Progetto FM: Sanremese City

Buonasera cari lettori e lettrici di Progetto X, siamo qui oggi con Giuseppe Gambardella, Cristian Marchese Alberto De Donatis e Pietro Nicoletto, dirigenti della Sanremese, innanzitutto vi chiedo il motivo che vi ha spinto ad acquistare la Sanremese? e poi di parlarci un po del vostro progetto con questa squadra

De Donatis: Buonasera! Il motivo è semplice: espandere i nostri orizzonti. L’Inter ci sta dando grandi soddisfazioni e grande impegno, e nel percorso di evoluzione della squadra un’affiliata era il passo successivo. Essendo poi io del Ponente ligure, avendo sentito della cessazione del legame della Sanremese con la Lazio, mi sono fatto ingolosire, e ho proposto il tutto ai miei sodali.

Marchese: Buonasera a Lei e lettori. Nel mio caso, essendo mister, sono stato trascinato e coinvolto dai Presidenti quando è stata rilevata la società. L’obiettivo secondo i nostri standard non è uno, ma molteplici. Non parliamo solo di risultati sul campo o societari, ma anche di movimenti extra-calcistici. Parliamo pur sempre di una squadra che per un mese intero è stata abbandonata e che infatti viene da ben 7 depotenziamenti. Vuol dire esattamente che ben 7 elementi della rosa (chi più chi meno) a causa della precedente gestione non ha capito il reale senso di questo gioco. Parliamo di una base fondamentale, ovvero il divertimento. La Sanremese, puntiamo a farla diventare ben di più che una società di notevole prestigio.

Nicoletto: Buonasera a tutti. Questo progetto mi è stato proposto direttamente da Alberto ed io dopo averci pensato si e no un giorno, ho accettato. Conosco il resto di dirigenza bene ormai, è un cammino lungo lo sappiamo ma che siamo certi che alla fine saremo orgogliosi di quello che saremmo riusciti a creare.

Gambardella: Una grande squadra come l’Inter ha bisogno di una cantera, visto il buon livello di giocatori presenti alla Sanremese ci siamo buttati.

Poi ci sono il mare, il sole: che vuoi più?

Mi pare di capire, che l’obiettivo finale della Sanremese è di lasciarla come cantera, per poi portare i più meritevoli all’Inter?

De Donatis: sì e no. 

Di certo i tifosi nerazzurri verranno monitorati attentamente, per vedere se meritevoli del passo in Serie A. Ma la Sanremese sarà una squadra vera, con obiettivi importanti. Per questo ci siamo affidati a staff di livello, come un mister ex campione d’Italia.

Marchese: Conosciamo tutti il motto dell’Inter, “L’inter agli Interisti”, giusto? Bene. L’Inter è l’Inter. La Sanremese ha una propria identità, che collabora con l’Inter. Sono entrambe due società con grandi obiettivi da portare a termine.

Nicoletto: Non proprio, rimane comunque una squadra a sé con i propri obiettivi!

Gambardella:  non solo diciamo che può essere un trampolino di lancio per nuovi campioni e un fucina per l’inter, tutto questo non tralasciando la promozione in serie.

Dunque visto che un pò tutti avete tirato in ballo la parola “obiettivi” diteci qualcosa in più, su quello che può essere l’obiettivo per questa stagione e dove pensate di poter arrivare

De Donatis: Il mio obiettivo era recuperare una squadra interessante e a me vicina, e farla gestire da persone giovani e capaci. Gli obiettivi di campo li lascio a Cristian e Pietro.

Marchese: L’obiettivo, personalmente parlando, per il bene della squadra rimane la zona playoff. Dobbiamo rimanere in alto. Il resto lo vedremo partita dopo partita e con la massima umiltà. Inoltre, come ha già specificato Pietro, l’obiettivo resta far capire ai ragazzi che nelle sconfitte o nel vittorie rimane il gruppo. Il senso di appartenenza. E, ripeto ancora, il divertimento. Tutto quello che avevo lasciato nella mia precedente esperienza all’Inter, la vorrei riportare qui. Non si parla più di gruppo, ma di un secondo ambiente amichevole, che può diventare una seconda famiglia. Poi ovviamente, i conti e le finanze le lascio a chi ne ha veramente le competenze.

Nicoletto:La dirigenza precedente alla nostra ha chiaramente svolto un buon lavoro nel gioco perchè ora come ora siamo in piena corsa playoff (anche grazie alle prime due vittorie di fila di Cristian). Gli obiettivi sono: rimanere in quelle zone della classifica ma soprattutto creare un bel gruppo coeso e attivo.

Gambardella: L’obiettivo è rendere la squadra più attiva possibile, poi le qualità del mister e del DS  ci potranno portare in alto.

Noi di Progetto X vi auguriamo il massimo per questa stagione. Bene, direi che abbiamo toccato più o meno tutti i punti, dunque siamo ai momenti dei saluti e come sempre lascio l’ultima parola agli ospiti, ringraziandoli per la disponibilità.

De Donatis: Grazie Progetto X, mi permetto di aggiungere una cosa: Inter e Sanremese condividono anche lo staff media, che punta ad innalzare il livello delle produzioni grafiche di parecchio. Siamo già al lavoro sulla S6, aspettatevi grandi cose da Lorenzo Valentino e il suo staff.

Marchese: A nome di tutta la squadra vi ringraziamo per l’intervista! Auguriamo a Lei e lettori una buona permanenza come utenti del Progetto!

Nicoletto: A nome di tutta la squadra vi ringraziamo per l’intervista! Auguriamo a Lei e lettori una buona permanenza come utenti del Progetto!
Gambardella: Grazie per la bella intervista e Forza tutti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento