Monza: quando una città non vive solo di motori

Buongiorno cari lettori di Free Kick oggi ai nostri microfoni abbiamo: Alessandro Fumagalli, Daniele Atalanta e Marco Casetta rispettivamente: Presidente, Direttore Sportivo e Centrocampista del Monza PG.

Benvenuto ai microfoni di Free Kick, intanto presentati: chi sei all’interno del Progetto?

[Marco]: Grazie! Sono un giocatore del Monza, Serie C/A, sono un difensore centrale / regista di centrocampo e in-game ho 23 anni.

Siccome sei entrato dalla S4, come pensi che si è evoluto il Progetto?

[Marco]: Ho visto molte persone iscriversi al Progetto dopo di me, e quindi molte squadre della nostra categoria hanno potuto inserire nuovi giocatori nelle loro rose; anche noi a Monza abbiamo avuto due innesti (Luca Fumagalli e Mirko Parravicini) che spero possano aiutarci a fare bene. Nella scorsa stagione sono entrato che il campionato era già a metà, e quindi non ho potuto dare il contributo che speravo; quest’anno invece voglio provare fin da subito a dare una mano importante alla squadra.

Invece adesso una domanda per Presidente e Direttore Sportivo: cosa vi aspettate a livello di squadra visto l’andamento del campionato?

[Alessandro]: Buongiorno. Sicuramente abbiamo tanta voglia di fare bene e abbiamo l’organico per farlo. Ad oggi in campionato ancora non abbiamo trovato i 3 punti ma so che – avendo tante partite in poco tempo, e una rosa da solo 15 giocatori – è complicato. Insieme al Mister Battiata e DS Daniele, stiamo costruendo un progetto che va oltre i risultati.

[Daniele]: Siamo molto tranquilli, per quanto riguarda la stagione attuale. Al momento siamo un po’ in basso, ma è dovuto comunque anche alla rosa di 15 giocatori e alle coppe, dove attualmente stiamo andando bene. Abbiamo piena fiducia nell’allenatore! Puntiamo ad acciuffare quei Playoff, che la scorsa stagione sono sfuggiti per un nulla. La squadra ora è rodata ed ha formato un bel gruppo; siamo sicuri che si potrà fare bene!

Tornando a Marco: cosa ti aspetti quest’anno a livello personale e a livello di squadra?

[Marco]: A livello personale, mi aspetto di segnare il primo gol nel Progetto, e riuscire a superare la doppia cifra negli assist. Come squadra, l’obbiettivo minimo in campionato è di accedere ai playoff, mentre nelle coppe bisogna cercare di mantenere vivo il sogno di andare il più lontano possibile e giocare in qualche stadio importante.

Ti immagini un giorno con la maglia azzurra?

[Marco]: Sarebbe un obbiettivo che se, grazie alla squadra, riuscissi a raggiungere, ne sarei veramente orgoglioso.

Grazie del tuo tempo. Tornando a Daniele e Alessandro; nella stagione precedente il Monza ha raggiunto il tetto di 1,5 M. Visto che avete in mente un progetto al di là dei risultati, sperate di raggiungere i 2M in questa stagione?

[Alessandro]: La speranza c’è sempre. Le difficoltà pure. Dico questo perché la Serie C ha poca visibilità e di conseguenza pochi ragazzi che riescono ad avere tanti bonus. Sicuramente noi sproniamo tutti a dare il meglio e investire tempo, non solo per noi ma soprattutto per loro ed il loro avatar.

[Daniele]: Personalmente ci spererei, ma so che sarebbe complicato. La scorsa stagione siamo comunque stati una delle squadre di C con i bonus maggiori. Sarebbe utopico voler sfondare i 2 milioni, ma penso che realisticamente possiamo raggiungere nuovamente il milione e mezzo di bonus! Anche perché a memoria, solo una squadra di C sfondò il muro dei 2 milioni la scorsa stagione.

Grazie mille per l’intervista. Noi di Free Kick vi facciamo i complimenti per la passata stagione e vi auguriamo il meglio per le stagioni future. Dimostrate a tutti chi siete!

Scritto da Alessandro Aiello | Revisionato da Gad Hakimian

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento