Progetto FM – Il mercato oculato della Lucchese

Buonasera a tutti gentili lettori e lettrici, quest’oggi faremo il resoconto del mercato in entrata ed uscita della Lucchese, squadra che milita nel campionato cadetto di Progetto Gaming e in lotta per l’ottavo posto, piazzamento che le garantirebbe l’accesso ai prossimi playoff di Serie B. La Lucchese ha dovuto far fronte alla cessione di Raffaele Pascariello ceduto per 2 milioni alla Sampdoria realizzando comunque una importante plusvalenza che le ha permesso però di fare acquisti con l’obiettivo di regalare più alternative possibili al suo allenatore Maurizio Deidda. Il mister si dichiara soddisfatto di come si è mossa la propria società ribadendo il fatto di aver svolto un mercato funzionale per le esigenze della sua squadra. Troviamo  tra i colpi messi a segno dai rossoneri, la giovane punta Andrea Maffia prelevata dal Rimini per 400k e il centrocampista  Riccardo Ercoli  acquistato dal Cagliari per 750k. Prima della chiusura del mercato è stato effettuato un terzo colpo, si tratta del difensore del Cagliari: Federico Calbini, arrivato con la formula dello scambio secco cedendo come contropartita Marco Colatruglio. Abbiamo deciso dunque di incontrare i tre nuovi acquisti e sentire le loro prime impressioni, dunque diamo un caloroso benvenuto ad Andrea Maffia, Riccardo Ercoli ed a Federico Calbini.

Ciao ragazzi e grazie di essere di qui, iniziamo la nostra intervista parlando della trattativa che vi ha spinti a scegliere la Lucchese. Perché avete scelto di vestire la maglia rossonera?

[Andrea Maffia]: Il motivo che mi ha spinto a venire qui è stata sicuramente la presenza Alberto Bifano, persona che già conoscevo e che mi ha parlato bene dell’ambiente e della squadra.

[Riccardo Ercoli]: Sinceramente ciò che mi ha spronato a scegliere di vestire questa maglia è stata la presenza di mio fratello (Lorenzo Ercoli) nella squadra, ha sempre parlato molto bene del clima che c’era tra i vari compagni di squadra.

[Federico Calbini]: Grazie e buonasera! Ho scelto la Lucchese perché credo nel progetto e sono convinto che già a partire da quest’anno possiamo puntare a fare bene raggiungendo la zona playoff e lottare per la promozione nella massima serie. Oltretutto conoscevo già la nostra punta Francesco Benedetti e la nostra ala Lorenzo Ercoli, ciò mi ha portato con ancora più piacere a scegliere questa maglia insieme al mio compagno al Cagliari Riccardo Ercoli.

Avete già avuto modo di esordire con la vostra nuova maglia, quali sensazioni avete provato?

[Andrea Maffia]: E’ stato molto emozionante, senza dubbio dovrò ancora lavorare per arrivare al livello dei miei compagni ma penso di essere sulla strada giusta.

[Riccardo Ercoli]: Ho già avuto occasione di esordire in maglia rossonera, non ho provato sensazioni particolari ma è stato bello sapere che c’erano molte  persone che credevano in me nonostante ci siano compagni molto più bravi sono positivo e sicuro di poter migliorare.

[Federico Calbini]: Mi è piaciuto molto il calore che i tifosi mi hanno trasmesso sin da subito. Sono contento di essere partito titolare e lavoro ogni giorno per mantenere questo posto e rendere felici i nostri tifosi.

La forza della vostra squadra è il gruppo come avete già ribadito, vogliamo sapere  come ci si trova dentro lo spogliatoio della Lucchese e avete già legato con qualche compagno di squadra?

[Andrea Maffia]: È una famiglia, io personalmente penso di aver legato con tutti anche se sono arrivato da poco, ma come ribadito prima Alberto lo conosco molto di più e da più tempo.

[Riccardo Ercoli]: Il clima nello spogliatoio della Lucchese è semplicemente fantastico, c’è sempre un clima sereno, sono riuscito a legare un po’ con tutti, nessuno in particolare.

[Federico Calbini]: Nello spogliatoio mi sto trovando molto bene, prima di arrivare qua non pensavo di poter trovare compagni così benevoli nei miei confronti. Comunque come detto conoscevo già Benedetti e Lorenzo Ercoli che mi hanno aiutato ad ambientarmi, oltre a Riccardo Ercoli che si è trasferito dal Cagliari con me.

Il vostro allenatore è Maurizio Deidda personaggio molto noto a tutta la community di Progetto Gaming, quale impressione vi ha fatto e come giudicate il suo operato fin ora?

[Andrea Maffia]: Personalmente ancora non lo conosco molto, ma sicuramente un suo pregio consiste nell’avere una conoscenza molto ampia del Progetto oltre alla sua continua disponibilità ad aiutarci, soprattutto a noi novizi.

[Riccardo Ercoli]: Penso svolga il suo lavoro nel migliore dei modi.

[Federico Calbini]: Il mister è sicuramente molto preparato, sa come schierarci per rendere al meglio ed è stato lui a convincermi a prendere parte al progetto Lucchese.

La classifica vi sorride, attualmente siete settimi e sempre più proiettati verso i playoff di Serie B, secondo voi quante possibilità avete di poter salire in Serie A quest’anno?

[Andrea Maffia]: Tante e ce le giocheremo tutte!

[Riccardo Ercoli]:  Abbiamo le carte in regola, l’unica cosa sicura è che dobbiamo dare il massimo a prescindere.

[Federico Calbini]: Non saprei quante possibilità abbiamo di salire in Serie A, ma sicuramente il nostro obiettivo è quello di continuare a lottare per ottenere i playoff il prima possibile e poi dare tutto per ottenere la promozione!

So che siete appena arrivati ma un giorno vi vedreste lontano dalla Lucchese? E in quale squadra?

[Andrea Maffia]: No, anche perché credo fermamente di restare.

[Riccardo Ercoli]: Da tifoso biancoceleste non nego che mi piacerebbe giocare per la Lazio.

[Federico Calbini]: Ora come ora sono concentrato sulla Lucchese e per adesso non penso ad un futuro altrove.

 Ultima domanda, avete qualche aspettativa o qualche sogno da realizzare attraverso questa nuova esperienza?

[Andrea Maffia]: Il mio sogno è quello di vestire la maglia azzurra e vorrei anche riuscire ad arrivare a palcoscenici importanti e internazionali.

[Riccardo Ercoli]: Io spero di aiutare il più possibile la squadra e soprattutto di migliorarmi tecnicamente.

[Federico Calbini]: Spero che questa esperienza mi porti a migliorare sia tecnicamente che tatticamente permettendomi di diventare uno dei difensori migliori del campionato per poi ambire anche ad una convocazione in nazionale. Vivrò questa esperienza cercando di carpire ogni cosa sotto consiglio sia dal mister che dei compagni, cercando sempre di aiutare la squadra ad arrivare in altro.

Scritto da Gabriele Di Leo  |  Revisione di Gad Hakimian | Grafica di Raffaele Pascariello

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento