Progetto Gaming: rinforzi tra porta e attacco!

Con lo scattare delle 00.01 è scattato anche il calciomercato della quinta stagione di Progetto Football Manager.

Il patron del Progetto Gaming, Alessandro Pironti, ha reso noto l’acquisto di Salvatore Ferrandino e Giovanni Gallo.

Salvatore Ferrandino

Portiere storico del Sassuolo, con un trascorso al Torino in S2, è un volto molto noto all’interno del gioco.

Autore di video al limite tra l’esilarante/inquietante/faterichiestaperunTSO, è un portiere di prima fascia, molto importante in termini di spogliatoio e che sul campo potrà dare filo da torcere, in senso positivo, al buon Fusco.

Lascia Sassuolo al termine di una stagione non esaltante, quando a farlo sono stati anche mister Agosta, accasatosi alla Juventus, il DS/bomber Tuccio, andato al Bologna per 2 milioni ed altri elementi di spicco come Mayor (in lista cessioni) e Belli.

Pare che ci fossero varie squadre interessate al portierone neroverde, ma lui ha voluto fortemente il rogetto Gaming.

Sicuramente mister Casalati si aspetta una maggiore affidabilità tra i pali, ma noi nostalgici vogliamo sperare che Ferrandino non abbia mai perso la sua incapacità di parare i tiri più semplici.

Cifra d’acquisto 1.500.000,00 euro.

Giovanni Gallo

Trequartista ex Lucchese già nel giro della Nazionale, famoso per esser stato bullizzato proprio a Coverciano, il giocatore riattivato, ormai da qualche tempo, dalla fucina Lucchese è stato acquistato dal Progetto Gaming per 2.300.000,00 euro. Gallo, che aveva lasciato la Lucchese accasandosi al Genoa per raggiungere la Nazionale maggiore, ha dovuto dire addio ai grifoni dopo soli pochi mesi di permanenza.

Su di lui c’erano varie squadre, tra cui sappiamo per certo anche il Torino fresco finalista di Europa League. Alla lotta per l’ ingaggio, però, il Progetto Gaming l’ha spuntata agilmente.

I trascorsi di Gallo non sono incoraggianti, data la lotta per la salvezza della Lucchese fino all’ultima giornata e la retrocessione genoana. Che sia lui a portare sfiga? A mister Casalati piace rischiare.

Futuro Progetto Gaming

Data la prima incursione di calciomercato, è palese che il Progetto Gaming intenda proseguire sulla linea dei big di attività.

Ci anticipano anche che chi porterà pochi bonus attività, per chiaro disinteresse nei confronti del gioco, verrà ceduto/prestato all’affiliata Piacenza o altrove.

Piacenza che comunque sarà allestita per fare un buon campionato e centrare un eventuale promozione, magari anche con qualche rinforzo mirato da parte della squadra madre.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento