Ivan Torcolini: Un amore giallorosso

Buongiorno a tutti i nostri lettori. La nuova stagione è cominciata ed anche se Serie A e Serie B sono già partite col botto, con alcuni risultati attesi ed altri clamorosi, quest’oggi parleremo della guerriglia di Serie C girone C e nello specifico di Lupa Roma con il suo allenatore Ivan Benelli Torcolini.


Ciao Ivan e benvenuto. Prima di parlare di Progetto Gaming volevo chiederti: Chi è Ivan nel quotidiano? Lavori? Studi? Hobby?

Ciao Fabio, intanto grazie per l’intervista! Allora io lavoro, studiare non era il mio forte e mi sono fermato al diploma. I miei hobby sono tanti: Amo il calcio, lo pratico a livello amatoriale due volte a settimana, amo i giochi manageriali, ad esempio football manager e adoro la musica, specialmente quella rock anni 70/80/90


Immagino che l’amore per i giochi manageriali ti abbia condotto tra le braccia del Progetto, quando e come hai conosciuto la Community? Prova a farci un resoconto di quello che è stato il tuo percorso all’interno del Progetto fino ad oggi

Le braccia del progetto si sono aperte un giorno di Giugno, quando sulla mia bacheca di Facebook compare un annuncio di come creare un giocatore… Premetto che questo annuncio era di Ietto, il mio DS e migliore amico e mi sono incuriosito. L’ho presa come un gioco ed eccomi qui.
Ho passato S3 allo Spezia, poi sono andato al Bari e ringrazio Samuele per aver fatto crescere il mio personaggio ed ora sono arrivato nella mia amata Inter.
Per quanto riguarda i ruoli manageriali e dirigenziali: Sono stato allenatore della Fiorentina fino a martedì mattina e sono presidente/allenatore della Lupa Roma, oltre ad essere moderatore del gruppone, occhio che vi segnalo i post *ride*
Ringrazio soprattutto chi mi sopporta per le mie paranoie.


Mi sembra di capire che tu sia interista nel mondo fuffa: posso ipotizzare che sarà la tua ultima squadra nel Progetto da calciatore? O pensi che in futuro ci potranno essere sorprese in tal senso?

Nel mondo del calcio, anzi nella vita in generale è tutto un mai dire mai, però la speranza è quella di rimanere a vita nella squadra che ami e non puoi far altro che provarci.


Lupa Roma: Esordio con 3 punti e poi subito uno stop contro il Latina. Inizio di stagione a singhiozzo in quello che probabilmente è il girone più complesso della Serie C. Che aria si respira all’interno del Club? Quali sono gli obiettivi del club a breve e lungo termine?

Anche l’ anno scorso siamo partiti male Con un 7-1 e poi una vittoria, siamo abituati. Diciamo che è dura, ci sono tante squadre, tante outsider che possono mettersi in mezzo. Nel club tira un vento di freschezza grazie ai nuovi arrivati e i vecchi che si sono uniti e si va dritti per la stessa direzione, siamo concentrati e compatti, si parla di tutto nel gruppo spogliatoio!
L’obbiettivo è la Serie B, l’abbiamo dichiarato e non ci tiriamo indietro. Penso e spero che con il Latina sia stato un passo falso, anche perché la prestazione è stata ottima, abbiamo creato 6/7 occasioni nitide e in un campo così difficile non è facile anzi. Ci siamo rifatti in parte con il Carpi in coppa Italia ma il mese di Agosto è ricco di partite e dovrò gestire tutto al meglio per il bene della squadra nel game.


Intendi fare del sano turnover a scapito delle coppe? O tenete anche a fare bene in Coppa Italia e Coppa di Serie C?

Sto riflettendo, valuterò fino all’ultimo se schierare giocatori affaticati e rischiare oppure no, anche in base al fatto se giocheremo una o due partite. Teniamo a tutto! Il morale fa tantissimo nello spogliatoio e nel game.


Tornando alla sconfitta contro il Latina: Cos’è andato storto secondo te?

Parlando della partita in generale, nulla. Abbiamo creato moltissime occasioni in un campo ostico. Fosse finita in parità non avremmo rubato nulla anzi, purtroppo molte cose non hanno funzionato, soffriamo parecchio le palle inattive e dovremo lavorare su questo, inoltre facciamo fatica a segnare. Nel collettivo dobbiamo allenarci, siamo alle battute iniziali ma se perdi punti ora non li ritrovi dopo..


Capitolo Fiorentina: Hai presentato ufficialmente le dimissioni da allenatore dopo una sola partita di campionato finita in pareggio a pochi istanti dalla fine. Cos’è successo?

Sono successe delle problematiche al di fuori del progetto che mi hanno spinto a dare le dimissioni.
Mi è dispiaciuto molto ma poteva capitare che non fossi sempre presente in live e che quindi non potessi allenare ne il lunedì ne mercoledì. Invece di lasciar fare ai piani di gioco ho deciso di dimettermi.


Semplici impegni extra Progetto quindi, possiamo escludere totalmente dei problemi con la Dirigenza o con lo spogliatoio?

Guarda semmai avessi problemi con dirigenti o spogliatoio rimarrebbe nello spogliatoio, mi dispiace ma il codice etico del calcio dice questo: Ciò che succede nello spogliatoio rimane lì e non sarò io a violarlo.

Ringraziamo Ivan per il tempo che ci ha dedicato ed auguriamo a lui ed alla Lupa Roma un grosso in bocca al lupo! A presto

Fabio Arcoleo
Giornalista/Grafico per ProgettoX






























0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento