Pricing for Dummies – Intervista ad Andrea Conte

Con l’apertura del Mercato inizia uno dei più grandi problemi che un DS possa affrontare, il prezzo dei giocatori. Per poter dare una mano ai nuovi arrivati abbiamo contattato Andrea Conte, storico Direttore Sportivo del Progetto e adesso Capo DS.

Benvenuto Andrea e grazie per aver accettato di parlare ai microfono del Progetto Mk-Ultra!

Grazie a voi, anche se non vi nascondo che mi fa strano essere intervistato dalla concorrenza.
*Guarda il dipinto celebrativo di Fulco e Campagna alle spalle di Mattia*

Benissimo, iniziamo allora con le presentazioni, chi è Andrea Conte all’interno del Progetto?

Sono un amante della Torino per bene, quella granata, romantica. Ho fatto l’iscrizione sul finire di S1, quindi sono un giocatore di seconda generazione. Decisi di fare il terzino sinistro perché all’epoca era un ruolo raro e pensai mi desse occasione di approdare in una grande squadra. Filippo decise di mettermi nella Cremonese neo-acquistata dalla Markappa. Campagna non era ancora iscritto e probabilmente se fosse stato già alla guida dei grigiorossi difficilmente mi avrebbe ceduto. Approdato al Torino ho dato sfogo alla mia vena spammona, per buona pace di Sedda e Deidda che a volte porto sull’orlo dell’esasperazione. Sono stato il DS della rinascita Lazio, poi lasciata nelle sapienti mani di Michelini appena ha “imparato” a camminare da sola. Successivamente sono stato DS del PG e, dopo aver spinto affinché si introducessero i bilanci e relativi controlli insieme a Deidda, Franceschi e Costantino, di recente gli Admin mi hanno dato l’onore di diventare Capo DS.

Invece chi è Andrea Conte al di fuori del Progetto?

Andrea al di fuori del progetto è uno juventino sfegatato. Orfano dell’ultimo suo grande capitano, Del Piero.
Amo la fotografia, l’universo Marvel e il calcio in ogni sua forma, soprattutto quella tattica e fatta di storie.
Amo scherzare, a volte anche in maniera pesante, infatti ho la radio sintonizzata sempre tra le 14:00 e le 16:00 sullo Zoo di 105. Molto polemico, amo le mie origini casertane anche se spesso critico la morbosità di chi fa delle proprie origini una questione di principio. Siamo tutti italiani e, avendo vissuto in varie zone d’Italia in questi 28 anni, posso dire che le usanze e certe cattive abitudini accomunano Nord e Sud più di quanto si pensi.

Prima di parlare dell’argomento di oggi, vorrei chiederti un’ultima introduzione ad una delle sue varie sfaccettature nel Progetto: chi è Andrea Conte come DS? Quali sono le sue competenze?

Credo che una delle mie principali doti sia il saper coinvolgere e fare gruppo. Cosa molto spesso sottovalutata e che ho appreso da Sedda, Deidda e Pauletto. Puoi essere il giocatore più forte e più attivo del gioco, ma se non sei nello spogliatoio giusto a fine stagione la paghi e alla lunga l’entusiasmo svanisce, portandoti verso l’inattività. A quel punto non è la singola squadra ad averci perso, ma tutto il progetto.

Assolutamente, lo spogliatoio è il meccanismo fondamentale per la macchina dell’attività.
Possiamo finalmente passare all’argomento della giornata, i prezzi dei giocatori all’interno del Progetto.
Quello che le chiedo di fare è di descrivere quanto sia importante ogni singola caratteristica che le citerò e decretare il plus che essa può dare al valore di un giocatore. Sei pronto?

Se fossi pronto sarei un lucidante per mobili in legno. Ci proviamo.

Capitolo 1: la Scheda

La scheda è l’elemento più importante del gioco. È quello che fa effettivamente la fortuna di una società. Per calcolare il valore effettivo di una scheda possiamo utilizzare uno strumento molto semplice, che è il foglio excel del Calcolo potenziamenti fatto dal buon Luca Maso. Se trasportiamo, ad esempio, la mia scheda giocatore su quel foglio, vediamo che il mio valore complessivo è di 15.512.000 €. Ovviamente 15M è un valore totalmente fuori mercato, ma se mi dicessero che la mia scheda vale 1,5M io direi di sì, effettivamente è giusto. A questo potremmo aggiungerci il valore dei vari ruoli che uno ricopre, calcolando che ogni ruolo verde ha un valore di 100k.
Quindi, prendendo sempre il mio esempio, il mio cartellino partirebbe, su carta da una cifra di 1,8M (1,5 di valori + PA e 300 per i 3 ruoli di fascia che ricopro). Ricordiamo che i valori delle schede hanno un costo e sono suddivisi per fascia d’importanza dopo un attento studio fatto dal buon Ballarini, che su queste cose è di una certezza assoluta. Motivo per cui il valore vero dei punti skills è quello.

Capitolo 2: La rarità dei ruoli.
A parità di tutto, un terzino e un attaccante hanno lo stesso valore? Se sì, perché?

Il discorso ruolo è molto variabile. Un Di Gloria o Gallarato valgono molto più di qualsiasi terzino, perché ti possono risolvere le partite da soli, nonostante portieri e difensori esterni siano merce rara. Un terzino completo, però, è molto più difficile da trovare e/o rimpiazzare. Diciamo che mi dispererei maggiormente per la partenza di un difensore piuttosto che di un attaccante.

Capitolo 3: Le Prestazioni dei Giocatori.
Citati nella Guida al Prezzo dei Giocatori di Ballarini, le prestazioni di un giocatore con una determinata squadra hanno un valore?

Sì, ma non così determinante. Nel senso che un giocatore con un valore superiore al 7 nella Lazio dominatrice del campionato varrà sempre un po’ meno della stessa media voto in una retrocessa. Perché nel primo caso si è stati aiutati dal collettivo senza ombra di dubbio, mentre nel secondo caso, magari, c’è più farina del proprio sacco che della squadra.

Capitolo 4: I bonus attività

I bonus attività sono un fattore importantissimo, ma non gli darei un peso eccessivo in fase di trattativa. Aggiungerei al prezzo scheda gli ultimi bonus ricevuti, sì. Ma da quì a pensare che un 300k attività possa valere 3M, no. Per il semplice fatto che come società, per rientrarci, devi sperare che il giocatore stia con te per 10 stagioni, quasi cinque anni in real life. È un lasso di tempo esagerato in cui tutto può cambiare. In cinque anni un giocatore che può passare molto tempo su facebook può intraprendere una carriera lavorativa o universitaria che potrebbe portargli via del tempo, potrebbe diventare per la prima volta padre e di conseguenza avere meno tempo per il progetto. Ci sono tante cose che possono cambiare in 5 anni. Diciamo che uno che mi garantisce 300k ogni stagione, lo valuto in base a quanti bonus ha portato alla squadra. Un S1 da 300k è valutabile 1,2M mentre un S4 solo 300k.

Capitolo 5: I bonus esterni a quelli attività, relativi per esempio al giornalismo o a video vari.

Quelli incidono sul potenziamento delle skills, quindi ovviamente fanno lievitare il valore della scheda.
Possono essere indubbiamente la maggior parte del potenziamento di un calciatore. Esistono giocatori che superano il milione di potenziamento anche con solo 100k di ingaggio pagato dalla squadra e 300k di bonus attività ricevuti.Se so che un giocatore si potenzia con 1M di bonus extra è ovvio che penso di aumentare con quel valore l’offerta iniziale per il trasferimento.

Capitolo finale: Le Sanzioni
Quanto possono incidere i comportamenti e la fedina di un utente all’interno del Progetto?

Possono incidere, ma dipende sempre da utente a utente. Io sono dell’opinione che ogni persona può comportarsi in maniera differente a seconda del gruppo in cui si trova. Ci saranno sempre i recidivi e chi ha un occhio attento sa chi sono i profili a rischio ban/sanzioni. Poi fa parte del gioco il rischio di ingaggiare un possibile sanzionato oppure no. Ti posso dire che però, spesso, gli Admin tendono ad addolcire le sanzioni rispetto alle infrazioni compiute, proprio perché si tiene in considerazione il fattore umano e il fatto che tutti possono sbagliare.

Ultima domanda, puoi raccontarci una storiella divertente su un acquisto fatto?

Purtroppo non ho aneddoti particolarmente comici, anche perché fondamentalmente durante le trattative sono uno che tende a scherzare poco, amo le trattative serrate. Mi dispiace deludervi (ride, ndr.)

Va benissimo, Grazie Mille per l’intervista e arrivederci!

Un bacione a tutto lo staff di Mk-ultra, in particolare a quelle gran gnocche di Figoni e Fulco.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento