Benevento ecco Liguori!

Oggi abbiamo assistito alla conferenza stampa di presentazione di Giuseppe Liguori, neoacquisto del Benevento, veterano del progetto nonostante la tenera età. Ai nostri microfoni il presidente Rito De Michele e il nuovo attaccante dei campani.

Rito, la massima serie impone giocatori di esperienza, per questo avete puntato su Liguori o è stata una richiesta del mister?

In realtà in attacco abbiamo già Cerardi che ha giocato in serie A con il Livorno e il Bologna facendo anche bene. Volevamo un attaccante con caratteristiche diverse da Gaetano per affiancarlo e il profilo di Liguori corrispondeva a ciò che cercavamo. Con il mio staff valutiamo molto di più l’aspetto tattico di un giocatore piuttosto che la serie di provenienza o le esperienze passate.

Il mercato in attacco è chiuso con Liguori o pensate ad altri innesti?

Ora abbiamo tre attaccanti Cerardi, Liguori e Cerovic in rosa. Giocando a due molto probabilmente cercheremo qualcun’altro per averne almeno due per ruolo dovendo fare anche l’Europa. Anche se attualmente siamo concentrati in altre zone del campo. Quindi direi che la quarta punta sarà una operazione da ultimi giorni di mercato cercando profili magari giovani e che non abbiamo l’ambizione di giocare subito titolare.

Cosa vi aspettate in termini di bonus e di spogliatoio da Liguori?

Diciamo che Giuseppe è un ragazzo che ha bisogno di essere stimolato quindi mi aspetto che con calma possa raggiungere livelli alti di attività che conseguentemente porterebbero un rientro in termini di bonus. All’interno del gruppo si è già inserito alla grande seguendo con tanta partecipazione la finale di coppa. Spero che si integri sempre di più nel nostro spogliatoio dove ci sono ragazzi eccezionali.

Domanda secca, voglio chiederti se preferisci mamma o papà: meglio la promozione in A o la Coppa Italia?

La promozione è stata una grandissima gioia la aspettavo da tanto ma devo dirti che non mi sono mai emozionato tanto guardando una partita del PG quanto nella finale di coppa passare dal 2-0 al 3-2 in 10 era impossibile ma ci siamo riusciti, ricordo con orgoglio la vittoria contro i campioni d’Italia della Lazio per 2-0 e la doppia sfida contro il Crotone, un cammino davvero stupendo, quindi dico Coppa Italia.

Un’ultima domanda dal carattere più generale, il progetto è un gioco complesso, ci sono tantissime variabili, non ci si può dimenticare del fattore attività ma neanche del piano tecnico, qual è l’alchimia del Benevento?

Nelle due stagioni precedenti sbagliando badavamo più alla scheda di un giocatore pagandolo anche tanto ma che poi ci portava basse entrate a livello di bonus tant’è che abbiano avuto la miseria di 280 k di entrate dai bonus a fine s3 quindi a inizio di s4 abbiamo iniziato a puntare su persone avevano il giusto mix tra bonus e scheda ed i risultati sono migliorato notevolmente. Diciamo che non è facile alle volte trovare il giusto equilibrio. Non c’è comunque una scienza esatta o giusta credo che ogni realtà debba trovare la propria filosofia che la fa rendere nel miglior modo possibile.

Passiamo adesso al nuovo attaccante del Benevento, passato in questa sessione di mercato dal Livorno al Benevento per € 850.000.

Per chi non ti conoscesse presentati, racconta ai nostri lettori chi sei, in game e nella vita

Sono Giuseppe Liguori ho 15 anni, nella vita studio e gioco a calcio. In game sono un attaccante che si è appena trasferito al Benevento

Quando è iniziato il corteggiamento del Benevento?

Il Benevento mi ha voluto fortemente, ha chiuso la trattativa in pochissimo tempo, e il loro volermi fortemente mi ha fatto subito accettare la loro offerta

Ti saresti mai aspettato, tutto a un tratto, di essere in serie A e con la coccarda tricolore della Coppa Italia sulla maglia?

Dalle offerte che arrivavano, mai mi sarei aspettato che si sarebbe presentata una squadra di serie A.

La coppa Italia è la ciliegina sulla torta di una stagione ottima del Benevento. Ho seguito la partita ieri in Live, una delle rimonte più belle che abbia mai visto.

Da quanto sei all’interno del progetto? e cosa ti affascina di questo gioco?

questa è la terza stagione per me e di questo gioco mi affascina la competitività e la community che si è creata.

Non nascondo che uno dei momenti più emozionanti è quando si entra nel vivo delle trattative, il livello di immedesimazione è altissimo.

Hai altri ruoli all’interno del progetto?

No, sono solamente un giocatore per il momento ma mi piacerebbe diventare ds un giorno

come mai non ti sei ancora buttato nella mischia?

In passato l’ho fatto ma non ho rispettato una regola, errore mio. Appena mi sentirò di nuovo pronto, mi getterò nella fossa dei DS.

Sei alla terza stagione, ci racconti le esperienze che hai avuto e cosa ti aspetti dal Benevento?

Le squadre dove ho militato prima di approdare al Benevento sono: Spezia, Cavese, Napoli e livorno

Dallo spezia è iniziato il mio percorso, non avevo ancora molti stimoli.

Andai alla Cavese ma non mi trovai molto bene, chiesi la cessione e magicamente mi trovai davanti la mia squadra del cuore! Non potevo assolutamente dire no.

Purtroppo, ho fatto solo metà stagione, sono stato ceduto al Livorno ma anche qui 0 stimoli.

Ora sono al Benevento finalmente ho degli stimoli, mi auguro di raggiunge tutti gli obbiettivi che la società si è prefissata, io e tutti i miei compagni siamo più agguerriti che mai.

Parlami di questi stimoli, che intendi precisamente, stimoli agonistici o stimoli dati dall’ambiente?

Stimoli dati dall’ambiente, con le persone con cui dovevo avere a che fare. Al Benevento, invece, conosco Rito il presidente, che già conoscevo nel Napoli, una persona stupenda.

Ripeto mi ha voluto fortemente, questo basta a creare stimoli che in passato non avevo.

Qual è il tuo obiettivo personale quest’anno? E cosa ti aspetti dal Benevento?

Vorrei raggiungere quota 15 goal e dal Benevento mi aspetto un’ottima stagione in serie A, stiamo andando anche in Europa, speriamo di fare un bellissimo cammino e magari come obbiettivo personale mettermi in mostra anche nelle competizioni europee.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento