PROGETTO FM – Tra gladiatori e falci

Oggi ai nostri microfoni abbiamo una rappresentanza del Novara e Livorno che da poco si sono unite.

Come avete conosciuto il Progetto? E cos’è diventato per voi il Progetto?

[Ottaviani]: Mi ha introdotto William Cioè, presidente del Frosinone, che aveva acquistato il Perugia e ha riunito un gruppo di ragazzi appassionati di Falconero. È diventato una parte importante della mia vita, perché mi piace, mi diverto con i ragazzi che ne fanno parte e mi permette sempre di rilassarmi e strappare qualche risata.

[Mayor]: A me è stato presentato da bomber Tuccio (ora in forza al Bologna) che mi ha chiamato per il Sassuolo. Da lì è stato amore a prima vista.
Sono diventato il primo procuratore del Progetto e uno dei primi presidenti umani nel Progetto.

[Pizziol]: Innanzitutto grazie per questa opportunità. Ho conosciuto il Progetto per caso mentre giravo per qualche gruppo di FM su Facebook. Ho giocato nel Mantova in S3 prima di essere acquistato dal Livorno. Li ho conosciuto Oliver, il mio vero mentore del Progetto. Grazie a lui sono infatti diventato DS.

Cosa vi ha spinto a diventare il presidente dei gladiatori e in seguito del Livorno?

[Mayor]: Io personalmente ho avuto il giro inverso: presidente degli Amaranto e poi dei Gladiatori. Mi ha spinto una mia passione per la gestione e la possibilità di investire economicamente!

Infine la mia avventura al Novara inizia grazie al mio legame con la squadra che mi ha dato fiducia e con i presidenti, ragazzi fantastici e molto propositivi!

[Ottaviani]: Io sono entrato nel Progetto di recente – S4 per la precisione – e dopo nemmeno una giornata sono diventato allenatore. Ho conosciuto e ho instaurato un ottimo rapporto con Alessandro Calchi, all’epoca in prestito al Novara dal Perugia che però era nel gruppo whatsapp Perugia, e da questa conoscenza lui mi ha detto che voleva prendere il Novara. Mi sono proposto e abbiamo finalizzato, portandomi anche sulla panca dei Gladiators. Per quanto riguarda il Livorno, grazie ad Oliver, neo giocatore del Novara, è nata l’idea di affiliarci il Livorno, un’ottima realtà ottimamente gestita, e abbiamo deciso di investire.

Cosa ti ha spinto a chiedere la collaborazione dei tuoi presidenti al Novara? Mancanza di tempo per gestire la squadra autonomamente?

[Mayor]: Il tempo da dedicare alla gestione del gioco dovrà diminuire sicuramente, visto che da pochi giorni ho un bimbo. Oltre a questo ci sta la voglia di non lasciare la squadra che ho creato e plasmato io personalmente in mano a gente poco affidabile o che non conosco, motivo per cui ho scelto un grande gruppo dirigenziale come quello del Novara: amici e non solo soci!

Come valuteresti il mercato dei Amaranto? Avete puntato di più sul attività dei vari giocatori acquistati o sulla qualità della scheda?

[Pizziol]: Abbiamo puntato su giocatori pronti, che fossero in grado di garantire un immediato impatto sul nostro gioco,
comunque guardando sempre all’attività dei giocatori.

Come valuteresti il mercato del Novara? Sogno playoff pronto ad essere centrato?

[Nicolino]: In questa fase invernale abbiamo fatto 3 acquisti, tra cui 2 nuovi iscritti. Era quello che cercavamo, siamo riusciti a coprirci nei ruoli dove c’era maggiore scarsità; se devo dare una valutazione come mercato invernale, darei un 7.
I playoff adesso non sono solo un sogno ma un obiettivo concreto che vogliamo raggiungere tutti insieme, il gruppo ci crede.

L’obbiettivo è quello di riportare da subito il Livorno in B?

[Mayor]: L’obiettivo é combattere fino all’ultimo secondo di campionato possibile per arrivare piú in alto possibile.

Giornalista: Un giocatore per squadra da segnalare per l’attività ch’è fondamentale nel nostro GDR quasi l’unica cosa che conta?

[Pizziol]: Il gruppo del Livorno viene mantenuto attivo dal nostro MM e difensore centrale Simone Gallo, uomo spogliatoio che crea contenuti per mantenere gli altri attivi, taggandoli ed invogliandoli sia su FB che su WhatsApp. Anche io ci metto del mio (essendo sia DS che giocatore) con un bonus creatività alto per mantenere sempre alto lo spirito di squadra.

[Nicolino]: Per il Novara vorrei fare un grosso applauso ad Alfredo Aloi anche se è scarso, riesce a rimanere attivissimo oltre ad essere un ottimo collega in dirigenza.

Come mai c’è stato avvicendamento in panchina Aloi / Calchi poco tempo da parte di Alfredo o alcuni disguidi interni?

[Nicolino]: Non c’è stato nessun disguido interno, semplicemente Aloi aveva problemi relativi ai vari impegni e per una questione di tempo si è presa questa decisione.

Ringrazio la dirigenza toscana e piemontese per il tempo dedicatomi augurandogli di vedere il Novara in A e il Livorno tornare in B.

Scritto da Davyd Andriyesh | Revisionato da Gad Hakimian  |  Grafica di Kevin Ricchiuto

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento