#sigiocapoveri: Kingdom Come & Aztez

Vedete quale splendida coincidenza? Siamo nella settimana del famigerato ” San Valentino ” e Epic tira fuori due bombe che sapranno intrattenere chi, come me, si accompagnerà questo Sabato 15, questo ” San Faustino “, con videogame, cibo e magari fiumi di alcool. Dunque dopo questo quadretto di malinconia mista ad una certa egocentrica libertà, andiamo a vedere quali titoli possiamo riscattare senza spendere un solo euro e tenere così fede al nostro grido: #sigiocapoveri!

Kingdom Come: Deliverance

Epic Games Store ( 13/20 Febbraio )

GDR

Gioco di ruolo. Ambientazione medievale ma non fantasy. Approccio al tutto in maniera realistica. Questi sono alcuni dei  pilastri che compongono il titolo di Warhorse, ambientato nella Boemia del XV secolo e avente come protagonista Henry, giovane figlio di un fabbro con l’ambizione e la voglia di far parte di qualcosa di più grande. Suo malgrado la richiesta verrà esaudita da un feroce attacco militare nel quale il nostro alter-ego perderà tutta la propria famiglia, scatenando in lui un grande sentimento di vendetta verso i reggenti colpevoli dell’azione bellica. Da qui parte la nostra storia, fatta di intrighi e intrecci ma senza sfociare nell’eroismo fine a se stesso. Il gameplay, come detto in precedenza, punta su una struttura ruolistica molto profonda, dove sono assenti rami di abilità e classi predefinite: la crescita del personaggio infatti è legata alle azioni che faremo, così come agli oggetti che indosseremo e all’equipaggiamento in generale. Molte sono le variabili che andranno a comporre l’essenza del nostro Henry e sarà nostra la responsabilità di formarlo passo dopo passo all’interno della storia. E non pensate assolutamente di farlo divenire soltanto il migliore dei guerrieri. Il gioco ci mette di fronte a innumerevoli situazioni in cui la spada potrebbe non servire affatto, dove magari sfruttare abilità di concetto che, ovviamente, il protagonista non avrà innate. Ma non solo questo contribuirà a farci immergere nello stratificato mondo creato da Warhouse, bensì anche l’impianto narrativo, di livello e con alcuni momenti memorabili. Buono il comparto tecnico, che sebbene mostri il fianco a qualche tentennamento e imprecisione, cerca di ricreare fedelmente uno scenario realistico e credibile, supportato da musiche in linea con l’epicità di cui è intessuto il titolo.

Aztez

Epic Games Store ( 13/20 Febbraio )

Indie/Strategia/Picchiaduro

Dalla Boemia del XV secolo agli Aztechi, per un titolo indie dalle caratteristiche molto particolari. Aztez è un gioco dalle molteplici anime, formato in particolare da una parte Picchiaduro e una più Strategica. Ambientato nel 1428 il gioco ci mette alla guida dell’impero azteco, il tutto 20 anni prima dell’arrivo dei Conquistadores spagnoli. Il nostro compito sarà quello di respingere ogni sorta di minaccia esterna ed interna, mantenendo e facendo crescere il nostro potere e la nostra popolazione. Per farlo dovremo padroneggiare le due fasi di cui è composto il titolo. Nella prima ci troveremo davanti alla mappa  dell’impero dove osservare le città in nostro possesso e quelle da provare eventualmente a sottomettere. Suddivisa in blocchi esagonali, ad ogni turno, su di essa appariranno degli eventi in cui decidere il da farsi, tutti diversi tra loro e con conseguenze nette sia in un senso che nell’altro. La seconda fase invece è quella legata al combattimento vero e proprio, in cui controlleremo uno dei nostri ” Aztez “ in un picchiaduro a scorrimento nel quale  usare un massimo di quattro armi intercambiabili, con la possibilità anche di schivare o parare i diversi colpi che ci verranno diretti contro. Un titolo curioso, dalla forte longevità e altamente rigiocabile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento