Progetto FM – L’Eco di Frosinone – Dicembre & Gennaio

Bentornati cari lettori di The World of Football con la rubrica più pazza dell’intero panorama giornalistico targato Progetto FM, ovvero l’Eco di Frosinone. In questo numero unisco addirittura due mesi di partite, per recuperare il gap che si è creato a causa di fatti reali ormai ben noti a tutti, di cui almeno in quel quarto d’ora necessario a creare questo articolo vorrei non parlare. Tuffiamoci a bomba nelle partite!

Dicembre comincia con una sfida con una compagine di vertice, il Genoa, che affrontiamo tra le mura amiche. Partiamo (e ti pareva…) in svantaggio con gol di Cocco al 19°, pareggiato da quella pippa al sugo di Guzzi allo scadere del primo tempo. Nella ripresa lo svizzero (detto anche “il badino”) riesce pure a fare doppietta, evento che accade solo se William Cioè, il famoso Mostro di Frosinone, decide di fare nello stesso giorno il bagno, e ciò capita solo una volta l’anno (infatti sta chiuso nelle segrete perché puzza). Portiamo a casa quindi un ottimo 2-1, che fa ben sperare.

William mentre si butta in acqua

Speranze purtroppo mal riposte, perché nella partita successiva contro il Novara perdiamo 1-0 per un gol di Bonfanti al 50°, causa ovviamente papera di Casta… ma vedrete che presto le cose cambieranno; talmente arrabbiato per i 3 punti buttati che salto l’analisi di questa partita per passare alla prossima.

Si comincia ufficialmente il girone di ritorno affrontando il Cittadella in casa. All’andata finì 4-6 per loro, in una partita che dire rocambolesca è dir poco, mentre questa volta un rotondo 3-0 chiude la pratica e ci permette di ripartire col piede giusto. I gol di Amendola al 39°, e doppietta del buon Tenent…no, Caporal…no, Colonell… no….. era Generale, ora me lo ricordo, era Generale! Dicevo, doppietta del buon Generale (o Ghenerale, scegliete voi la pronuncia che preferite). Per gli avversari da segnalare l’espulsione di Galota, ex Frosinone; avendo paura potesse finire l’acqua calda per la doccia post partita, ha voluto essere il primo a poterla fare.

La truppa saluta il suo Generale, dopo la doppietta

L’ultima partita di Dicembre ci vede contro la Salernitana, squadra che all’andata ci rifilò un 2-1, mentre stavolta il 2-1 lo facciamo noi a loro (tiè!). Apre le marcature Giorgio “Maldini” Sciubba, difensore goleador (non le caramelle, non pensate subito al cibo), pareggia per gli avversari Fabbri al 67°, e la chiude, in zona Cesarini, il giovane “Old” Vecchio. Un gol del Vecio può avvenire solo se si verifica un altro fatto estremamente improbabile: che il Mostro si fa il bagno e in più decida di usare addirittura il sapone; fidatevi, è moooolto difficile che accada.

I risultati di Dicembre

Anno nuovo, abitudini nuov… no, sempre le stesse sono, come vedremo a breve. Ma prima delle partite, facciamo un riassunto del nostro calciomercato: in uscita abbiamo il capitano Antonucci, con il passaggio di fascia tra lui e il nostro Ghenerale (che da adesso chiamerò Capitano, che tanto sempre un grado dell’esercito è), il nostro roccioso difensore Iacona, e il terzino destro più alcolizzato e diciamo “attratto dalle bellezze femminili” dell’intero progetto, il pecoraro Manuel Sanna. In entrata i due canterani del Perugia Chirico e Valdarnini, che faranno parte effettivamente della squadra da metà mese, e infine, signore e signori, il carico da 90 (kg): Mister Gaetan Fulco Piero… ah no, Pier Gaetano Fulco, un Admin coi cosidetti contro*azzi! Un saluto ai partenti e un grande in bocca al lupo per i nuovi!

Il 2020 purtroppo non parte nel migliore dei modi perché veniamo sconfitti 2-1 in casa contro l’Empoli; i gol tutti nel giro di 5 minuti, prima Spoto, poi Capitano-Ghenerale per noi e subito dopo Sorrentino chiude il risultato. La prima di Fulco quindi non troppo bene ma tranquilli, era solamente stato distratto dalla braciola preparata da Castagnoli, di nuovo addetto alla griglia dopo l’arrivo dell’Admin portierone. Dalla prossima partita, per non ripetere lo stesso errore, il buon Fulco giocherà con una molletta sul naso, per non sentire l’odore della carne e restare quindi concentrato sulla partita.

La braciolata di Casta

Purtroppo neanche la molletta sul naso ci salva da un pesante 6-0 contro la capolista Parma, che dimostra tutta la sua forza in campo con i gol di Bertrand (9°), doppietta di Semeraro (17° e 35°), Merlo (37°), Coda (52°) e Boffi (83°).  Non molto altro da dire su questa partita, se non da sottolineare il debutto in campo per il nuovo arrivato Valdarnini.

Il destino a volte è beffardo, questa volta siamo noi a rifilare un 6-0 all’avversario, il Vicenza. Apre le marcature Amendola (16°), seguito da Vecchio (19°) e da Guzzi (29° e 45+3°), ancora Vecchio (65°) e infine il Maestro Don Alfio (69°). Incredibile la doppietta di “Old”, vuol dire che Cioè, oltre al bagno e al sapone, stavolta deve aver addirittura messo il profumo! Così conciato potrebbe apparire addirittura una persona normale ma ricordate, è pur sempre un Mostro, occhio a non farvi assalire!

William quando è ben pulito e profumato

L’ultima partita che andremo ad analizzare è quella contro l’Akragas, per chiudere il mese di Gennaio. Lo abbiamo appena venduto, ecco che ce lo ritroviamo subito contro; di chi sto parlando, direte voi? Ma del sardo Immanuel Sanna, ovvio! Per fortuna ci vuole ancora bene, infatti sulla sua fascia si aprono grandi praterie in cui Capitano-Ghenerale può avanzare senza problemi. Il primo gol è però di Guzzi al 50°, dopo un minuto segna il Vecio (incredibile il suo stato di forma, Cioè deve aver cominciato ad apprezzare di essere pulito e si starà lavando tutti i giorni), dopo altri due minuti segna proprio Ghenerale grazie alle praterie sopracitate. Gli altri gol sono quello di Lucatelli al 17°, che aveva portato momentaneamente in vantaggio i padroni di casa, e all’88° il gol del definitivo 1-4 di Amendola.

I risultati di Gennaio

Continuano gli alti e bassi della squadra in questi due mesi, ma noi non ci arrendiamo mai e lotteremo fino in fondo per raggiungere i tanti agognati playoff, molto vicini ma allo stesso tempo molto lontani. Per questo numero è tutto, a presto con le partite del mese di Febbraio, un saluto dalla redazione di The World of Football!

Articolo di Emilio Ivaldi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento