Giacomo.

Alessandro Pironti

Alessandro lo conoscete tutti. È una persona davvero molto gentile e sempre pronta ad ascoltarti. Essere un admin è molto impegnativo soprattutto nei periodi a cavallo delle stagioni, tra potenziamenti e chiusure di bilanci.

Ia decisione più difficile sicuramente è stata rinunciare e fare le live serali.

Il motivo? Questo non ci è dato saperlo, ma noi siamo qui che ti aspettiamo.

La decisione più bella sicuramente essere riuscito a non cedere alle lusinghe del “pay to win”, è sempre grazie agli admin il progetto rimane una cosa per tutti.

Come sempre il buon Alessandro ringrazia la sua Damla che insieme a lui si impegna, oltre al suo lavoro, anche in progetto gaming.

Quest’articolo, che ho voluto realizzare, è stato fatto per farvi conoscere la persona che c’è dietro agli admin. Sono tutti e cinque persone splendide.

In ogni community troviamo delle persone che cercano di gestire i vari utenti, le varie problematiche, le lamentele. Quindi, la prossima volta che parleremo con loro o qualsiasi altra persona del progetto, cerchiamo di essere più educati, gentili. In questa community niente ci è dovuto, ma la cosa che dobbiamo fare ,perché è un nostro dovere, è essere educati con il prossimo.

Ps: vi ricordate quando vi dicevo: chi,oltre agli admin e altri utenti della propria squadra è un amico nel progetto? Il buon Salvatore Campagnia, parole di Alberto De Donatis ( mi ammazzerà)

Cito: <<che palle gli devo fare anche i complimenti; lo trovo una persona davvero molto intelligente e competente, non l’ho ancora incontrato di persona ma mi piacerebbe.>>

Con questo saluto il mio futuro in nazionale.

Progetto football manager è questo, un gruppo di persone unite dalla stessa passione. Persone che sono diventati amici pur vivendo a 1800 km di distanza.

Persone che si divertono e che si aiutano in qualsiasi modo.

Scritto da Daniele Collano

Revisionato da Del Prete Antonio