Benevento New Deal

Oggi ai nostri microfoni Marco Accalai, uno dei nuovi presidenti del Benevento insieme a Manuel Giovannetti, esploreremo con lui l’affaire Rito e cercheremo di capire come intendono far fare al Benevento un’inversione di marcia, nonostante la cocente sconfitta ad opera della Lazio nella finale della Supercoppa Italiana.

Marco, partiamo un attimo dall’inizio, come mai Rito ha “mollato”?

La questione è semplice: Rito non ha “mollato” del tutto, io e Giovannetti dovevamo semplicemente entrare nella dirigenza come ausilio, ma alla fine ci siamo trovati abbandonati a noi stessi.

Esattamente cosa è successo e come mai Rito non ha chiesto aiuto agli admin se lui non poteva più seguire la squadra al 100%?

Rito ha chiesto aiuto agli admin, per questo Filippo, dopo essere stato contattato da noi, ha deciso di concedere questa opportunità a due nuovi utenti piuttosto attivi come me e Manuel, è una scommessa anche per conoscere e farci conoscere all’interno del progetto.

Marco, avete esperienza da DS o da presidenti?

Noi non abbiamo esperienza dirigenziale alle spalle, quindi speravamo di poter fare esperienza con l’aiuto di Rito, anche in vista del fatto che volevamo prendere una squadra di C all’inizio della prossima stagione, posso affermare che l’essere stati abbandonati non ci spaventa, abbiamo sempre costruito squadre nostre da 0 in altri giochi e siamo sempre risultati competitivi.

Anche la rifondazione è una cosa che abbiamo già passato più di una volta in altre sedi, siamo determinati a fare bene.

Avete notizie di Rito? Come mai non può occuparsi della squadra?

Sarebbe bello saperlo, i ragazzi mi hanno detto che non si fa sentire quasi mai nel gruppo presidenza, l’ultima cosa che ci ha detto è che ci vede lanciatissimi e ci lascia le redini della squadra. Noi nel frattempo abbiamo nominato Angelo De Francesco DS e Nico Scardace allenatore. Sinceramente non mi preoccupa perdere giocatori anche se a malincuore.

Il tasto dolente della squadra è il gran numero degli inattivi, avete presentato ricorso?

Valuteremo se ci sono gli estremi per fare ricorso, in questo momento è come se la squadra partisse da 0. L’obiettivo primario è, una volta trovati allenatore e DS, ritrovare il giusto spirito all’interno dello spogliatoio e lasciare andare chi è demotivato, tenerlo contro la sua volontà sarebbe controproducente per entrambe le parti.

Cosa volete ottenere da questa avventura?

Siamo qui per prendere in mano l’intera società, se ci abbiamo messo la faccia è solo per portare buoni risultati! Il nostro allenatore è convinto della possibile salvezza e spera di poter andare avanti anche in Europa.

Ai nostri microfoni anche il DS De Francesco che ci parla del recente passato e del futuro del Benevento:

L’obiettivo della nuova società è quello di rifondare la squadra dopo che l’ambiente è diventato molto aspro e non conforme alle linee che dovrebbero essere alla base di una squadra all’interno del progetto… Questo clima si è creato a causa della vecchia società di cui facevo parte, ma tengo a precisare che subito dopo la mia firma e il mio ingresso in squadra, Rito mi ha lasciato solo, senza nessun appoggio o aiuto.

In questo momento io, Marco, Manuel e Nico abbiamo come obbiettivo principale di stagione il rimanere in A e rifondare il Benevento, andare avanti il più possibile in Europa non guasterebbe…

Quanto alle cessioni di Sangiorgio e Frattoni non c’è stato modo di fargli cambiare idea e di farli rimanere con noi, ma va detto che loro erano i più attivi e quando hanno iniziato a vedere che la squadra stava collassando (Rito era diventato il fantasma del Rito che eravamo abituati a vedere) hanno cercato in tutti i modi di fare qualcosa, provando a riattivare i molti inattivi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento