Il Salotto dell’E-sports

Buonasera cari lettori e lettrici di Progetto X, siamo qui oggi per presentarvi una nuova rubrica, che avrà il ruolo, di aggiornarvi su ciò che accade nel mondo e-sportivo, con particolare attenzione al mondo di League Of Legends, ma senza tralasciare i migliori eventi e-sportivi.

Ed è proprio da questi ultimi eventi che partiremo oggi, infatti per chi non lo sapesse ieri, vista l’emergenza sanitaria mondiale e vista l’impossibilità di correre il Gp di Bahrain in Formula 1, si è pensato di correre lo stesso il GP, ma in maniera virtuale andando a creare dunque la Esports Virtual Grand Prix Series, che prevede già da ora la certezza di 6 eventi per l’appunto il Gp di Bahrain, un circuito in sostituzione del Gp del Vietnam e successivamente Cina, Olanda, Spagna e Monaco.

COMPOSIZIONE TEAM

Per quanto riguarda la composizione dei team è un mix di piloti reali di Formula 1, Formula 2 e Formula 3, streamer, caster e sportivi in generale. Sicuramente il nome più altisonante della competizione  è Lando Norris, pilota ufficiale McClaren sia nella realtà che in questa competizione, affianco a lui ci sarà Nicolas Hamilton, fratello del ben più noto Lewis. 

Il team Williams,  porta con sè Nicholas Latifi, pilota ufficiale Williams nella realtà, che verrà affiancato da Liam Payne, l’ex cantante degli One Direction. Il Team Racing Point, invece si schiera in campo con Nico Hulkenberg, pilota di f-1, con la Force India fino alla scorsa stagione ad oggi senza monoposto, che viene affiancato da Jimmy Broadbent, uno streamer.La Renault, porta con sé il cinese Guanyu Zhou, pilota formula 2  e il golfista Ian Poulter.

Nella scuderia ToroRosso, troviamo l’unico italiano in gara ovvero Luca Salvadori, pilota di moto,  nonché stramer, affiancato da  Sadokist, caster. Il team Mercedes, si schiera in campo con Stoffel Vandoorne e Esteban Gutierrez, entrambi riserve nel team ufficiale Mercedes in Formula 1.

La Ferrari  si schiera con Robert Shwartzman, pilota F2, e campione F3 affiancato dal giovanissimo Dino Beganovic, pilota dell’accademia Ferrari. Nel team Red Bull, il ciclista su pista, sei volte campione olimpionico Chris Hoy affiancato dal pilota Philipp Eng.Il team Haas, si schiera con lo streamer RedEye e il commentatore Anthony Davidson.Infine per concludere l’ultima scuderia è L’Alfa Romeo,che si schiera con il commentatore Johnny Herbert  affiancato dallo streamer Cyanide. 

Qualifiche

In qualifica, il più veloce di tutti è stato Philipp Eng, seguito da Esteban Gutierrez, Guanyu Zhou, Nicholas Latifi e Nico Hulkenberg, in 6 posizione troviamo un ottimo Luca Salvadori,  successivamente le due ferrari Shwartzman e Beganovic, la toro rosso di Sadokist, Redeye, Stoffel Vandoorme, Cyanide, la prima delle due McClaren, quella di Hamilton, Ian Poulter, Johnny Herbert, Chris Hoy, Lando Norris, che va segnalato che a causa di alcuni problemi, non ha partecipato alla qualifica e alla prima metà di gara, che dunque è stata gestita dall’IA, infine nelle ultime tre posizioni troviamo Liam Payne e Jimmy Broadbent e Anthony Davidson.

La Gara

Pronti via e subito si parte col primo botto di giornata è un contatto tra Luca Salvadori e Nico Hulkenberg, con quest’ultimo che perdendo il controllo della sua vettura è andato schiantarsi contro la ferrari di Beganovic. Nella curva successiva altro contatto tra Latifi e Esteban Guttierez.  Ad approfittare della situazione è stato Jonnhy Herbert, che partito in 15 posizione dopo le prime due curve si ritrova davanti a tutti.

Un’entrata decisa di Philip Eng, fa perdere la posizione ad Herbert, che successivamente cederà la sua posizione al cinese Guanyu Zhou, che nel 3 giro troverà il sorpasso su Philip Eng, portandosi in testa alla gara. Nel 3 giro c’è sicuramente da segnalare il contatto tra le due toro rosso di Sadokist e Luca Salavadori, con quest’ultimo che ha la peggio perdendo posizioni  e un ottimo Lando Norris, che partito dal fondo della classifica al termine del giro si ritrova adesso in 5 posizione. 

Al termine del valzer dei pit-stop, in testa alla gara c’è sempre il cinese Guanyu Zhou, seguito da Philipp Eng e Stoffel Vandoorne. Un bel recupero di Nicholas Latifi dopo l’incidente nelle prime curve, lo porta in 8 posizione davanti a Luca Salvadori. Brutto incidente di Shwartzman, nel 12° giro, che lo porta purtroppo all’abbandono della gara, che si aggiunge a quella  di Cyanidee di Anthony Davidson. Il 14 giro viene infiammato dal duello finale tra Lando Norris e Jimmy Broadbent, culminato con un contatto tra le due vetture, che ha portato Lando Norris, a sbattere sul muro, ma per fortuna con dei danni che gli hanno comunque consentito di chiudere la gara in 5 posizione.

Riepilogo e considerazioni finali

Dunque in questa prima gara a portarsi a casa la vittoria è stato il cinese Guanyu Zhou, seguito da Stoffel Vandoorme e da Philip Eng,  in 4 posizione troviamo  Jimmy Broadbent, davanti a  Lando Norris, in 6 e 7 posizione troviamo, Nicholas Latifi e Luca Salvadori, RedEye, chiude in 8 posizione, davanti alla ferrari di Dino Beganovic. Nico Hulkenberg 10 e Esteban Gutierrez 11, la toro rosso di Sadokist chiude in 12 posizione davanti a Johnny Herbert e Nicolas Hamilton, infine a chiudere l’ordine di arrivo troviamo Ian Poulter, Chris Hoy e Liam Payne.

Sicuramente visti i nomi, ci si poteva aspettare qualcosina in più sia a livello di organizzazione e sia a livello di correttezza in gara, visti i numerosi incidenti causati, ma tuttavia siamo certi che i prossimi saranno organizzati meglio e sicuramente rispetteranno le aspettative, dunque non ci resta che aspettare.

L’appuntamento è rimandato al prossimo GP, ma ricordandovi che anche all’interno del nostro Progetto, si corre un campionato di Formula 1 e di Formula 2, rispettivamente la domenica con la Formula 1 e il martedì con la Formula 2, se siete interessati cercate il gruppo Progetto F1 e troverete tutte le informazioni necessarie.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento