Welcome to Torino con Daniele Collano, Andrea Ciavarella ed Enrico Ferrara.

Buonasera e ben ritrovati su Free Kick. Quest’oggi ci spostiamo a Torino dove avremo il piacere di conoscere tre nuovi componenti della squadra granata: Daniele Collano, Andrea Ciavarella ed Enrico Ferrara.

Salve a tutti, io sono Francesco Avogaro giornalista di Free Kick. Iniziamo subito con le presentazioni.

[Collano]: Ciao sono Daniele Collano presidente del Parma e della Juve Stabia Warriors, presidente della lega di Serie C e fondatore del giornale Offside.

[Ciavarella e Ferrara]: Ciao!

Cosa vi ha spinto ad accettare il Torino, ci potete spiegare i motivi di questa scelta?

[Collano]: Questa è stata una scelta di amicizia, sopratutto per Terlati, un mio grande amico; poi riconosco che è una grandissima società, con tanti miei amici come Benedetti, Conte, Figoni e Sedda.

[Ciavarella]: Sono un grande amico di Conte e lo conosco pure di persona, prima di essere del Torino giocavo nella Fiorentina di Pusceddu D. e Iadicicco e poi adoro l’affiatamento del gruppo.

[Ferrara]: Sono al Torino grazie a Benedetti (per gli amici Benny), un mio amico ed ex compagno di classe. Ricordo che siamo entrati nello stesso anno nel Progetto, nella seconda stagione. Lui al contrario mio è sempre stato molto attivo, e per questo ora ha una bella scheda e ricopre ruoli importanti.

Raccontatemi i vostri obiettivi per questa stagione e qualche fun-fact.

[Collano]: Come obiettivo spero di far bene al Toro, spero di diventare un leader per questa squadra. Il gruppo è molto unito e questo mi aiuterà a crescere. Nel Progetto ci sono tanti episodi divertenti, raccontarne uno è difficile, però posso dire che con Gallarato succedono spesso episodi divertenti.

[Ciavarella]: La speranza è quella di rendermi utile al Torino, più di quello che ho fatto nella Fiorentina. Come detto qui il gruppo è molto solido e credo che sia facile raggiungere i nostri obiettivi insieme.

[Ferrara]: Il mio obiettivo è quello di rilanciarmi come giocatore, migliorando la mia scheda seguendo più le live ed il Progetto in generale. Ricopro il ruolo di terzino, sia destro che sinistro, e al Toro ho due pilastri come Sedda e Terlati davanti a me da dover superare. Spero di poter tornare utile alla squadra e al mister Sedda. Il fun-fact è che Benedetti è manesco, più che manesco non dosa la forza quando ti dà una pacca sulla spalla oppure ti stringe la mano in modo amichevole.

Secondo voi com’è il lavoro svolto dal mister Giacomo Sedda fino ad ora? Credete che sia sufficiente il suo operato per puntare in alto in classifica?

[Collano]: il lavoro di Sedda ha i suoi frutti, gestisce molto bene il Toro e la nazionale del Messico, è un grande allenatore. D’altro canto dobbiamo fare qualcosa in più, quindi gli darei un 7; farei giocare di più Collano se fossi in lui, dobbiamo puntare almeno all’Europa League, ci dobbiamo dare una svegliata.

[Ciavarella]: Sapeva che sarebbe stata una stagione con delle difficoltà e non lo ha mai nascosto, dopo un inizio traballante però ha saputo riprendere in mano la situazione. Credo che con le sue capacità, e con l’aiuto di tutti, si possa tranquillamente arrivare in una situazione di classifica che più compete al Torino. Eliminare Conte sarebbe un bel passo avanti.

[Ferrara]: In questo momento il Torino è in gran forma, e credo che Sedda ci possa portare ancora più in alto. Secondo me è un gran mister che riesce a far rendere al meglio tutti i giocatori della squadra, tranne Angela, lei è forte solo con De Donatis.

Termina qui l’intervista di presentazione dei tre nuovi ragazzi del Torino, per scoprire di più sull’universo granata continuate a leggere Free Kick.

Scritto da Francesco Avogaro | Revisionato da Gad Hakimian

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento