Nuova stagione, nuovo Sassuolo.

Dopo una stagione alquanto turbolenta che ha scosso e non poco la compagine neroverde la nuova stagione sancisce un nuovo inizio e una nuova avventura per il Sassuolo che per la prima volta assoluta nella storia del Progetto finalmente ha una presidenza. La coppia formata da Denis Coghi e Giuseppe Ali Namane ha deciso infatti, sul finire della passata stagione, di dare una forte scossa all’ interno del gruppo acquistandone la proprietà, che nell’ occasione presenterà ed avrà finalmente un nuovo logo frutto di un dedizioso lavoro di rinnovamento generale, tra l’ altro scelto tramite un’ apposita votazione, da tutti i tesserati.

Eccoci qui con i nuovi presidenti del Sassuolo, cosa vi ha spinto ad investire su questa squadra?

Coghi – E’ stata una scelta voluta per cercar di dar al Sassuolo quei benefici utili al campionato.

Namane – Quando mi è chiesto di dar loro una mano per riorganizzare la squadra in un momento critico non ho dovuto pensarci molto, ormai i ragazzi sono diventati amici e non potevo certo stare a guardare.

Che rapporto avete tra voi presidenti del Sassuolo?

Coghi – Un bel rapporto, anche perchè con Namane siam già collaudati dalla stagione 4 con il Mantova.

Namane – Il binomio con Denis ormai è collaudato da quando abbiam preso il Mantova l’ anno scorso, ora il Sassuolo e pure il Rimini in C, quindi diciamo che siamo una vecchia coppia.

Violante sarà il nuovo mister, perchè proprio lui? Cosa vi aspettate dal nuovo mister e dalla rosa in generale?

Coghi – Antonio per me rappresenta la vecchia scuola in quanto vinse il campionato con l Udinese in stagione 1 quindi è un po come un maestro e di sicuro chiacchierando con lui vi accorgerete che di esperienza e conoscenza ne ha a valanga.

Namane – Perchè aver scelto Violante come mister? Perchè conosce i ragazzi, ha l’ esperienza e le conoscenze tattiche per far esprimere al meglio la squadra. All’ inizio non pensavo che avrebbe accettato, ma ho voluto provare lo stesso e alla fine grazie a Denis siamo riusciti a convincerlo, per fortuna.

La scorsa stagione è stata un po turbolenta, avete un piano preciso quest’ anno? vi siete prefissati determinati obiettivi e concetti da rispettare e far rispettare ai tesserati?

Coghi – Il mio modo di lavorare è umile ma deciso, testa bassa ma impegno e serietà in quel pizzico che serve perchè è una componente importante. La rosa è stata mantenuta competitiva per rimanere in serie A e io sinceramente punterei deciso l Europa con l’ aiuto di tutti, dirigenza compresa.

Namane – L’ obbiettivo della squadra per quest’ anno è di divertirsi, se poi arriveranno i risultati ancora meglio. Tutti dovranno fare la loro parte per aiutare la squadra e sarà anche compito nostro e dello staff di aiutarli a dare il meglio.

Questa stagione alcuni hanno lasciato la barca in acque agitate, cosa ne pensi a riguardo e cosa ti auspichi ed aspetti per il futuro?

Coghi – Alcuni senatori son approdati in altre realtà diverse e personalmente li ringrazio per aver costruito in queste stagioni una base solida e competitiva ed un certo tipo di gruppo; adesso però tutto sta a noi in quanto con le nostre idee possiamo dargli quel passo in più sotto altri aspetti per alzare l’ asticella dei risultati in e fuori dal campo perchè fidatevi che i colori neroverdi si faranno notare.

Namane – L’ anno scorso l’ attività del gruppo è stato un problema che senza la bravura di mister Agosta poteva anche portare alla retrocessione. Abbiamo per questo portato molti volti nuovi in squadra per sostituire le partenze importanti come quelle di Tuccio e Ferrandino(non solo sul campo ma anche nello spogliatoio) e credo che ci sono tutte le premesse per creare un gruppo affiatato; ma ripeto il punto cruciale della nostra stagione sarà riuscire a portare più organizazione in squadra. Ovviamente dispiace vedere alcuni ragazzi partire, ma forse questa è stata la scossa che serviva alla squadra per riprendersi; poi comunque ci rivederemo in campo, già alla prima giochiamo contro il Bologna di Tuccio con il quale ho un rapporto speciale. In conclusione vorrei dare il benvenuto ai nuovi ragazzi che si sono aggregati alla squadra, ringraziare i vecchi che sono rimasti in squadra e che si stanno rimboccando le maniche per aiutarci ed infine per tutte le idee che ci porta, al nostro marketing manager Marco Ternullo.

Nuova stagione, nuovo Sassuolo.

Articolo & Grafica realizzati da Marco Ternullo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento