Menchi Stregato!

È uno dei volti storici del progetto, una delle poche bandiere ancora in circolazione, un giocatore che con questo rinnovo ribadisce che se trovi l’ambiente giusto hai centrato l’obiettivo che il progetto ha, quello di divertirsi sentendosi parte integrante di qualcosa, cari lettrici e lettori, a voi Massimo Menchi.

Iniziamo con la presentazione di “Rito”, sei al Benevento dalla creazione della squadra e sei uno dei membri più attivi, dicci di più.

Ringrazio Rito per la presentazione, sono al Benevento dalla creazione della squadra, insieme a mio fratello Grasseli e mi sono subito trovato a casa. Ho notato subito la voglia da parte de presidente di voler lavorare bene e ottenere risultati. Al Benevento cerchiamo di essere tutti il più attivi possibili per portare benefici alla squadra perché siamo a tutti gli effetti una famiglia.

Sappiamo che hai appena rinnovato, che significa per te Benevento?

Come dicevo a Benevento mi sono subito trovato a casa, ci sono persone serie in società e il presidente è sempre super disponibile a risolvere i nostri problemi e ad ascoltare le nostre richieste, per questo ho deciso di rinnovare fino alla stagione 8. Ormai la maglia del Benevento è come una seconda pelle per me, speriamo di poter rimanere il più a lungo possibile.

A inizio stagione avresti mai puntato un euro su questa doppia gioia: Promozione e Coppa Italia?

Dico la verità: sulla promozione avrei scommesso ma sulla vittoria della coppa Italia non avrei messo neanche un centesimo. Nello spogliatoio a inizio stagione c’era chi parlava della possibilità/sogno di vincere la coppa Italia ma io personalmente non davo peso a questa cosa, sembrava qualcosa di impossibile. Ma partita dopo partita penso che questo sogno di alcuni, si sia trasformato in consapevolezza da parte di tutti.

Credo che la nostra svolta sia stata a gennaio/febbraio: il DS ha indovinato tutti i movimenti di mercato e mister Frattoni ha trovato la tattica perfetta.

Cosa apprezzi del progetto, sei qui da tanto, come giudichi la sua evoluzione?

Sono nel progetto da ormai 3 anni. Ricordo quando sono entrato che si stava creando la serie B, e invece ora siamo riusciti ad avere molte squadre di C. In pochissimo tempo il progetto si è ampliato e questo fa molto piacere.

Apprezzo molto il fatto della disponibilità da parte di tutti di aiutarsi a vicenda, questo mi piace molto. Se ho una difficoltà o non riesco a capire qualcosa c’è sempre qualcuno pronto ad aiutarmi, come degli amici che si conoscono da tempo, anche se in realtà non ci si è mai visti!

Come stai sviluppando il tuo giocatore, che bonus riesci a sbloccare questa stagione?

Questa stagione dovrei avere 300k da spendere (aspettiamo anche un regalo del presidente per la doppia soddisfazione coppa + promozione). Mi piacerebbe usarli per migliorarmi come terzino in modo da poter essere utile al Benevento in più ruoli. Mi piacerebbe migliorare cross e dribbling, ma studierò tutto al meglio con il mio allenatore.

Hai altri ruoli all’interno del progetto o ti limiti a fare il calciatore?

Nel progetto mi limito al ruolo di giocatore cercando di essere il più attivo possibile, ma un giorno mi piacerebbe poter anche ricoprire il ruolo di Ds… forse quando avrò appeso le scarpette al chiodo.

Mi descriveresti il vostro spogliatoio? Che atmosfera si è creata? Con chi hai legato di più?

Come dicevo prima il nostro spogliatoio è come una famiglia. Il morale è sempre alto e i malumori sono al minimo. Il mister è molto bravo a far giocare tutti e questo riduce i malumori al minimo. Ho legato molto con tutti, anche se il più attivo e divertente nello spogliatoio è il capitano Sangiorgio.

Sempre pronto a sdrammatizzare con i suoi Meme e tenere il morale alto.

Il dualismo visto quest’anno in serie A si ripeterà o sarà un campionato più equilibrato?

In serie A speriamo ci sia un campionato più equilibrato così potremo godere di uno spettacolo maggiore.

Dove arriverà il Benevento quest’anno?

Per quanto riguarda noi dobbiamo ragionare partita dopo partita. L’obbiettivo è la salvezza, ma chissà sognare non costa nulla e la Coppa Italia appena alzata al cielo ne è la testimonianza.

E poi quest’anno avremo anche il fascino della competizione europea e questo nello spogliatoio crea molta eccitazione.

Vorrei concludere invitando tutti i tifosi allo stadio a supportarci perché solo insieme potremo continuare a toglierci soddisfazioni.

Un abbraccio a tutti e forza streghe!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento